Pizza gratis a Napoli restituendo il cartone da asporto vuoto


Il Comune di Napoli aderisce alla settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, partecipando nella categoria Pubbliche Amministrazioni con l’iniziativa “Take Away and Take Again“, azione che  abbraccia tutte le cinque principali tematiche e mira a sensibilizzare  sull’importanza della riduzione a monte dei rifiuti.

Grazie alla collaborazione dell’Associazione Pizzaiuoli Napoletani durante la settimana dal 17 al 25 novembre coloro che, invece di gettarli via, riporteranno alle pizzerie i contenitori da asporto, otterranno una pizza in omaggio al successivo ordine effettuato nella stessa settimana. Si tratta di un circuito virtuoso che spinge a comportamenti eco-sostenibili sia i cittadini sia il mondo della produzione attraverso l’istituzione di un sistema di premialità.

Il primo elemento di premialità è quello legato alla selezione delle pizzerie. Sono state scelte, infatti, solo quelle che, per poter rientrare nell’iniziativa, si sono adeguate fornendosi di contenitori da asporto riutilizzabili e lavabili. La possibilità di rientrare nel circuito virtuoso ed essere scelte dai cittadini ha funzionato quale incentivo per le pizzerie ad utilizzare questo tipo di contenitori.

Quest’azione incentiva al tempo stesso i cittadini a riportare i contenitori alle pizzerie, potendo ottenere una pizza in omaggio al secondo ordine. Un nucleo familiare di 3-4 persone che riporta i contenitori indietro, non paga al secondo ordine il costo di una pizza. Pertanto premiata è la pizzeria che si adegua utilizzando contenitori riutilizzabili e premiato è il cittadino che li riporta alla fonte piuttosto che gettarli via. Il premio per le prime è un maggior numero di ordini e per i secondi una pizza in omaggio.

L’invito del Comitato Promotore, rivolto alle diverse categorie di Pubbliche Amministrazioni ed enti locali, Associazioni, produttori e mondo delle imprese e istituti scolastici, è stato quello di partecipare attivamente promuovendo ed organizzando un’azione virtuosa volta a ridurre la produzione di rifiuti, da svolgersi nella settimana del SERR. Sono cinque i temi ai quali i Comuni aderenti hanno potuto ispirarsi nella predisposizione dell’azione virtuosa: troppi rifiuti; produzione eco-compatibile; consumi attenti e responsabili; vita più lunga dei prodotti; meno rifiuti gettati via.

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sedici − tredici =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente IV reparto mobile di Napoli sotto accusa
Successiva Mibac incontra Unesco a Pompei

Articoli Suggeriti

Il canto della sirena #SOSPARTENOPE torna a San Giovanni Maggiore con la mostra d’arte e fotografia

UN NUOVO STRUMENTO PER FAVORIRE L’OCCUPAZIONE NEL SETTORE DELLA VENDITA

Grangusto si prepara alla Pasqua

Brusciano: Disposta la chiusura dell’isola ecologica

2 ottobre, sciopero di 24 ore Trasporto Pubblico Locale

SAN GIUSEPPE VESUVIANO, PER NATALE IL MERCATO DIVENTA SPETTACOLO