Augusta, ecco lo strepitoso Circo Lidia Togni


Entusiasmo a non finire, brio e crescente allegria è la magia del Circo Lidia Togni, che con le sue meravigliose attrazioni premiate al Festival Internazionale del Circo di Montecarlo, continua con successo il suo tour nel siracusano. Tappa ad Augusta dal 21 al 25 giugno sito in Corso Sicilia (Stadio), è pronto ad accogliervi con il suo maestoso e confortevole chapeau. In programma due spettacoli al giorno alle 18.30 e alle 21.15; lunedì 25 giugno unico spettacolo alle ore 18.30.

Il circo Top Class, apre il suo spettacolo con la star della pista, Vinicio Togni Canestrelli, figlio di Lidia e direttore del complesso circense, universalmente riconosciuto come il più esperto e prestigioso addestratore a livello internazionale. Il direttore del complesso circense, vanta della straordinaria giostra equestre, premiata con il Clown d’Argento dalla Principessa Stephanie di Monaco, al Festival del Circo di Montecarlo e con la Medaglia commemorativa della Presidenza della Repubblica Italiana al Festival del Circo d’Italia, Città di Latina. Un’attrazione che mette in risalto la perfetta simbiosi tra uomo e cavallo, con la presenza di ben 30 esemplari di diverse razze: lipizzani austriaci, frisoni olandesi, crioli argentini, palomini lusitani e ponies dello Shetland.

Vinicio Togni, sempre alla ricerca di novità, quest’anno presenta, con grande maestria, animali di bellezza unica come. i leoni bianchi, attrazione premiata al Festival del Circo di Montecarlo e al Festival del Circo d’Italia Città di Latina, dove ha ricevuto il premio del SIAC, il Sindacato degli Addestratori d’Europa. Domina ancora la pista, il direttore, affiancato dai figli Vinicio Junior Togni e Giorgia Togni, con il numero degli animali esotici: cammelli, dromedari, asinelli della Siria, lama, vatussi, lo yak, l’hungarian grey. Quello del Circo Lidia Togni è uno show di grandi esclusive, con l’adrenalinica attrazione delle moto nel globo d’acciaio, i motociclisti della troupe “Diavoli Latini” che sfrecciano e si incrociano ad altissima velocità in una piccola sfera d’acciaio; i “Bad Boy” acrobati spericolati alla ruota della morte al ritmo di melodie sudamericane; la troupe “Murcia” funamboli a grande altezza da cardiopalma; gli esilaranti clowns Lele’, Remachin, Viny, Pin Pin e Cornettin; il verticalista Christian Ferney con esibizioni di forza fisica ed abilità; la contorsionista Mayerly che grazie ad un’insolita flessibilità del corpo riesce ad eseguire pose uniche con grande forza ed eleganza; l’antipodista Jennifer Barlay-Brescianini, sinuosa artista che con la sua specialità, volteggiare con i piedi cilindri, palloni…affascina il pubblico. Uno spettacolo tutto da scoprire, che dona forti emozioni e tanto divertimento.

Ad accompagnare gli spettatori, alla scoperta del mondo magico del circo, quello della pura tradizione di casa Togni, c’è il clown bianco Marcello, una figura di quelle immortalate dal grande regista Federico Fellini nei suoi celebri film. Uno show entusiasmante, coinvolgente e di estrema qualità che coniuga tradizione ed innovazione, garantito da Vinicio Togni.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito www.circolidiatogni.net Oppure la pagina facebook Circo Lidia Togni.

 

 

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Precedente Su La5 a dicembre arriva iBand, innovativo talent per band e cori musicali
Successiva ASPETTANDO IL FESTIVAL ANIMAVì: INCONTRI, PRESENTAZIONI E LA PROIEZIONE DE ‘LA STRADA DEI SAMOUNI’

Articoli Suggeriti

Museo degli Argenti di Palazzo Pitti: il vestibolo s’arricchisce della “Fama”

Festa di Natale al Museo e Parco Archeologico Nazionale di Locri

L’Ensemble Daedalus e Marco Beasley in concerto rileggono la moresca napoletana

La Bellezza nei secoli a Salerno. Conversazioni con la città per conoscere il centro storico

Cosenza, notte dei Musei fra suoni e visioni

Museo Cappella Sansevero nella prima classifica stilata dal Financial Times