Territorio: un libro da sfogliare con Totò Cascio


“Territorio un libro da sfogliare” è il titolo dell’evento culturale che si terrà a Torrioni (AV) il 5 e il 6 settembre.

La due giorni di libri, dibattiti, musica e proiezioni è promossa dalla Regione Campania e organizzata dalla Biblioteca Comunale di Torrioni, con il patrocinio del Comune di Torrioni e la collaborazione dell’Associazione GenerIdea, il Forum dei Giovani di Torrioni, l’Associazione Comunemente e ADSI (Associazione Dimore Storiche Italiane)

Martedì 5 settembre ore 18,30

Saluti del Sindaco Annamaria Oliviero

Presentazione del libro “La Gloria e la Prova” di Totò Cascio.

L’autore del libro, il protagonista bambino del film “Nuovo Cinema Paradiso” sarà intervistato da Maresa Calzone.

Nel corso della serata si assisterà alla proiezione del cortometraggio prodotto da Movimento Film e Rai Cinema per Fondazione Telethon ” A Occhi aperti” che ripercorre la difficile esperienza di vita di Totò Cascio, segnata da una malattia agli occhi.

L’evento sarà impreziosito dalla voce e dalla fisarmonica di Eduarda Iscaro accompagnata dalla chitarra del Maestro Claudio Romano, noto musicista e compositore partenopeo.

Totò Cascio sarà poi disponibile per il firma copie del libro.

Mercoledì 6 settembre alle ore 18,30 

Incontro-dibattito incentrato sulle opportunità territoriali a cui parteciperà anche Totò Cascio.

I temi trattati alla presenza di diversi ospiti verteranno su:

valorizzazione dei territori delle aree interne attraverso l’arte, la cultura, la musica, il cinema e l’audiovisivo, l’esperienza associativa, la gestione trasparente, l’innovazione, la comunicazione e le tradizioni locali.

Gli eventi si terranno presso la casa Comunale di Torrioni

BIOGRAFIE

Salvatore Cascio, detto Totò, è il bambino protagonista di Nuovo Cinema Paradiso, l’indimenticabile capolavoro di Giuseppe – che lui chiama affettuosamente Peppuccio – Tornatore, vincitore dell’Oscar per il miglior film straniero quindici anni dopo Amarcord di Fellini. Dopo questo film – che nel ’91 gli procurò anche il prestigioso Premio BAFTA – Totò continuò a lavorare sia con Tornatore (partecipa a “Stanno tutti bene”, con Marcello Mastroianni) che con registi del calibro di Pupi Avati e Duccio Tessari. Tutto ciò fino al 1999, anno in cui firma il suo «ultimo film». Dopo di che, si può dire che Totò Cascio scompare. Perché?

Ai giornalisti che lo incalzano non vuole dire la verità, preferendo far credere che il cinema si sia dimenticato di lui. È stata invece una grave malattia – la retinite pigmentosa con edema maculare, che gli ha procurato una perdita progressiva, irreversibile e quasi totale della vista – a farlo rinunciare a quella che era una carriera promettente e radiosa. Oggi, a 42 anni, Totò Cascio ha trovato la forza e la voglia di raccontare la sua esperienza in un libro che è insieme memoir cinematografico e racconto di formazione e di rinascita. Grazie alla sua fede, al suo coraggio e alla consapevolezza acquisita, ora può tornare a vivere una vita degna di essere vissuta ed è questo il suo «Nuovo Cinema Paradiso 2.0», dice scherzando. Così, rinato, lancia un segnale a chi è nella sua condizione: non nascondetevi, anzi imparate ad accettarvi. «Senza accettarsi, ci si porta dentro l’avversario più feroce. Me lo disse anche Andrea Bocelli: “Totò, non è un disonore”. Sono state parole illuminanti». Prefazione di Giuseppe Tornatore. Postfazione di Andrea Bocelli.

Eduarda Iscaro è una cantante, attrice, cantautrice e fisarmonicista sannita. La sua versatilità artistica fa di lei una delle figure più originali nel panorama teatrale e musicale contemporaneo. Dopo lo studio della fisarmonica e gli esordi nella musica popolare imbocca la strada del teatro musicale vantando collaborazioni col premio Oscar Nicola Piovani e con attori del calibro di Angela Pagano, Massimo Wertmuller, Anna Ferruzzo, Massimo Andrei, Lunetta Savino ed altri. Laureata in filologia classica presso l’Università “Federico II” di Napoli è docente di latino e greco. La sua voce, uno strumento duttile quanto espressivo ed elegante, e la sua fisarmonica, con cui attraversa le culture del mediterraneo e delle sonorità etniche delle genti e dei luoghi, conduce il pubblico in un percorso etnomusicale/musicologico di grande impatto emotivo.

Claudio Romano è diplomato in chitarra presso il Conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino e mandolino presso il Conservatorio “San Pietro a Maiella di Napoli”. Compositore, autore, arrangiatore e polistrumentista, alterna un’intensa attività in sala d’incisione per artisti quali Milva, Peppino Di Capri, Mario Merola, Amii Stewart ed altri all’esibizione dal vivo in tournée con Nino D’Angelo, Lina Sastri, i Pooh, Isa Danieli, Peppe Barra, Enzo Moscato ed altri. Firma le musiche di scena per spettacoli di Enzo Moscato, Massimo Andrei e Salvatore Misticone.

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciassette − 13 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Precedente Il Giardino dell’Ozio, il Parco Archeologico di Ercolano sperimenta la visita slow
Successiva La sindrome della donna santa o della donna puttana

Articoli Suggeriti

Inaugurata la mostra di pittura “La memoria dell’anima”

Giorno del Gioco 2014, uno spettacolo sull’acqua per i bambini delle scuole primarie

GATTA CENERENTOLA FA TAPPA AL DUEL VILLAGE

COMICON 2013: in sessantamila alla Mostra d’Oltremare

l Tour Campano “TRA I DUE MARI nuovi concept del cibo” fa tappa a Salerno

“Just Pokè” a Portici, un franchising napoletano di hawaiian bistrot