GRANDE SUCCESSO PER LA PRIMA EDIZIONE DEL PREMIO “ITALIA A COLORI”


Grande successo per la prima edizione del Premio Nazionale “Italia a colori”, la manifestazione promossa da Mattina 9, il morning show di Canale 9.
La kermesse, che si è tenuta lunedì sera, 3 luglio, al Maschio Angioino, era finalizzata al riconoscimento delle eccellenze italiane che si sono distinte nei rispettivi ambiti di competenza.

I premiati della prima edizione di “Italia a Colori”: il sindaco di Napoli Luigi de Magistris per la valorizzazione del territorio; il cavalier Patrizio Podini, presidente di MD, come eccellenza italiana; il presidente dell’Università Telematica Pegaso Danilo Iervolino per l’impresa e l’innovazione; il presidente della BCC Napoli Amedeo Manzo per l’economia e lo sviluppo del territorio; il cardinale di Napoli Crescenzio Sepe per l’impegno umanitario; il maestro Peppe Barra e l’editrice Carolina Visone hanno ricevuto premi speciali alla carriera; Edoardo De Angelis e Cristina Donadio come regista e attrice dell’anno; il presidente di GMA Angelo Punzi per la gestione di impresa; Angelo Bruscino per il libro dell’anno; il dottor Luca Serra per la medicina e Romina Stilo per le politiche sociali.

Le premiazioni sono state intervallate dalle esibizioni di Claudia Megrè, Giovanni Block e Anna Capasso e da una sfilata di moda.

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre × cinque =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente IppoMusicFest all'Ippodromo di Agnano
Successiva La Galleria Nazionale di Cosenza presenta : Museo di sera

Articoli Suggeriti

La Petraia: finalmente visibili tutte insieme le 14 lunette delle ville medicee

UNA FOTO PER TE: “MONNALISA” STORE FOR CHRISTMAS

RIAPERTO AL PUBBLICO L’ANTIQUARIUM DI POMPEI

Sconti, finanziamenti e pagamenti comodi: l’offerta di Ciesse Cucine

DAVIDE BIFOLCO NON SAREBBE STATO COLPITO ALLE SPALLE

Malattie rare. Per i pazienti con Fibrosi Polmonare Idiopatica c’è ora una Carta europea da firmare online