Salvatore Pappacena al complesso Zeno di Ercolano presenta la sposa 2020


Domenica 17 novembre, presso il Complesso Zeno di Ercolano è stata presentata la terza collezione di Salvatore Pappacena. Lo stilista, ha fatto sfilare le sue nuove creazioni per la sposa 2020.

A differenza di quella precedente presentata nel magico scenario del Museo Ferroviario di Pietrarsa nell’ambito di Hera, la manifestazione dedicata al mondo del Wedding e del Luxury, nel 2018, quest’anno Pappacena si è ispirato alla protagonista del balletto classico per eccellenza “ Il lago dei cigni”, Odette.

La sposa 2020 di Salvatore Pappacena si ispira alle favole: storie d’amore raccontate attraverso gli abiti, un intreccio di tessuti leggeri, di tulle, di chiffon, di seta e di sentimenti… infatti l’idea è proprio quella di far sognare, poiché la donna che li indosserà saprà di vivere la propria favola nel momento stesso in cui l’abito sarà a contatto con la loro pelle!!

Anche gli allestimenti sono stati concepiti per creare l’atmosfera da fiaba: Il defilé, è stato presentato dalla bellissima e seducente Paola Mercurio, e si è svolto in due momenti: il primo – ispirato al cigno nero – con protagonisti abiti destinati a donne forti e determinate, sicure di mettersi in mostra senza nessuna remora; il secondo – ispirato al cigno bianco – caratterizzato dagli abiti da sposa, con pregiati pizzi francese, ricami, cristalli, che richiamano proprio il mondo della danza, destinati a donne soavi, romantiche ma allo stesso tempo sicure di ciò che vogliono indossare.

A fine sfilata i giornalisti hanno rivolto alcune domande al Pappacena: “La rappresentazione tra il cigno bianco ed il cigno nero è come una metafora che nell’immaginario collettivo rappresenta l’eterna lotta tra bene e male che lei ha rappresentato con i suoi abiti che, a mio parere sono come le due facce della stessa medaglia : una donna forte e determinata che sa ciò che vuole e l’altra più romantica e leggera ma comunque sicura di se. La domanda che le rivolgo quindi è quale abito preferisce di più lo stilista Salvatore Pappacena e quale il Salvatore Pappacena uomo?” Come ha vissuto la sfilata della sua terza collezione. A quale personaggio noto vorrebbe confezionare un suo abito.

“Lo stilista e l’uomo vanno di pari passo… quindi tutti i capi sono miei figli e li amo allo stesso modo ma di sicuro, quello a cui tengo di più, è il capo di punta. La sfilata – che è andata benissimo dato gli applausi quasi ininterrotti – l’ho vissuta con emozione. Ogni anno è sempre meglio, cerco di migliorarmi ed ogni abito ha dentro di se qualcosa che mi fa creare quello successivo. L’acquirente ideale è la donna di tutti i giorni, semplice, capace di apprezzare il mio operato, naturalmente le V.I.P. sono le benvenute l’importante è renderle felici, farle vivere, anche solo indossando un mio abito, la loro favola”.

Note biografiche dello stilista:

Salvatore Pappacena, ha sempre avuto la passione della moda fina da piccolo quando cuciva abiti con i ritagli di stoffa avanzati dai vestiti che le sarte realizzavano per sua nonna.

Grazie ai suoi studi presso il liceo artistico prima e l’Accademia della moda poi, alle sue varie collaborazioni con famose case di moda, è entrato di diritto nell’olimpo dei couturier campani.

Partner dell’evento:

Eventi Mediterranei srl , Clarence Management, Carmine Di Siero Fiorista, DVBS produzioni video, Complesso Zeno, Serendipity di Trocciola Sara wedding & Event, Fotografo Carlo Ferrara.

Technical partner makeup: Accademia Trucco Liliana Paduano, White star Solutions Diego Tartaglione, Albano, D’amico parrucchieri, I Diana parrucchieri.

Elena Simonetti

 

Foto di Elena Simonetti

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Precedente DI MAIO: INCONTRO PUBBLICO CON I CITTADINI DI PORTICI
Questa è la storia più recente

Articoli Suggeriti

ATTORNO A KLIMT. Giuditta, eroismo e seduzione: in mostra a Mestre

Regali rock style per la Festa del Papà griffata Pietro Ferrante

Festa del libro: presentazione volume di Vincenzo Mazzeo

ALLA MAKER FAIRE DI ROMA IL ‘BATTESIMO DEL VOLO CON I DRONI’ E LE INSTALLAZIONI DELLA LINK CAMPUS UNIVERSITY

Gli angeli dell’estate, al via il piano della protezione civile

INTEGRAZIONE EUROPEA AL ROTARY POSILLIPO