AL GIFFONI FILM FESTIVAL “KARTING IN PIAZZA”


Il Giffoni Experience, utilizzando lo strumento dell’arte cinematografica, riesce mirabilmente a dialogare con i ragazzi, sensibilizzandoli efficacemente sulle tematiche sociali e, in quanto osservatorio sul mondo giovanile, svolge anche una serie di attività a favore del miglioramento delle condizioni di vita delle giovani generazioni: partecipa quindi, con varie modalità, a progetti nazionali ed internazionali che puntano ad informare, formare e sostenere i ragazzi.

Mai come quest’anno le missioni dell’Ente Autonomo Giffoni Experience e dell’Automobile Club d’Italia sono così coincidenti.

“Destinazioni è il Tema di GFF 2016: ogni destinazione prevede una “strada” da percorrere.

Ed infatti, se metaforicamente nella vita ognuno di noi percorre tante e diverse strade per arrivare alla “propria” destinazione, ogni giorno tutti, per necessità o per voglia di libertà e conoscenza, percorriamo “strade” reali, che purtroppo sono irte di pericoli.

Ecco allora che, nella circolazione stradale come nella vita, muoverci in sicurezza, conoscendo le regole ed imparando ad evitare i pericoli, ci garantisce di raggiungere in libertà la nostra destinazione.

L’ACI ha tra le sue missioni principali la diffusione della cultura della mobilità in sicurezza, soprattutto tra i giovani e per far questo utilizza in maniera innovativa anche il suo peculiare Know how di Federazione Sportiva.

Se è vero infatti che la velocità eccessiva, il mancato utilizzo delle cinture di sicurezza, del casco, l’assunzione di alcool o droghe, sono notoriamente cause di incidenti, è almeno altrettanto vero, se non di più, che la costante attenzione e l’esatta percezione e valutazione di ciò che accade intorno a noi sono il primo fattore di sicurezza.

Seguendo questa impostazione, dimostratasi vincente con più di diecimila bambini avvicinati in tre anni, si pone in particolare evidenza la manifestazione “KARTING IN PIAZZA” indetta ed organizzata dall’ACI Automobile Club d’Italia e che, nell’ambito di un più ampio progetto di collaborazione tra ACI e GFF, sarà ospitata al Giffoni Film Festival nei giorni 16,17,18 e 19 Luglio 2016.

Centinaia di bambini della fascia d’età 6-10 anni avranno così la splendida opportunità di avvicinarsi attivamente al tema della sicurezza stradale , mettendosi subito alla prova su un tracciato appositamente realizzato ed attrezzato per accogliere i bambini ed insegnare in allegria i rudimenti della guida di un mezzo a motore e le regole fondamentali da rispettare, con un percorso formativo che si svolge sotto la direzione di esperti tecnici e seguendo uno sperimentato protocollo che prevede due fasi, una teorica ed una pratica, tenute da istruttori qualificati dalla Scuola Federale ACIsport .

La parte teorica focalizza l’attenzione dei bambini sulle nozioni fondamentali del codice stradale, della sicurezza e del rispetto delle regole; la parte pratica da possibilità ai piccoli “piloti” non solo di testare immediatamente gli insegnamenti ricevuti, ma anche di confrontarsi con le proprie attitudini psico-motorie che in quella fascia d’età sono in continuo sviluppo.

I bambini si mettono dunque alla prova guidando per la prima volta un mezzo meccanico (un vero ed emozionante kart da corsa, opportunamente adattato per essere condotto in piena sicurezza anche alla loro età), districandosi autonomamente su una minipista protetta ed allestita con segnaletica stradale.

In questo modo essi potranno immediatamente cogliere come alla guida di un mezzo (in questo caso il kart) si usino al massimo grado le abilità più antiche dell’uomo, quelle che ci hanno consentito di sopravvivere ed evolverci: sapersi orientare e muovere nello spazio intorno a noi e modificare istante per istante i nostri movimenti in funzione di quelli degli altri.

Verrà spiegato ai piccoli che non solo bisogna conoscere ed applicare le regole (nello sport come nella circolazione stradale), ma che quando ci muoviamo dobbiamo sempre sapere bene dove ci troviamo nello spazio (propriocezione), dove sono quelli davanti, dietro ed accanto e cosa stanno facendo; a questo punto dobbiamo decidere istantaneamente cosa fare, e sapere come farlo.

Tutto ciò s’impara col Karting, che nello sport automobilistico è come la scuola primaria nel mondo scolastico; qui si apprendono i fondamenti di tutto ciò che ci servirà crescendo negli anni ed affrontando sfide sempre nuove (un vero e proprio imprinting).

Non importa se un giorno guideremo una Formula uno o solo la nostra auto nel traffico quotidiano; ma le conoscenze ed abilità che avremo acquisito guidando il Kart (meglio ancora praticandolo come sport) ci consentiranno di essere sempre più bravi degli altri nel gestire situazioni e pericoli; in sostanza saremo dei privilegiati perché avremo e daremo tanta sicurezza in più anche nella normale circolazione stradale.

Terminato il corso, meglio sarebbe dire l’incontro, i bambini vengono investiti di una “mission” di enorme importanza: quella di aumentare il più possibile la sicurezza stradale e salvare vite umane; è per questo che ogni bimbo, dopo il percorso formativo teorico pratico viene nominato “Ambasciatore della sicurezza stradale”.

L’imprimatur a questa investitura viene dato con un simpatico diploma che li “abilita”, per l’appunto, quali “Ambasciatori della Sicurezza Stradale”, chiamandoli a diffondere anche, e soprattutto, tra i “grandi” il rispetto delle regole più importanti, quelle che la Federazione Internazionale dell’Automobile (FIA) ha sintetizzato nelle “10 Regole d’Oro della Sicurezza Stradale “.

I bambini diverranno quindi testimonials e promotori nelle famiglie di appartenenza divulgando le “10 Regole d’Oro della FIA” sulla Sicurezza Stradale, accomunati in questo ruolo a testimonials d’eccezione del programma mondiale FIA Action For Safety dedicato alla sicurezza stradale come i piloti della Formula Uno: Alonso, Vettel, Hamilton, Rosberg etc.

Nella quattro giorni con i bambini (futuri automobilisti, ma già attuali fruitori della strada come pedoni o ciclisti) saranno presenti varie personalità del Mondo Automobilistico, a partire dal Presidente ACI Angelo Sticchi Damiani, che si confronterà con i piccoli ed attenti partecipanti sui temi della sicurezza stradale, nella convinzione che proprio loro bambini possano essere la più positiva risorsa per il successo delle campagne di sicurezza stradale.

Il Presidente Sticchi Damiani porterà anche il saluto del Presidente della Federazione Internazionale dell’Automobile ed Ambasciatore Mondiale ONU per la Sicurezza Stradale, Jean Todt, che di recente ha partecipato al “Karting in Piazza” tenutosi a Torino nell’ambito della Conferenza Mondiale dello Sport dichiarando: “Affrontare il tema della sicurezza stradale significa attivare un sistema di interventi. Dalla responsabilità di chi guida, alla qualità delle strade, agli standard attivi e passivi delle auto. Sul fronte del comportamento al volante, una manifestazione come questa sensibilizza i conducenti di domani sull’importanza del rispetto delle regole per una mobilità più responsabile e consapevole, anche attraverso i valori dello sport”.

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 − sette =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente GABRIELLA PESSION AL GIFFONI  2016: "IN QUESTI ANNI IL FESTIVAL HA FATTO UN LAVORO ECCEZIONALE"
Successiva A Somma Vesuviana la Giornata del microchip

Articoli Suggeriti

Tripudio della cucina Pompeiana a Shanghai con lo chef De Feo

Prosegue il live-tour di ‘RISING SUN’ con il Julce Rescigno 5TET sul palco del FABRIC di PORTICI

Il personal trainer Daniele Esposito riceve il Premio Creative Marketing, training techniques & management

LE VIBRAZIONI POSITIVE DELLA COLLEZIONE DIVA GIOIELLI “SPIRIT VIBES” IN ANTEPRIMA A VICENZAORO

Profughi, tv a pagamento

Pasquetta tra enogastronomia e cultura a San Lorenzo in Campo con la Sagra del Castagnolo