ESPOSTA AL MUSEO FERROVIARIO DI PIETRARSA LA NATIVITÀ PIÙ GRANDE DEL MONDO


Al Museo Ferroviario di Pietrarsa è esposta la Natività più grande del mondo.

Le statue che riproducono la Sacra Famiglia, collocate nel padiglione delle ex caldarerie, hanno dimensioni ragguardevoli e sono davvero imponenti con San Giuseppe che spicca su tutte, con i suoi 4,20 metri di altezza, e la Madonna, che ne misura 3,40.

Le gigantesche figure sono state realizzate da artigiani del centro storico napoletano nella Bottega d’arte Presepiale Cantone & Costabile, a pochi passi da via San Gregorio Armeno, conosciuta da tutti come “la strada dei pastori”.

Venerdì 26 novembre, in occasione del periodo natalizio, nello stesso padiglione è stata inaugurata una nuova mostra a tema con opere prodotte dagli studenti del Liceo Artistico  Don Lorenzo Milani di San Giovanni a Teduccio, con l’intento di avvicinare i giovani di quel quartiere a una forma d’arte che affonda le sue radici tra le più antiche tradizioni dell’artigianato partenopeo.

La mostra potrà essere visitata liberamente, fino al 9 gennaio 2022,  durante i giorni di apertura del Museo.

Sempre al Museo di Pietrarsa, infine, tra antiche locomotive e vagoni, sono in esposizione permanente due pregevoli rappresentazioni presepiali, opportunamente protette da  ampie vetrate che consentono di ammirare appieno i particolari e  la raffinata bellezza dei pastori e delle scenografie ricostruite con grande cura.

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciotto − 15 =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente Le atlete Rocchino e Papa a sostegno delle donne afghane con Pangea
Questa è la storia più recente

Articoli Suggeriti

GUERRIERO LUVO ARZANO, BIG MATCH A CATANIA

Uffizi: tornano le visite gratuite alla Collezione Contini Bonacossi

MALATTIE RARE, ASSEGNATI AL SENATO I PREMI GIORNALISTICI OMAR

Pietà de Turchini, un concerto per la Giornata Europea della Musica Antica

Live for Telethon, aspettando la Walk of Life

Nasce il progetto “Pensa alla tua Salute”