A Napoli con Pharmexpo il “Dental Village”


Torna anche quest’anno a Napoli, nell’ambito di Pharmexpo, il “Dental Village”: un intero padiglione coordinato dall’Andi di Napoli in cui il mondo del dentale scende in piazza e s’incontra dal 23 al 25 novembre negli spazi espositivi della Mostra d’Oltremare di Napoli.

Anche quest’anno a prendere parte alla manifestazione saranno praticamente tutti i professionisti del settore nei suoi vari segmenti, per una vera e propria festa dell’odontoiatria con più di 1100 pre-iscritti a fronte di oltre sessanta espositori, un vero record per qualsiasi evento di settore.

La kermesse coincide peraltro con la celebrazione del centenario dell’istituzione della professione odontoiatrica e, quindi, quale migliore occasione per condividere con tutti la celebrazione: medici, odontoiatri, igienisti, odontotecnici, assistenti di studio, studenti ma anche operatori commerciali ed aziende saranno quindi coinvolti in una serie di iniziative tese a mantenere vivo un settore che rappresenta ancora un baluardo della sanità.

A tal fine, già in apertura della manifestazione venerdì 23 novembre il presidente dell’Andi partenopea Carmine Anzisi presiederà una tavola rotonda sul futuro di questa professione, che in virtù delle ultime riforme del Governo tende sempre più ad assumere i connotati dell’impresa, nel bene e nel male.

Il programma scientifico è del resto ricco di sessioni per tutti i settori. Quelle che riguardano gli odontoiatri sono state organizzate pensando ai problemi quotidiani del clinico, badando sia all’aspetto pratico che a quello puramente scientifico. Si farà inoltre il punto sullo stato dell’arte in implantologia, si affronteranno i problemi della medicina interdisciplinare insieme a specialisti di altre branche ma si ascolteranno anche i colleghi impegnati nel” pubblico” ed infine saranno esplorate le nuove frontiere della gnatologia e della posturologia.

Ci sarà anche il “momento” per consegnare il premio alla carriera a chi negli anni si è dedicato con amore e dedizione alla professione, dando lustro cercando di non fare troppo rumore: il dottore Matteo Cassese.

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

otto + 17 =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente Miur finanzia la riqualificazione di cinque scuole di San Giorgio a Cremano
Successiva IV reparto mobile di Napoli sotto accusa

Articoli Suggeriti

Lo Zoo di Napoli non si è fermato e non si fermerà, anche se a porte chiuse

Art De Coo: arte con oggetti riciclati per aiutare i bambini palestinesi

Ritorna l’hospitality del Festival di Sanremo con STEFANO ANTONIO SERRA e il suo DREAM MASSAGE

Da Sorbillo arriva la Pizza Modigliani

Anna Cimenti presenta “AFTER THE RAIN”

‘Vanvitelli sotto le stelle’, presentato il programma della rassegna