DI MAIO: INCONTRO PUBBLICO CON I CITTADINI DI PORTICI


Sabato 16 novembre Tour Politico di Luigi Di Maio in Campania. Il capo politico dei Cinquestelle nonché Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale nel Governo Conte II, dopo la colazione con gli attivisti a Pomigliano si è spostato a Casoria per presenziare all’iniziativa ‘Alberi per il futuro’. Pranzo con gli attivisti a Pozzuoli, nella zona del porto. Nel pomeriggio visita alla Cava Alma di Villaricca dove ha incontrato i cittadini del posto. Di Maio ha poi concluso il suo tour a Portici per un incontro pubblico con cittadini e attivisti al teatro De Filippo in Corso Umberto, dopo aver effettuato la piantumazione di un albero nella villa Comunale.

In teatro erano presenti tra gli altri: Valeria Ciarambino, Consigliere Regionale Campania, Sergio Puglia, Senatore della Repubblica, Tommaso Malerba, Consigliere Regionale Campania.

L’incontro organizzato magistralmente dai Consiglieri comunali, Alessandro Caramiello e Domenico Avolio e dagli attivisti di Portici,  ha visto una sala gremita del teatro.

Un’ovazione ha accolto l’entrata di Luigi Di Maio che ha salutato la delegazione dei lavoratori dello stabilimento Whirlpool di Napoli, e altre delegazioni di lavoratori.

Alcuni interventi della serata:

PugliaNoi siamo dal 2006 sul territorio, portiamo avanti le idee, non siamo ne di destra ne di sinistra perché se un’idea è buona, è buona a prescindere, noi siamo per le cose buone indipendentemente da chi li presenta”.

Ciarambino: “Appello alle forze buone di questa regione dobbiamo coinvolgere chi costruisce opportunità per il nostro territorio, dobbiamo coinvolgere le persone che portano competenza ed amore per la loro terra: la Campania”.

Di Maio:Vi ringrazio tutti siete tantissimi stare qui con voi è una boccata d’aria… sono passati 10 anni ed adesso c’è bisogno di un momento in cui ci vediamo e riprogrammiamo i prossimi dieci anni. Dobbiamo individuare un momento per gli “Stati generali del Movimento”… e ancora” il Team del Futuro sarà pronto entro metà dicembre una nuova organizzazione che dovrà supportare l’attività del capo politico. Una sorta di segreteria composta da 12 persone – una per area tematica – a cui sarà dato il nome di “facilitatori”…spesso mi accusano che alzo troppo la voce quando non ci fanno ottenere qualcosa. Ma noi facciamo tesoro di ciò che è accaduto al governo precedente: o otteniamo i risultati, nell’interesse di chi ci ha votato, oppure non ha senso”. 

Elena Simonetti

 

Foto Elena Simonetti

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 − 3 =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente “Giuseppe Moscati, un uomo tra fede e scienza”. Itinerario teatralizzato dalla Chiesa del Gesù Nuovo
Successiva Salvatore Pappacena al complesso Zeno di Ercolano presenta la sposa 2020

Articoli Suggeriti

MAGNA GRAECIA FILM FESTIVAL, AL VIA LA XIII EDIZIONE

JobDayDemi: oltre 500 giovani incontrano più di 60 imprese

Aumentano le bottiglie di Primitivo di Manduria

Immigrazione, clandestini chiedono di lasciare Porto Torres

Madonnina in lacrime a Macerata Campania

Coronavirus: il Rotary Club Catanzaro dona termometri infrarossi al Pugliese