Al Trianon Viviani, Mariano Bellopede e Francesca Colapietro con Le mille e una Napoli


Giovedì 13 gennaio ore 20.00, al teatro Trianon Viviani al via il progetto Le mille e una Napoli, ciclo di racconti/concerti, inserito nell’ambito delle Conferenze cantate. Le conversazioni/concerto sono nate da un’idea del direttore artistico Marisa Laurito, che, tra canzoni, aneddoti e poesie, vogliono narrare il fascino del capoluogo partenopeo. Sette appuntamenti, che proseguiranno fino al 26 maggio, ognuno dedicato a un tema o un aspetto chiave della Canzone Napoletana, che vedrà protagonisti Francesca Colapietro (voce), Mariano Bellopede (pianoforte e arrangiamenti musicali), Luigi Fiscale (contrabbasso), Marco Fazzari (batteria). Il tema del primo appuntamento è Napoli e le sue donne; l’evento si avvale dei testi di Carmine Borrino; della voce fuori campo di Gino Curcione e special guest della serata saranno le Ebbanesis, Serena Pisa e Viviana Cangiano. Costo del biglietto 10 euro; ridotto 7 euro riservato agli studenti. I ticket sono acquistabili su www.azzurroservice.net

Sette serate con sette diversi temi: sette appuntamenti per accendere le luci sulla storia di Napoli, spaziando dalla canzone classica al moderno e contemporaneo cantautorato. Gli appuntamenti con Le Mille e una Napoli proseguiranno il 27 gennaio con La luna e il mare nella canzone napoletana; il 17 febbraio sarà la volta Napoli vista dai forestieri; e ancora il 7 aprile sarà protagonista Il cibo; il 14 aprile Amore passione e gelosia; il 28 aprile l’appuntamento sarà dedicato alle villanelle; si chiude il 26 maggio con l’Ironia nella canzone napoletana.

«Il progetto nasce da un input della direttrice del Trianon Viviani, Marisa Laurito – spiegano Mariano Bellopende e Francesca Colapietro –, che ci ha lanciato l’idea delle conferenze cantate. Si tratta di sette incontri, in cui non ci metteremo in cattedra a spiegare la storia della Canzone napoletana, ma tenteremo di ripensarla insieme al pubblico, confrontandoci col passato ma anche col presente del nostro panorama musicale. Sette puntate, quasi come un format televisivo, dove però presenteremo sette temi diversi seguendo il filo conduttore della città, declinata nelle mille e più sfaccettature che la riguardano. Proveremo a far emergere una visione inedita di pezzi storici, con nuovi arrangiamenti e nuovi spunti di riflessione, sperando così di dare il nostro contributo a questo teatro, che sempre di più negli ultimi anni rappresenta per la città il teatro della Canzone Napoletana».

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × uno =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente “Ma perché mi inviti a cena?” al Trianon Viviani con Nicolai e Di Battista
Questa è la storia più recente

Articoli Suggeriti

Newscron premiata start-up più innovativa della Confederazione Elvetica

MALATTIE RARE, PRESENTATO A ROMA LIBRO BIANCO SU NTM-LD

Coisp, Decreto Svuota-carceri in attesa di conversione in Legge

Elettrice Palatina: finito il restauro della statua di Ivo Barbaresi

Al via Festa dei Gigli di Brusciano con la processione di Sant’Antonio

Pio Monte della Misericordia: la nuova mostra di LUCIANO FERRARA inaugura la RIAPERTURA della QUADRERIA