ROTARY POSILLIPO: PISANTI CEDE IL COLLARE A QUIRINO


Una serata galvanizzante. Il Rotary club Napoli Posillipo ha celebrato il Passaggio del Collare sulla terrazza panoramica dell’istituto di pena di Nisida diretto da Gianluca Guida: la scelta dell’insolita location è stata determinata dalla volontà di sottolineareil fattivo apporto che il club fornisce alla struttura penitenziaria grazieai progetti – in essere e in divenire – di recupero dei giovani presenti nel carcere minorile di Nisida, incentratisulla formazione e la dignità del lavoro. L’incontro, magistralmente guidato dal presidente in carica del Rotary club Napoli Posillipo Paolo Pisantiaffiancato dalla consorte Rita Maiorino, ha registrato la presenza di varie Autorità Rotariane tra cui P.D.G. Massimo Franco, i PastGovernorGiancarlo Calise, Guido Parlato, Salvatore Iovieno, il Formatore Distrettuale Ugo Oliviero, il Segretario distrettuale Antonio Ruocco, il Prefetto distrettuale Renato Coluccia, Daniela Gravino Assistente del Governatore 2021 – 22  Distretto 2101e di personalità del mondo politico, economico e sociale come il capo della squadra mobile Alfredo Fabbrocini, l’artista Lello Esposito (artefice delle sculture argentee assegnate in premio ai rotariani), il direttore dell’Apple Academy Giorgio Ventre, Samuele Ciambriello, il maestro Michele Campanella, il presidente dell’ordine degli ingegneri di Napoli Edoardo Cosenza.

La serata è iniziata con Aperitivo a braccio  e proseguita con una squisita cena preparata dal catering della Onlus Monelli tra i Fornelli guidata dal Presidente Luca Pipolo, mentre nell’aria si diffondevano le note del Coro Gospel dell’Accademia pianistica della scuola napoletana di Vincenzo Vitale che ha accompagnato gli ospiti dal crepuscolo sino al tramonto.

La scelta della  struttura come luogo del passaggio di consegne sintetizza i motti rotariani dell’anno uscente ed entrante, ovvero “il Rotary crea opportunità” (tema presidenziale 2020/21 annunciato all’ Assemblea Internazionale di San Diego dal Presidente Internazionale Eletto HolgerKnaack) e “Servire per cambiare le vite”, il motto del Presidente Internazionale del Rotary 2021 – 22  (l’indiano Mehta Shekhar): il profondo significato dei temi presidenziali, che cambiano ogni anno, è quello di dimostrare che il Rotary non è un club come tanti altri a cui partecipano esponenti di uno stesso ceto ed estrazione sociale ma che, invece, è una mano tesa verso il prossimo in difficoltà, un concentrato di possibilità infinite che – come auspicava il suo fondatore Paul Harris – porge un prezioso contributo all’umanità, aiutando a far crescere materialmente e moralmente non solo i suoi associati ma soprattutto i destinatari dei progetti di servizio rotariani.

Il presidente Pisanti – che ha ricevuto l’ennesima Paul Harris a testimonianza del suo valoroso impegno rotariano – ha consegnato riconoscimenti a tutti i soci del consiglio per il lavoro svolto in questi anni e una PHF “Per il costante impegno, la vicinanza, il sostegno, nella realizzazione dei progetti e service in un anno difficile, per confermate il nostro motto annuale: INSIEME più opportunità aBruno Amato, Presidente della Commissione Rotary Foundation,Massimo Petrone, Tesoriere, Angelo Turco Segretario, Fabrizio Pallotta Presidente della Commissione Progetti, Carlo Ruosi, Presidente Commissione per le FF.AA., Maurizio Maddaloni, PastPresident e Presidente della Commissione Effettivo.

 Pisanti ha poi dichiarato: “Il Rotary crea opportunità poiché attraverso il nostro service e la formazione al lavoro contribuiamo a dare opportunità ed a cambiare le vite :  con la nostra festa sosteniamo i progetti di recupero dei giovani reclusi  a cui siamo lieti di infondere coraggio e fiducia per un positivo reinserimento nella società. Abbiamo seguito le indicazioni del Presidente Knaack. Il Rotary è attento alle realtà locali ma anche a quelle mondiali  e realizza progetti con l’obiettivo di creare opportunità, di avvicinare ed integrare, costruttivamente, visioni e culture, fortemente differenti tra loro. chiamati ad impegnarsi maggiormente al rispetto delle diversità con una maggiore propensione alla comprensione al colloquio, all’incontro. Un Rotary che vuole essere presente e protagonista del cambiamento della società, con la consapevolezza di riunire parti importanti della classe dirigente e, quindi con una responsabilità che, pur rimanendo lontano dai partiti si può definire “politica”, nel senso più alto del termine che richiama al civismo della polis”: pertanto, abbiamo cercato con le nostre azioni di service, grandi e piccole, di creare opportunità per tante persone bisognose del nostro aiuto poiché siamo convinti che ogni cosa che facciamo crea nuovepossibilità per qualcun altro, qui o nel mondo.  La pandemia ha impresso un marchio di paura nelle nostre vite, un azzeramento planetario di tante attività, una coltre buia di malattia, morte, incertezza del futuro, da cui dobbiamo risollevarci : così diamo opportunità a chi soffre o si dibatte in difficoltà affinchè tutti insieme si possa proseguire nel nostro percorso, raggiungendo nuove altezze.”

A sua volta, la nuova Presidente Ada Quirino ha evidenziato che il suo intento è quello di dedicarsi ai progetti sociali ed utili alle fasce deboli della città preferendo così il motto del fare a quello dell’apparire: “Il Rotary Posillipo intende sviluppare la sua azione all’insegna di valori come la sobrietà e la solidarietà e lo testimonia anche con la festa, che è stata un’occasione di gioia, profonda e vera, all’insegna del valore dell’amicizia rotariana, che si traduce nel camminare insieme, progettare insieme, servire insieme al di sopra di ogni interesse personale”.

In questa direzione, il motto del Presidente Internazionale entrante “Servire per cambiare vite”, sarà assunto come guida per l’attività del Rotary Posillipo sul territorio: servire per cambiare le vite. Un’esortazione verso i soci del Rotary affinché siano a essere più coinvolti nei progetti di service, così affermando che prendersi cura e servire gli altri è il modo migliore modo di vivere perché cambia non solo la vita degli altri, ma anche la nostra.

Visti tra i partecipanti, il professor Vincenzo Roberto Argenzio, l’imprenditore farmaceutico Massimo Petrone, l’avvocato Graziella  Ausiello, l’imprenditore Carlo Palmieri, il titolare Turco luxury service Angelo Turco, il titolare Quick Parking Massimo Vernetti, Fabio Ayala, Maurizio Maddaloni con Ada Puca, il professore Carlo Ruosi, il professore Raffaele Scarpa, Pasquale Malva con Armida Parisi, Franco paolo Alberico,Mariolina Coppola, AdeleCorvino, Edoardo e Annamaria Sabbatino, Elio de Rosa, il prefetto uscenteFlavia Fumo, Paolo Giuliano con Beatrice Cecaro, Vincenza Eleonora Iodice, il Prefetto entrante e referente COVID Luigi Morgera,Alessandro Raffone, Maria Paola Sabbatino, Maria Simona Sabatino, Anna Maria Maddalena Terracciano, Anna Della Ragione, Randa Ghattas, Simonetta de Chiara Ruffo,il notaio Roberto Altiero con la moglie Daniela Farone.

 

 

LAURA CAICO

 

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × 4 =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente Michele Longobardi classe 2007 firma per la Juve Stabia Under 15 Nazionale
Questa è la storia più recente

Articoli Suggeriti

Skill Factory, corso di programmatore Java EE 6.0

Teatro, nasce “Il Primo sotto le stelle”

GUERRIERO LUVO ARZANO CEDE AL CASAL DE PAZZI

Tv Luna, Careca ospite di ADL con Carlo Alvino

Due proposte emerse dal “Sabato delle Idee” dedicato al futuro del Porto di Napoli

I POLIZIOTTI IN PIAZZA RISCHIANO L’ERGASTOLO