UN READING SPETTACOLO NELLA GIORNATA MONDIALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE


museum shop bar

Nella Giornata Mondiale sulla violenza contro le donne del 25 novembre 2017 il Museum Shop and Bar al Largo Corpo di Napoli ha promosso un evento sul tema: il titolo è emblematico, Anime nude appunto, uno spettacolo a cura di Angela Matassa, giornalista e scrittrice teatrale, firma del Mattino e direttrice del web magazine di cultura, teatro e spettacolo Nt Notizie Teatrali.

Il reading, accompagnato da un aperitivo alle ore 19, ha confermato l’impegno e l’attenzione che l’autrice da sempre ripone in tematiche importanti e difficili di natura sociale, attraverso figure femminili raccontate in opere teatrali e nei suoi lavori editoriali.

«Con il patron del Museum Francesco Di Bennardo, abbiamo voluto realizzare quest’iniziativa per mantenere un contatto col nostro presente e l’attualità che ci circonda – dichiara la curatrice della manifestazione -. Per non girare lo sguardo, per promuovere la conoscenza e la coscienza nella nostra società, che ne ha sempre più bisogno, cominciando anche e soprattutto dalle nuove generazioni».

Nel locale sopraccitato, situato nel cuore della città di Napoli, in quel centro storico ventre antico di leggende e verità, le attrici Elisabetta D’Acunzo e Clelia Liguori hanno dato vita a una lettura emozionante, con parole, versi e canzoni e alcuni testi che trattano quest’argomento così delicato e attuale.

Alla serata, condotta da Maresa Galli, hanno partecipato anche Gioconda Marinelli, autrice di diversi libri sul tema, e Rosy Selo che invec e ha portato una personale testimonianza.

Storie di donne e di uomini di ogni tempo e luogo, vittime e carnefici prendono vita tra le pagine sfogliate dalle lettrici D’Acunzo e Liguori. Le vite distrutte di scienziate e poetesse, di bambine violate, delle mogli maltrattate e delle ragazze ignorate rivivono attraverso uno spettacolo che promette di essere suggestivo e coinvolgente. Affrontare una realtà drammatica che ci riguarda da vicino – siamo tutti figli e figlie delle nostre madri, abbiamo sorelle, saremo genitori e mariti o compagni di una donna – davanti a un bicchiere di birra o a un calice di vino è la sfida che Angela Matassa e il Museum Shop and Bar offrono in questo ultimo week end di novembre.

 

 Renato Aiello

 

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Precedente Relations, la mostra che vuole fare rete a Napoli tra Imprese e artisti in città
Successiva Al Comune di Napoli presentato “Jostra - l’altro natale a napoli”

Articoli Suggeriti

CORTEAURA FRANCIACORTA PREMIATA DA VITIGNOITALIA 2016

Grande successo per la sesta edizione della Rassega Musicale Gaetano Donizetti

NUOVE VOLANTI IPER-TECNOLOGICHE ARRIVATE A VERONA? IL COISP: SOLO PROPAGANDA

Al via: La Fattoria in festa

A Napoli la prima Banca delle bioimmagini in Italia

Federico II, al Dipartimento di Agraria nasce la Laurea Triennale in Scienze Gastronomiche Mediterranee