PANINI CON MALLONE


Oggi vi propongo questi buonissimi panini con mallone che vanno letteralmente a ruba!
L’impasto è lo stesso di quello dei panini napoletani, solo che invece del classico salame ed altri affettati, mi è venuta voglia di provarli con il mallone.
Il mallone è un’antica pietanza povera dell’area geografica compresa tra l’alta Valle dell’Irno e l’Agro Nocerino Sarnese in cui sono individuati i comuni di Bracigliano e di casa mia, cioè Siano.
In origine consisteva in un misto di erbe selvatiche di montagna tra cui carboncello, caccialepre, finocchietto, cicoria e così via, che venivano fatte rosolare in padella con le patate e abbondante olio e peperoncino.
Qualcuno ci aggiungeva anche del pane raffermo e dei fagioli.
Oggi lo si prepara con le foglie più grandi delle cime di rapa che, in genere, sono considerate “lo scarto”, con lo stesso procedimento di patate, olio e peperoncino.
Vediamo, quindi, come preparare questa delizia.
Ingredienti per l’impasto per 10/11 panini
  • 500 gr di farina 0
  • Sale quanto basta
  • 50 gr di pecorino grattugiato
  • 12 gr di lievito di birra fresco
  • 300 gr di acqua
  • 1 cucchiaio di sugna
Ingredienti per il mallone
  • 600 gr di mallone già mondato e sbollentato
  • Sale
  • Pepe
  • 2 patate lesse
  • Peperoncino
  • Olio evo quanto basta
  • Uno spicchio di aglio
Ancora sugna quanto basta per completare ed un uovo per spennellare.
Preparazione
Prima di tutto preparare l’impasto con farina, sale, pecorino, il cucchiaio di sugna e il lievito sciolto in acqua.
Impastare tutto solo con le dita, deve essere un impasto grezzo ma compatto e farlo lievitare coperto per mezz’ora.
Dopodiché fare le pieghe, formare un panetto, coprirlo e far lievitare per 3 ore.
Nel frattempo preparare il mallone. In una padella con olio evo e peperoncino, far imbiondire uno spicchio di aglio, toglierlo ed aggiungere le patate in precedenza lessate, schiacciarle un po’ con una forchetta e farle rosolare e dorare.
Aggiungere quindi il mallone in precedenza mondato e lessato e ripassarlo insieme alle patate per far insaporire e regolare di sale e pepe e lasciare da parte a raffreddare.
Trascorse le 3 ore, riprendere l’impasto, stendere un rettangolo, spalmare un po’ di sugna, aggiungere il mallone su tutta la superficie ed ancora un po’ di formaggio e pepe.
Arrotolare e stendere sul dorso ancora un po’ di sugna.
Tagliare poi con un coltello a lama liscia ed infarinata a fette di 2 dita.
Metterli distanziati su teglia con carta forno e lasciar lievitare ancora un’ora.
Dopodiché spennellare ognuno con l’uovo sbattuto con un pizzico di sale e cuocere in forno già caldo a 200 gradi per circa 25-30 minuti.
Se vi fa piacere seguitemi sulla mia pagina Instagram cuciniamobyanna (le ricette di Anna).
Annamaria Leo

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 + 17 =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente PIANETA COMUNIONE: LA PRIMA KERMESSE DEDICATA AL SETTORE
Successiva Unisa, nasce il primo curriculum di elettronica per il sound design

Articoli Suggeriti

Primitivo di Manduria, stop alla crescita dei vigneti per 3 anni: ok dalla Regione Puglia

GUERRIERO LUVO ARZANO SFIDA PLAYOFF A CASERTA

Mariglianella prende atto dell’appartenenza alla Terra dei Fuochi

Pallavolo, il dg della Gaia Energy Napoli richiede il Palabarbuto

Celebrazioni di Firenze Capitale: le iniziative del Polo Museale Fiorentino

Nell’ex Ospedale Psichiatrico Complesso della Maddalena di Aversa, Francis Pardeilhan legge “Sospensione”