Al Joia, l’ottava edizione del “Premio Facenight”


https://www.facebook.com/gianlucagrimaldiphotographer

Due giorni. Tanto manca all’ottava edizione del “Premio Facenight 2019”, il riconoscimento più ambito tra coloro che lavorano nel mondo dei club e dell’intrattenimento notturno. Campano e non solo.

Ad ospitare il gran galà, ideato e diretto dal giornalista Tommy Totaroin collaborazione con Antonello Fornaro, sarà come da tradizione, il Joiadi Sant’Antimo (Napoli), club esclusivo, che ben si sposa con il mood del premio in programma per giovedì 24 ottobre, a partire dalle 21.30, con ingresso gratuito e gadget per tutti.

Parole d’ordine: entusiasmo, divertimento, qualità, cultura ed originalità, per una serata unica, che vedrà salire sul podio le location e i professionisti più amati del by night nostrano. Dai migliori Summer e Winter club al best Security staff, dal pr più votato alle più seguite live band, passando per bartender, dj impegnati nei vari generi musicali, fotografi e ragazze immagine.

Ben 24 premi per altrettante categorie più 5 riconoscimenti speciali, che saranno consegnati sull’insolito blue carpet da testimonial d’eccezione. Tra questi: il giornalista Vanni Fondi, il principe David Vallarelli Braccio d’Oria, la “regina della notte” Tina Lepre, il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli, il vincitore del programma Mediaset “All Together Now” Greg Rega, il curatore della Fiera Discodays Vincenzo Russo, Mario Maisto di Xelyus e Paolo Traverso, tra i primi organizzatori di eventi techno a Napoli negli anni ‘90. E, ancora, Sara Carbone, Baby Jane, Antonio Esposito, Roberto Perna, Drama e Davide Favetta.

In questo rush finale, fervono – come prevedibile – gli ultimi preparativi per gli Oscar della notte, che si avvalgono della collaborazione dell’Ombni – Osservatorio sul mondo del by night italiano e del patrocinio morale del  Consiglio Regionale della Campania.E, se sui nomi dei 24 vincitori aleggia al momento ancora suspense e un pizzico di mistero, l’organizzazione ha però deciso di svelare i destinatari dei premi speciali. Best Set Designer: Quintino Baltelli (Flower Power Ibiza); Best Woman Dj: Hito e Best Costume Designer: Roberto Savarese (Mickey Mouse), mentre ilPremio Xelyus come Best Tecnico Service andrà a Gino Romano.

Ma non finisce qui. Sì, perché il gran galà darà anche il via al format itinerante “Facenight Experience on tour”, che approderà nei principali locali della Campania e il cui ricavato sarà devoluto in beneficenza alla onlus Progetto Pace di Soccavo. Previsti, tra l’altro, un’autentica mostra all’insegna di flyer d’annata, la partecipazione di alcuni vincitori del Premio, giochi interattivi e ricercati gadget, come le collane disegnate dall’artista Alexandra dell’Atelier della Fantasia.

Le 24 categorie in gara

Best Bartender, Best Lounge Bar, Best Winter Club, Best Summer Club, Best Live club, Best Live Band, Best Vocalist, Best Pr, Best Promoter, Best Producer Manager, Best Dancer, Best Security Staff, Best Radio Show, Best Dj  Dance/Commerciale, Best Dj Techno, Best Dj Tech House, Best dj House, Best Dj Latin/Reggaeton, Best Dj Hip Hop/Urban/Trap, Best Dj Producer, Best Dj Girl, Best Photographer, Best Influencer/Image, Best Night Food Point.

Gran Galà “Premio Facenight 2019”

Giovedi 24 ottobre – ore 21.30

Joia – Corso Europa 45 – Sant’Antimo (Napoli)

Ingresso gratuito

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Precedente Napoli nobilissima: l'omaggio di NarteA alla guida culturale di Croce e Di Giacomo
Successiva Candlelight Experience : Palazzo Venezia si avvolge di una suggestiva atmosfera a lume di candela

Articoli Suggeriti

Pubblicata una ricerca dei ricercatori neozelandesi:
la mozzarella “trionfa” sulla pizza

POLLENA TROCCHIA: A VILLA CAPPELLI IL PRESEPE VIVENTE CON I NOBILI

Il virtuoso della chitarra Edoardo Catemario in “Contemporaneamente Bach”

AGOSTO AL MUSEO: IL GRANDE SCHERMO PROTAGONISTA DEL NOVECENTO CON ‘GORMLEY ON THE SCREEN’ E I FRATELLI TAVIANI

Torna la moda all’ombra del Vesuvio

“12” in mostra a Palazzo Fortuny a Venezia