IL CAPODANNO INIZIA DA ANTONIO & ANTONIO


Una tradizione consolidata. Il primo dell’anno si festeggia sul lungomare di Napoli: non solo i partenopei la pensano così ma anche migliaia di altre persone che approdano negli ampi spazi che costeggiano il Borgo marinaro – tra turisti provenienti da ogni parte d’Italia, stranieri e campani delle altre province – per regalarsi una full immersion di sole, brezza marina, incanto visivo e un pranzo stellare. Eh già, perché il coronamento della magnifica giornata che apre le porte a un nuovo anno va siglata anche con un pranzo da re, con il buon augurio che possa ripetersi per tutto l’anno: pertanto, è la folla delle grandi occasioni quella che anche in questo Capodanno 2020 ha invaso i 3 ristoranti Antonio &Antonio, Gusto &Gusto e Acquolina che fanno parte della catena di ristorazione Antonio &Antonio Group, assiepandosi in file incredibili pur di potersi accaparrare un tavolo.

Turisti, clienti abituali, amici, famiglie intere che si sono concessi il privilegio di gustare un ottimo pranzo sotto un fantastico sole hanno celebrato in grande stile il primo giorno del nuovo anno: quale  fantastica opportunità per tutti, poter pranzare all’aperto in pieno inverno, scaldarsi ai raggi della stella madre del sistema solare e ammirare Castel dell’Ovo e il panorama del Golfo, dove la luce si riflette su un mare di zaffiro, vellutato e calmissimo, mentre altrove si gela e si è flagellati da venti sferzanti?  Il pranzo è la “ciliegina sulla torta” di una giornata così  – davvero memorabile e di ottimo auspicio – già pervasa dalla fragranza di profumi del Mediterraneo e dei piatti della tradizione culinaria napoletana. Malgrado l’overbooking di prenotazioni, i titolari Della Notte – il presidente della Fiep Federazione Italiana Esercizi Pubblici Antonino con il figlio Antonio Della Notte jr e con i cugini Sara, Silvano e Antonio sono in pole position per accogliere affabilmente tutti e offrire un calice ghiacciato a chi attende di poter entrare: gli occhi degli astanti saettano fra i tavoli osservando attentamente i piatti che vedono passare e pregustandoli mentalmente, selezionando già una serie di ordinazioni che aumentano l’appetito e la voglia di assaporarli. Richiestissimo il profumatissimo spaghetto alle vongole rosè, il pacchero allo scorfano, la linguina all’astice, il risotto ai frutti di mare: ma non da meno sono le pizze (tra cui furoreggia quella particolarissima con maialino nero casertano, pesto di pistacchio e mozzarella), le fritture di calamari e gamberi, le impepate di cozze e quanto di meglio offre il pescato rigorosamente di giornata giacchè qualità, freschezza e cura maniacale del cibo sono regole ferree di Antonio &Antonio Group. A tale proposito Antonino della Notte, Consigliere al turismo della camera di commercio di Napoli, ha dichiarato “Napoli è tornata in testa alla classifica delle mete più ambite per le vacanze di ogni periodo dell’anno e delle feste più importanti: siamo davvero felici di vedere tanti turisti che vengono qui e si fermano per conoscerla nelle sue bellezze, senza fuggire subito verso la costiera o le isole come avveniva prima. Noi imprenditori siamo in prima linea per offrire la migliore accoglienza possibile, assicurare un buon servizio e dare ai visitatori e ai nostri clienti la reale percezione dell’operosità partenopea che non guarda al riposo ma alla soddisfazione di un lavoro – qualunque esso sia – fatto bene e fino in fondo.” A conferma delle sue parole, ancora risuona sul lungomare più bello d’Italia l’eco del successo del Cenone di Capodanno predisposto nel ristorante Acquolina dove i fortunati ospiti hanno potuto degustare un menu favoloso composto da un benvenuto con coppa di prosecco, spiedino di gamberi e salmone mandorlato su crema di patate al limone, seguito dall’entrèe di insalata di mare con verdure croccanti e ostriche e centrotavola di baccalà fritto della tradizione. Ricercati anche i primi piatti, un duetto sublime di paccheri di Gragnano con astice e ravioloni di pescatrice con frutti di mare e pomodorini gialli abbinati a vino greco Orneta: delicatissimo il turbante di spigola ripieno di provola e pomodorini con verdure gratinate e immancabile il gran finale con carpaccio di ananas al Grand Marnier e babà napoletano, accompagnati dalle bollicine di Berlucchi Franciacorta. Riuscitissimo anche il veglione organizzato a Villa Posillipo – altra struttura per ricevimenti di Pozzuoli dell’accorsata catena di ristorazione – dove oltre 200 invitati hanno partecipato a una serata faraonica conclusasi fra musica, balli, animazione e brindisi solo alle prime luci dell’alba: un ulteriore affermazione della professionalità di Antonio & Antonio Group e un inno alla bellezza, all’eleganza, alla gioia di vivere che solo i napoletani sanno esaltare in modo tanto mirabile e che rende così speciale l’inimitabile terra di Partenope.

 

LAURA CAICO

 

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Precedente RFI, LINEA NAPOLI - SALERNO: TORNANO I TRENI FRA TORRE ANNUNZIATA E SANTA MARIA LA BRUNA
Questa è la storia più recente

Articoli Suggeriti

Legambiente Campania premia Comune di Brusciano

La Dream Ballet Academy si esibisce al Teatro Politeama

La Calabria com’era. Fotografia e fotografi tra ‘800 e ‘900 a Palazzo Arnone

MANAGERITALIA SCEGLIE NAPOLI PER L’ASSEMBLEA NAZIONALE

Scontri Roma, il Coisp: “Bentornato Ministro dell’Interno”

Poliziotti, ritardo nei pagamenti