‘Vanvitelli sotto le stelle’: sabato il gran finale


Sarà la commedia ‘Il Grande Passo’ di Antonio Padovan interpretata dagli irresistibili Stefano Fresi e Giuseppe Battiston, per la prima volta insieme sullo stesso set, a decretare il gran finale – sabato 12 settembre alle ore 20,30 – della seconda edizione della rassegna cinematografica gratuita all’aperto ‘Vanvitelli sotto le stelle’, promossa da Confcommercio con il patrocinio del Comune di Caserta. Il film, presentato con successo al Torino Film Festival, racconta la storia di due fratelli, caratterialmente molto diversi tra loro, alle prese con una mission impossible che solo la forza dei sogni e il legame familiare potranno, forse, aiutare a compiere. Nel cast anche Flavio Bucci, Roberto Citran e Camilla Filippi. Quello di sabato sarà il settimo e ultimo appuntamento di una rassegna che ha ottenuto un largo consenso di pubblico, facendo registrare ogni settimana il tutto esaurito. Tanti gli artisti – registi, produttori, sceneggiatori, attori – che si sono alternati sul palco di piazza Vanvitelli per regalare ai cittadini, con le loro opere, un momento di svago e spensieratezza, spunti di riflessione e senso di comunità in un momento così particolare come quello che stiamo vivendo. A sostenere la rassegna ben nove partner che hanno aderito con entusiasmo all’appello lanciato da Confcommercio. Si tratta della catena di supermercati Md, main sponsor della rassegna, l’Agenzia per il Lavoro ‘Gi group’, Italia Paghe srl, Vanessa sound srl, la concessionaria Twins spa, la pizzeria Sunrise, il Team Fashion parrucchiere unisex, Fashion Club scuola per parrucchieri e il centro estetico Sun&Beauty.

SINOSSI

Da quando a sei anni, in una notte d’estate del 1969, Dario Cavalieri ha visto in diretta le immagini del primo sbarco dell’uomo sulla Luna, non ha mai smesso di volerci andare. ‘Luna Storta’, così lo chiamano in paese, ha dedicato tutta la sua vita a quel sogno impossibile, perché i sogni, come gli disse quella notte suo padre prima di scomparire senza dar più notizie di sé, sono la differenza tra gli esseri umani e gli animali.Mario Cavalieri gestisce una sonnolenta ferramenta di quartiere a Roma, fino al giorno in cui la sua svogliatissima esistenza viene sconvolta dallo squillo del telefono. Suo fratello Dario ha causato un incendio ed è finito in prigione. La madre di Dario è morta da anni, il padre ha detto di non poter venire, così Mario si ritrova ad essere l’unico parente che può occuparsi di quel fratello che ha visto una sola volta in vita sua. Mario esita, riflette, dubita, poi decide di partire verso il nord.
I due fratelli, tanto simili fisicamente quanto differenti caratterialmente, si ritroveranno soli di fronte a un’impresa impossibile.

 

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quindici − dodici =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente Gaetano Sannino (Verdi-Il Cittadino): voglio una città con servizi sociali efficienti e un'ecologia migliorata
Questa è la storia più recente

Articoli Suggeriti

#ijf13 international journalism festival

I bambini di Forcella in scena con “IL VESTITO NUOVO DELL’IMPERATORE”

Università, turismo post Covid nel corso della Federico II di Napoli

L’Amministrazione Comunale di San Giorgio a Cremano celebra il 25 aprile

Il progetto fotografico FotooppostE di Luca Abete ed Elena Givone in anteprima nazionale

Anton Cechov in scena a Roma