Tornano i concerti del Maggio della Musica


L’associazione Maggio della Musica riprende le attività concertistiche in presenza domani, martedì 25 maggio 2021, alle ore 19,30 al teatro Diana di Napoli (via Luca Giordano, 64) con il recital di Genny Basso. Il pianista napoletano esegue alcuni brani dal suo recente disco dedicato a Wolfgang Amadeus Mozart, Fryderyk Chopin e Mario Castelnuovo-Tedesco. Il secondo appuntamento al teatro Diana del Maggio della Musica è in programma domenica 30 maggio alle ore 18. Il duo minimoEnsemble, formato dal contralto Daniela del Monaco e dal chitarrista Antonio Grande, presenta il concerto “Gouache 2” dedicato alla canzone napoletana dell’Ottocento, “Dalla restaurazione alla crisi post-unitaria”. La stagione 2021 del Maggio della Musica proseguirà dal 10 giugno al 31 luglio nel giardino di Villa Pignatelli a Napoli (via Riviera di Chiaia, 200). I concerti si svolgeranno nel rispetto della vigente normativa anti-Covid.

Per i concerti al Teatro Diana del 25 e del 30 maggio: biglietto unico 10 euro (prenotazione obbligatoria)

Info: www. azzurroservice. net – www. teatrodiana. it e rivendite abituali

Genny Basso è un pianista nato a Napoli nel 1984. Il celebre maestro Aldo Ciccolini, con cui ha vissuto per alcuni anni a Parigi diventando il suo assistente ufficiale nelle masterclass internazionali di pianoforte, lo ha definito “una splendida promessa del concertismo internazionale […], un vero artista, dotato di una seducente musicalità e di un’impareggiabile preparazione pianistica”. Si avvicina alla musica in età precocissima e dopo esperienze formative in Irlanda e in Inghilterra si affida al maestro Luigi Averna – che vanta una discendenza con la scuola di Arturo Benedetti Michelangeli – con cui consegue la laurea in pianoforte cum laude presso il Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli. Nel 2013 è ammesso a frequentare nella classe di Paul Blacher – erede didattico di France Clidat – l’ultimo anno dell’École Normale de Musique de Paris, la prestigiosa accademia fondata nel 1919 da Alfred Cortot. È invitato come membro della giuria di concorsi internazionali e nel 2017 è stato il Presidente della giuria del Beethoven International Piano Competition Asia, in Giappone. Si esibisce in festival e stagioni concertistiche internazionali, come presso il Teatro di San Carlo, la Salle Gaveau di Parigi, l’Hideyo Noguchi Memorial Fukushima International Music Festival, il Festival de Piano Rafael Orozco a Cordoba, al Bosa Musica Festival in un concerto a quattro mani con Aldo Ciccolini, il Noli Musica Festival, in Vaticano nella Sala Accademica dell’Istituto Pontificio di Musica Sacra.

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × quattro =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente IL PROFUMO DEI LIMONI NEL LIQUORE LIMONCELLO
Questa è la storia più recente

Articoli Suggeriti

Big opening per H24 Snack caffè e drink

“CostellazioniAmleto” in scena al Piccolo Bellini

Provolone del Monaco Dop, a Pacognano il Museo della Memoria datato 1850

Vaccini antitumorali e un nuovo kit per lo screening dell’infertilità di coppia: da Napoli due grandi scoperte del Ceinge

“Cibo a Regola d’Arte”: domenica il talk “Il maiale e la sua identità culturale: dal Medioevo alla società contemporanea”

Femminicidio: “Nessuno tocchi Eva”