VitignoItalia 2013: Start-up dell’Anteprima all’Hotel Excelsior


Tavolo Relatori

Nella saletta delle conferenze del Grand Hotel Excelsior di Napoli, in occasione della ormai acclarata anteprima di VitignoItalia, si è aperto il dibattito dal tema ”Gusto internazionale o export internazionale?”.

Hanno partecipato al confronto, moderato dal giornalista del Mattino e Responsabile Slow Wine per Campania, Calabria e Basilicata, Luciano Pignataro, l’On.le Fulvio Martusciello, Delegato dell’Assessorato regionale Attività Produttive e Sviluppo Economico, Chicco de Pasquale Patron dell’evento, Daniela Nugnes, Consigliere Regionale con delega all’Agricoltura, Luigi La Fratta di Agriventure (Gruppo Banco di Napoli – Intesa San Paolo).

La presenza di quest’ultimo nasce proprio dal recente accordo siglato da VitignoItalia con il Banco di Napoli e Agriventure per favorire i processi di internazionalizzazione delle piccole e medie imprese vitivinicole italiane nel Sud Est della Cina.

La domanda fotografa proprio la situazione delle PMI del settore, dove la crisi globale ha fatto da deterrente nell’approccio con i mercati esteri.

L’On.le Fulvio Martusciello conferma il sostegno della Regione Campania a VitignoItalia e sottolinea la necessità di risvegliare i cinque consorzi esistenti e dare vita alle enoteche regionali, che sono state già inaugurate ma che purtroppo non ancora attive.

Luigi La Fratta afferma che Agriventure ha messo a disposizione come sostegno alle imprese, la rete mondiale delle proprie filiali, il progetto “Reti di imprese”, dentro le quali sono inserite anche i settori della logistica e dell’agroalimentare, che permettono alle aziende che aderiscono di fruire di servizi al credito e di informazioni sui mercati esteri del settore.

Il Presidente Chicco De Pasquale che auspica una crescita sempre maggiore di VitignoItalia. Nella prestigiosa location di Castel dell’Ovo: “ Stiamo mettendo a punto un’offerta competitiva per le aziende, vista la situazione congiunturale, cercando di tracciare un profilo di importatore ideale per le aziende del sud: non sarà un’operazione facile, perché, in gran parte, il gusto cinese è ancora orientato verso i vini “marmellata” di gusto internazionale.”

Il Consigliere Daniela Nugnes aggiunge un elemento che spesso sfugge: l’ambiente: “Veniamo purtroppo da un decennio marchiato dal degrado ambientale, dove la nostra bella regione è riconosciuta agli occhi degli stranieri come versatolo di rifiuti”.

La Nugnes prosegue auspicando sinergie tra agricoltura e ambiente, unire le risorse paesaggistiche del territorio a pacchetti turistici collegati al settore, dove il brand “VitignoItalia” possa essere uno strumento di “appeal” per gli stranieri che vengono in visita in Campania. Bisogna quindi prestare molta attenzione alla nuova PAC 2014 – 2020 (Politica Agricola Comune) che a Bruxelles, si sta discutendo e dove l’Italia rischia di rimanere indietro e quindi ulteriormente penalizzata.

Finito il dibattito si è aperto, nel Salone degli Specchi dello storico Grand Hotel Excelsior, il banco di degustazione con circa ottanta cantine nazionali, provenienti da tutto lo “stivale” e di moltissimi produttori che hanno voluto partecipare in prima persona.

Erano presenti diverse eccellenze gastronomiche della Campania e di altre regioni d’Italia. Una sala dell’Hotel è stata interamente dedicata ai prodotti gastronomici di qualità, abbinati con i vini in degustazione, quindi, Mozzarella di Bufala Campana DOP offerta dal Consorzio di Tutela, i Salumi Villani, l’azienda agricola Le Campestre produttore del pregiato “conciato romano”, Casa Barone con i Pomodorini del Pendolo del Vesuvio DOP, magistralmente adagiati sul pane di San Sebastiano al Vesuvio, la Masseria Giòsole di Capua con le conserve e gli ortaggi ed i deliziosi succhi di frutta, Peccati di Capri con i rinomati cioccolatini ripieni a forma di Faraglioni, Taberna Imperialecon i suoi caci artigianali a latte crudo e tantissime altre eccellenze del nostro territorio.

Cantine RAO

Tutti ottimi i vini che sono stati mesciati con maestria nei calici in dotazione agli intervenuti, una particolare attenzione al passito “Bell’Angelo” delle cantine RAO, che ha fatto letteralmente  “girare la testa” a tutti coloro che l’hanno assaggiato.

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Precedente Calcio, Diego Armando Maradona jr. firma per l’ASD
Successiva "Alchimie in villa", profumi e fragranze protagonisti alla seconda edizione

Articoli Suggeriti

Pizzeria Salvo: a San Giorgio a Cremano arriva il Gluten free

Arte, la pittura di Giuseppe Cacciapuoti

Torna in campo la McDonald’s Nola. Domenica al PalaMerliano arriva la Uisp Pozzuoli

Mario Di Costanzo presenta la cassata nera

Markett arriva al Club Partenopeo di Bagnoli con un evento esclusivo

Soulbahia ospiti al Ravigan