Cantiere TAV di Chiomonte: tragedia sfiorata


Oggi al cantiere TAV di Chiomonte si è nuovamente sfiorata la tragedia. Un migliaio di aderenti a gruppi anarcosovversivi, attrezzati come commando con bombe e bazooka artigianali sono riusciti a penetrare nel cantiere lanciando pericolosissimi ordigni artigianali, uno dei quali colpiva in pieno volto un collega che solo grazie al casco di protezione che si è spaccato non è morto.

L’ordigno lanciato con un bazooka artigianale dopo aver centrato il poliziotto è esploso ustionandolo. È ora di chiamare le cose con il loro nome, questi sono atti di guerriglia che non possono più essere fronteggiati con scudi di plastica e lacrimogeni.

Questi terroristi, che non hanno alcuno scrupolo oggi nuovamente si sono assunti il rischio di compiere un tentativo di omicidio. È pertanto necessario che i Reparti Mobili in servizio presso il cantiere TAV vengano dotati di pallottole di gomma in quanto non si può continuare ad essere bersagliati a distanza da bombe e artifizi. Questi criminali sono dotati di maschere antigas forse anche migliori delle nostre. Inoltre questi campeggi non sono niente altro che basi logistiche da dove i terroristi escono per fare questi attentati, pertanto vanno immediatamente smantellati.

La politica oltre che indignarsi a chiacchiere faccia i fatti. Non aspettiamo che muoia un collega, non ve lo perdoneremmo.

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × quattro =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente OLIMPIA RACCONTA: viaggio nella storia delle Olimpiadi
Questa è la storia più recente

Articoli Suggeriti

FABRIZIO MORO in concerto all’ARENILE DI BAGNOLI

Halloween: la notte più paurosa dell’anno trascorsa in Exit Spa Experience

Disabilità: a Scisciano un incontro sulla Convenzione Onu

NATALE A FUORIGROTTA 2018: AL VIA LA VII EDIZIONE

GIANNI ALEMANNO A NAPOLI

In scena Condannato a morte. The punk version