La Feltrinelli, il Professor Giuseppe Ferraro presenta il suo libro “Imparare ad amare”


Mercoledì 6 maggio alle ore 18 il Professor Giuseppe Ferraro presenta il suo libro “Imparare ad amare” (Castelvecchi Editore) a La Feltrinelli in via Santa Caterina a Chiaia, angolo piazza dei Martiri NA). Sui legami di desiderio, amore e amicizia, riflette il filosofo Giuseppe Ferraro nel suo libro, presentato in forma di dialogo corale con letture e interventi personali.

Dalla presentazione:

Riprendendo fin dal titolo la celebre sentenza della Gaia scienza di Nietzsche «si deve11174503_10205614272829866_7815537911329873417_o(1) imparare ad amare», l’autore ripercorre la storia del rapporto tra ethos ed eros in filosofia, del sogno d’amore in psicanalisi fino ai legami di separazione. «Amare» non è un imperativo morale, l’impersonale «si deve» non è lo stesso del «tu devi»: imparare ad amare è ciò che impone la vita al mondo, non si può sfuggire, è un obbligo d’esistenza. La riflessione di Giuseppe Ferraro, tra i più attenti studiosi contemporanei dei rapporti tra filosofia, etica e pedagogia, si articola attraverso l’analisi di alcuni capolavori della letteratura, come Anna Karenina e Cime tempestose, e prosegue con l’interpretazione di diversi passi fondamentali dei dialoghi platonici, senza tralasciare uno sguardo attento al tema dell’eros nella psicanalisi freudiana. Imparare ad amare è un saggio intenso e rigoroso, scritto con piglio divulgativo, che interroga la verità della filosofia sui legami di desiderio, amore e amicizia.

Note sull’autore: Giuseppe Ferraro

Docente di Filosofia morale presso l’Università Federico II di Napoli, si occupa in particolare di temi etici, sociali e pedagogici. Accanto all’attività accademica, realizza progetti di filosofia nelle scuole elementari, con i bambini e nelle carceri. Membro del Centro Italiano di Fenomenologia e del Centro Studi di Filosofia della Religione. Tra le sue pubblicazioni più recenti, Etica e pedagogia (2007), L’innocenza della verità (2008), Il disagio del filosofo (2010), L’anima e la voce (2012).

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

19 − 1 =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente X FLORENCE BIENNALE: ECCO LA GIURIA INTERNAZIONALE
Successiva Approvato il primo farmaco in grado di trattare le cause della Fibrosi Cistica

Articoli Suggeriti

Suor Orsola Benincasa: Lectio Inauguralis di Massimo Bray

Firenze, per il giorno della Befana ‘Il Palazzo gioca’: iniziativa del Museo dei Ragazzi in Palazzo Vecchio

Teatro Instabile Napoli: in scena Razzullo e Sarchiapone sotto ‘o tendone

Rose Rosse Relais Di Charme: chef d’eccellenza per gli sposi

SANSEVERO IN BLU: il nuovo progetto dedicato a persone con disturbo dello spettro autistico

Domani, a “La Marinella” di Positano, il primo incontro della rassegna: “Salute, alimentazione e bellezza: tutto quello che molti non sanno”