APPLAUSI CONVINTI PER IL RITORNO A RAVELLO DELLA BUDAPEST FESTIVAL ORCHESTRA


 

Sul palco del Belvedere di Villa Rufolo il ritorno della Budapest Festival Orchestra, una delle prime dieci orchestre del mondo che non ha tradito le attese. Iván Fischer, uno dei padri fondatori dell’ensemble, particolarmente a suo agio nella Città della Musica, ha tirato fuori il meglio dalla sua orchestra soprattutto nell’esecuzione de le Les Illuminations, op.18 di Britten impreziosita dalla voce solista del soprano Anna Prohaska: voce argentea e immediatamente attraente la sua che, unita ad una presenza scenica coinvolgente e mai sopra le righe, ha ammaliato la platea di Ravello. Nella prima parte del concerto invece, l’omaggio a Richard Wagner, nume tutelare della Città della Musica, con l’esecuzione dell’Idillio di Sigfrido. Applauditissima la direzione di Fischer che ha chiuso il programma con la Sinfonia n.104 in re maggiore “Salomon” di Haydn. Ormai Fischer e la BFO sembrano una cosa sola, anche ad organico ridotto, e trasmettono sempre emozioni a piene mani. Applausi convinti del pubblico di Ravello che anche stasera ha potuto gustare una serata di grande musica anche se senza bis.

(ph Pino Izzo)

 

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro + 12 =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente Università, turismo post Covid nel corso della Federico II di Napoli
Successiva L’antica pizzeria da Michele apre Al Khobar

Articoli Suggeriti

Raccolta alimenti e giocattoli nuovi e usati per le famiglie meno fortunate

Il Teatro di San Carlo partecipa alla Giornata Mondiale del Libro

Continua il calendario Educational del Teatro di San Carlo

I TUMORI NEUROENDOCRINI DALLA TEORIA ALLA PRATICA CLINICA

Notte bianca a Portici, ma non senza polemiche

Palazzo Arnone: omaggio a Francesco Cilea