Giunge in libreria “Allah Akbar – Allah è il più grande!”


Giuseppe De Simone

Ecco “Allah Akbar – Allah è il più grande!”: Giunge in libreria l’ultimo libro in ordine di tempo di Giuseppe De Simone, edito dalla sempre più nota New Media, casa editrice particolarmente attenta ai fenomeni letterari indipendenti della Campania.

Coinvolgente, entusiasmate, interessante, attuale: si presenta così “Allah Akbar – Allah è il più grande!”, nuovo lavoro che segue altri due libri conosciuti ed apprezzati dai lettori: il romanzo “Intrighi e Potere” (2008) e la raccolta di racconti “Storie di Ordinaria Municipalità” (2011).

In questo suo nuovo scritto, lo scrittore approfondisce  fenomeno del terrorismo islamico, partendo dal contesto congeniale al manifestarsi di questa ideologia ed al concretizzarsi delle mire. Porta così con sé i lettori, quello dei immigrati emarginati, individui che vivono ai margini della società civile che essi detestano.

Servendosi di uno stile alquanto gradevole ed allo stesso tempo approfondito, lo scrittore affronta  un argomento tutt’altro che semplice: quello appunto del pericolo di attentati, incombente e allarmante.

Ci riesce raccontando una storia che potrebbe essere accaduta, intrisa del sangue di tante vittime, in parte innocenti, in parte no.

Il protagonista del romanzo che si presenta come un thriller, è un terrorista islamico in missione a Roma, che opera nella zona della Stazione Termini, dove è alla ricerca di nuovi proseliti da iniziare alla “causa”: immigrati sbandati, ai margini della società e della sopravvivenza.

Il destino decide però che il terrorista venga fermato insieme a tre suoi giovani adepti e trovato in possesso di un videomessaggio non ancora divulgato, del super ricercato Bin Laden.

Egli, però, riesce a sfuggire all’arresto, ma viene subito braccato senza tregua da una squadra di agenti CIA, si Wilson di aggiunge pure un commissario italiano.

Il romanzo trascina in una spirale di violenza il lettore sempre più immerso nella lettura mozzafiato e pietrificato dall’incalzare degli avvenimenti peraltro imprevedibili.

Nella sua fuga maledetta il terrorista miete vittime in una escalation che non lascia speranze ma risucchia tutto vertiginosamente e porta alla catastrofe: una strage, tragedia immane, causata da un attentato dinamitardo in un albergo in Turchia.

In essa perdono la vita e restano feriti in maniera grave molti turisti occidentali. Sgomento, disperazione, rabbia ma… il finale da scoprire leggendo il libro, lascia ampio spazio alla riflessione.

Giuseppe De Simone, 50 anni, figlio della provincia napoletana, si è formato al liceo classico Carducci di Nola; poi la laurea in Economia con il massimo dei voti alla IUN di Napoli, quindi esperienze di studio all’Estero, particolarmente a Londra.

È specializzato in campo immobiliare e in ambito condominiale, con lunga esperienza nella Capitale e quindi a Napoli. È sposato ed è padre di due figli.

Con successo, ha presentato “Allah Akbar – Allah è il più grande!” nel suggestivo Borgo di Roccarainola, Chiesa della Santissima Concezione.

Il sindaco di Roccarainola, avv. Raffaele De Simone ha evidenziato nei suoi saluti l’importanza del testo per i delicati quanto attuali temi trattati. Si sono poi susseguiti gli interventi dell’autore, di Rosario Scavetta, giornalista ed editore della New Media, poi di Giovanni Ariano, docente di Psicologia applicata, psicoterapeuta, saggista e scrittore e quindi di Pina De Simone, direttore della rivista “Dialoghi” e docente di Etica e Filosofia delle Religioni alla Facoltà teologica dell’Italia Meridionale. Ha moderato Elvira Amato.

L’incasso derivante dalla vendita dei libri durante la presentazione, è stato donato all’Amdos, associazione impegnata nella tutela delle donne che hanno subito interventi al seno.

Foro relatori presentazione

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Precedente Al Centro Teatro Spazio in scena l'epopea della rivoluzione napoletana con "1647"
Successiva San Giovanni a Teduccio, un’aula scolastica dedicata “all’impegno contro le mafie”

Articoli Suggeriti

Vesuvia Pro Loco, «Somma Talent Show». Bufera sulla V edizione: ecco tutta la verità

Coldiretti denuncia a Bruxelles contrabbando di aglio cinese

CUCINA PARTHENOPEA: CECENIELLI CU’ ‘A PASTETTA

Pietrarsa: l’Associazione Mousikè presenta ‘Music Bubble Show’

Venezia, in mostra Tomaso Buzzi alla Venini

ESCE NEGLI STATI UNITI UN LIBRO SULLO STORYTELLING SCRITTO DA UN FOTOGRAFO ITALIANO