Relations, la mostra che vuole fare rete a Napoli tra Imprese e artisti in città


locandina-Cultura-energia-economica-relations

La creatività come elemento fondante della cultura d’impresa. Con questa stella polare come guida il 4 dicembre 2017 alle ore 18.30 gli spazi di Medì, organismo di mediazione dell’ODCEC –  sigla che sta per l’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Napoli – situato a Piazza Dei Martiri, ospiteranno Relations, la mostra personale di Tonia Erbino, a cura di Claudia Del Giudice e fruibile fino al 9 gennaio 2018. Il percorso espositivo rientra in un progetto di più ampio respiro, dal titolo Cultura Energia Economica, nato da una proposta dell’Ordine dei commercialisti e contabili di Napoli insieme con la Fondazione dell’ODCEC stessa, e con l’organizzazione della Commissione di studio Gestione imprese della cultura. L’esposizione si avvale poi di Antonio Minervini come curatore del programma complessivo. In una città ricca di storia, fascino e talenti come Napoli è ormai chiaro che bisogna puntare sulla cultura affinché diventi volano di sviluppo per l’economia, punto di partenza del rilancio in città.

È quanto si prefigge Cultura Energia Economica: intervenire in ambito culturale per sfruttare un’importante risorsa del territorio, con la finalità di creare un indotto. Ampio spazio, dunque, alla creatività in tutte le sue forme di espressione, poiché essa genera innovazione in tutti i campi del sapere e della conoscenza. «L’ODCEC si propone di dare un impulso concreto alle imprese che operano nel settore culturale – dichiara Vincenzo Moretta, presidente dell’ODCEC di Napoli- e lo fa mettendo a disposizione i locali dell’ente di mediazione e un supporto professionale per l’esposizione di artisti con formazioni diverse e di età eterogenea».

«Oggi la cultura può rinnovare e fare impresa, ponendo un’alternativa che – spiega Concetta Riccio, consigliere dell’ODCEC di Napoli con delega alla Commissione di studio Gestione imprese della cultura- è auspicabile in un momento storico in cui i commercialisti sono chiamati ad acquisire ulteriori competenze e specializzazioni». «Il progetto – sottolinea poi Clelia Buccico, presidente della Fondazione dell’ODCEC Napoli – è stato supportato con entusiasmo visto che tra gli scopi della Fondazione vi è proprio la diffusione dei saperi e la valorizzazione delle conoscenze attraverso aree e tematiche fondamentali anche per la professione dei dottori commercialisti quali appunto la cultura».

«L’evento espositivo è solo un primo tassello di un’azione più ampia e di lungo termine – preannuncia Aldo Petrucciani, presidente della Commissione di studio Gestione imprese della cultura – che si propone di avvicinare tra loro gli operatori del settore, di costruire delle reti dal basso, attraverso mostre, incontri, interventi. Un percorso che trova il suo contesto ideale a Napoli, che oggi è testimonianza viva di come la cultura costituisca un fondamentale driver di sviluppo economico-sociale sostenibile».

La creatività costruisce nuove regole, annulla le visioni stereotipate, definisce nuovi parametri capaci di tradursi in sviluppo sostenibile. In questa cornice si inserisce la manifestazione che porta la firma di Tonia Erbino, visitabile fino al 9 gennaio 2018: una personale che si compone di oli su tela in cui i colori sembrano ammorbiditi da una sensibilità raffinata, capace di sondare le profondità dell’animo umano per rappresentare quei meccanismi complessi, intricati che sottendono alle relazioni umane. «I transfert pittorici di Tonia- illustra la curatrice Claudia Del Giudice- proiettandosi sulle tele mediante sovrapposizioni di colore e pennellate pastose, a tratti verticali e indefiniti, riproducono in forma attuale le dinamiche relazionali più disparate possibili, investigatrici della fragilità dei personaggi imbrigliati in esse». Appuntamento quindi alla conferenza inaugurale e al vernissage di presdi Relations e di Cultura Energia Economica del 4 dicembre prossimo.

                                                                   Renato Aiello

Medì, Piazza Dei Martiri, 30 – 80121 Napoli

Ingresso libero Orari: giorni feriali, dalle 15,00 alle 19,00, dal 4 dicembre 2017 al 9 gennaio 2018Info e contatti: Antonio Minervini–imprese.cultura@odcec.napoli.it

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Precedente CHIC: Paolo Barrale, si chiude la stagione 2017 di “In The Kitchen Tour”
Questa è la storia più recente

Articoli Suggeriti

Nola, nasce Roji: alta cucina nippo-mediterranea

Caruso all’Ateneo Magna Graecia, giovedì la prima lezione

Babà, flash e musica: è festa in via dei Tribunali

Guerriero Lu.Vo Arzano fra le eccellenze campane

Dramma sicurezza nella provincia di Napoli

Facebook. La pagina della Festa dello Stoccafisso e del Baccalà norvegese supera le 4mila visualizzazioni