NAPOLI: GIOIELLI ESCLUSIVI DA BARBARA PISANO


Il nuovo trend del 2019. Dopo aver salito tutti i gradini del lusso, PISANO 1948 – recentemente inaugurato in Via Calabritto 24 – lancia la nuova tendenza di possedere un gioiello italiano personalizzato, unico e fatto a mano: non bijoux firmati o gioielli multipli ma creazioni fatte a mano, in pezzi unici, da artigiani italiani, ideate e disegnate da Barbara Pisano. L’azienda Bruno & Pisano ha presentato la sua nuova chicca che “lascia trasparire l’eleganza e l’esclusività che l’ha sempre contraddistinta tra le strade di Napoli, dopo aver abitato Via Calabritto per settant’anni con marchi esclusivi come Cartier, Damiani, Trussardi, La Bancarella e Cacharel (che fu il primo franchising in Italia) – ha dichiarato la titolare Barbara Pisano – e siamo orgogliosi di coniugare tradizione e innovazione con queste proposte che mirano ad assecondare le esigenze di una clientela raffinata che rifugge dalla banalità e ama circondarsi di oggetti esclusivi.”

Anche Antonio Pisano, patriarca della famiglia che domina il cuore elegante della città con le sue lussuose boutiques, ha affermato “Noi siamo sempre attenti al mutare dei tempi e li anticipiamo con un ininterrotto work in progress, concentrati a cogliere inclinazioni e tendenze della moda, dell’abbigliamento in generale, degli accessori e dei gioielli: allo stile classico abbiniamo anche idee innovative per accontentare chi vuole mantenere alti standard di vita e consuetudini di alto profilo. Per questo proponiamo sempre nuove idee alla clientela più esigente: anche i nostri negozi risentono di questo dinamismo e siamo pronti a trasformarli in palcoscenici su cui va in scena la vera eleganza.”

 

LAURA CAICO

 

 

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × 1 =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente Assoutenti: “L’Antitrust ha bocciato il regolamento del trasporto marittimo perché non garantisce la popolazione
Successiva DELIZIE D’AUTORE IN CASA NARDONE

Articoli Suggeriti

La tecnologia 3d arriva in sala operatoria all’Umberto i di Nocera

Sarno, presentata una indagine sui bisogni dei migranti nell’Agro-Nocerino Sarnese

ARTE A FIRENZE: UFFIZI DA TOCCARE

“Okkio alla salute”: cala obesità infantile

MANAGER E FUTURO: A MANAGERITALIA NAPOLI SI PARLA DI LAVORO

Pallavolo, Gaia Energy Napoli ultimo atto a Genzano