RelaCare – Relazioni di cura, nasce la Federazione per le Malattie Immunomediate


È la nostra storia che ha segnato l’importanza delle federazioni. È a loro che si devono molti degli attuali servizi al cittadino ed in particolar modo servizi sanitari e sociali. Importante il loro contributo allo sviluppo delle idee sociali, alle politiche e al paziente/cittadino, grazie al loro ruolo fondamentale nella diffusione di idee, nella consapevolezza della parità dei diritti e dei trattamenti e l’importanza di una politica del sociale che privilegi l’individuo come risorsa, favorendo l’inclusione, lo spirito di solidarietà e limitando le disparità legislative. Le federazioni hanno contribuito a sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni su temi e problematiche spesso silenti e non di pubblico dominio”. E’ questo il messaggio di Maddalena Pelagalli nell’annunciare la nascita della Federazione RelaCare – Relazioni di cura – Malattie Immunomediate, nel ruolo di portavoce.

A darne vita importanti realtà associative operanti in tutto il territorio nazionale: ADIPSO, ALAMA, A.M.I.C.I. Lazio, A.M.I.C.I. Lombardia, A.M.I.C.I. Marche, M.I.Cro. Italia OdV, M.I.Cro Onlus.

Nata per perseguire esclusivamente finalità di solidarietà sociale, RelaCare si propone di conseguire i comuni interessi degli enti federati e dei pazienti affetti da malattie immunomediate. Una nuova visione d’insieme, il desiderio e la necessità di creare una maggiore sinergia fra tutte le realtà associative, diventare una cassa di risonanza per le istituzioni europee, nazionali e regionali e promuovere un nuovo e condiviso linguaggio di informazione per la conoscenza delle malattie immunomediate, spesso invalidanti e sempre più spesso nascoste dall’indifferenza perché non conosciute e comprese.

Una diversità tra malattie immunomediate che fa la differenza, ma la loro unione, oggi, ne farebbe la forza. Da qui l’impegno di promuovere un cammino condiviso per favorire e tutelare i diritti umani, civili e sociali, nonché la promozione delle pari opportunità e delle iniziative di aiuto reciproco e, soprattutto, per tutelare il diritto alla salute, i diritti civili dei pazienti e dei loro familiari e caregiver”, spiega Maddalena Pelagalli, portavoce della Federazione RelaCare. “Un ‘fare rete’ per collaborare e coordinarsi costantemente, promuovendo modalità di lavoro e di progettazione che superino la frammentazione delle competenze e delle logiche settoriali in modo da rendere più incisiva la propria azione, coinvolgendo con maggior forza la comunità nelle rispettive iniziative, assumendo così un ruolo propositivo e di interlocuzione sia con le realtà private che con le istituzioni pubbliche presenti sul territorio”.

A RelaCare il compito di recepire le istanze di assistenza sanitaria e socio-sanitaria dei pazienti con patologie immunomediate, promuovendo iniziative di sostegno e coordinandone gli interventi, favorire il miglioramento dei servizi e dell’assistenza in favore delle persone istituzionalmente sostenute dalla Federazione e, non meno importante, rappresentare le Associazioni federate ed i pazienti affetti da queste malattie.

La presentazione della Federazione RelaCare – Relazioni di cura si è  tenuta venerdì 19 giugno 2020 alle 18:00 con una diretta Facebook trasmessa in simultanea sulla pagina di RelaCare e su tutte le pagine delle Associazioni. E’ stato un appuntamento per conoscere Maddalena Pelagalli e i presidenti delle Associazioni federate Stefania Canarecci, Paolo Curreli, Vincenzo Florio, Sandra Frateiacci, Mara Maccarone e il Prof. Gabriele Bianchi Porro, le finalità della Federazione e dare un primo e forte segnale di coesione e di programmazione.

Sono stati presenti vari testimonial ad augurare un buon inizio al cammino di RelaCare.

 

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Precedente Magazzini Fotografici: in mostra Gabriele Basilico Bord de Mer
Questa è la storia più recente

Articoli Suggeriti

“Storie da Re”: in biblioteca un laboratorio creativo per tutti i bambini

San Giorgio a Cremano capitale dei bambini

Train de Vie Estate omaggia l’arte femminile

Svolto il Forum sulla tutela e la valorizzazione del patrimonio artistico e culturale

SOCIAL WORLD FILM FESTIVAL, LA CARDINALE RISPLENDE A VICO EQUENSE

I fiori di zucchero di Lorella Magni, il miglior libro dell’anno