#InsiemeperilTerritorio sostiene gli “ultimi” puntando su Cultura e Scienza dell’Enofood


Consigli sia generali che personalizzati per tutelare le misure perfette di girovita e fianchi ed anche per recuperare la linea compromessa dai tanti manicaretti rustici e dolci tipici di questi periodo, ricco di gustosità e golosità alle quali bisognerebbe resistere… ma la gola raramente ascolta la ragione. Ed allora, cosa fare per coniugare piacere, salute e forma fisica? Ce lo dicono gli esperti di #InsiemeperilTerritorio, specialisti dell’alimentazione e di settori di primaria importanza, quali ortopedia, cardiologia, medicina interna, che vengono in nostro aiuto suggerendoci il da farsi a titolo gratuito, nel corso di incontri mirati, incominciando da preziosi suggerimenti facilmente attuabili.
Questo lo scopo della coinvolgente tavola rotonda, organizzata dalla Squadra solidale di eccellenza di #InsiemeperilTerritorio, fondata 13 anni fa e tuttora guidata dalla giornalista professionista specializzata in food, Teresa Lucianelli. La formazione benefica è formata da chef, produttori, soprattutto nel campo alimentare, professionisti dell’informazione, operatori della comunicazione, specialisti del benessere e della nutrizione, rappresentanti delle arti, della moda, della cultura, ecc.. L’esperta gastronoma è ideatrice anche della ben conosciuta rassegna itinerante di eccellenza, enogastronomica, artistica, culturale e scientifica, che porta lo stesso nome di #InsiemeperilTerritorio, nella quale rientrano gli incontri. Oltre a come salvaguardare il peso forma, si è discusso di caratteristiche nutrizionali dei piatti campani invernali, di acque. In particolare di quelle della salute, delle naturali, di quelle trattate e delle sempre più diffuse metodiche di depurazione – come i filtri, con i loro limiti non sempre chiari – e di energizzazione – ancora poco diffusi, ma ottimali per quanto riguarda salute e costi – delle differenze tra essi. Una panoramica per sapersi orientare e fare le scelte più opportune, in base alle proprie esigenze.
La sede, “Ma che Bontà”, di Giuseppe Vitiello e Licia Sorrentino, è tra le più accoglienti e panoramiche in Costiera sorrentino-amalfitana, e ultimamente è sempre più richiesta anche per appuntamenti in ambito scientifico, culturale ed artistico. La tavola rotonda, alla quale ha preso parte una platea qualificata, fa parte del ciclo di iniziative finalizzate a divulgare una cultura obiettiva e corretta dell’enofood con particolare riferimento alla salvaguardia della salute, e contemporaneamente finalizzate a sostenere i più fragili, assicurando loro beni essenziali, innanzitutto cibo e abiti caldi. Con Teresa Lucianelli, fanno parte dell’organizzazione dei vari appuntamenti di #InsiemeperilTerritorio, che rientrano nella iniziativa charity ancora in corso: Giuseppe Vitiello e Licia Sorrentino, dinamici patron di “Ma che Bontà”; Paola Fiorentino, guardiana della pace di Assisi, dama di Lourdes e Cavaliere di Malta, volto Mediaset; Gregorio Castellano, informatico e musicofilo, tra i più presenti volontari solidali; Ileana Mandile, naturopata ed affermata esperta in Benessere ed Estetica. A valorizzare l’incontro, le competenze dei proff. Rosalia Ciorciaro e Antonio Vitale. Entrambi hanno catturato l’attenzione di tutti i presenti. Attenzione e interesse da parte del pubblico, riguardo agli argomenti trattati.
La prof. Rosalia Ciorciaro, nutrizionista ed idrologa alimentare, ha parlato dopratyitto in merito alle acque. Lo specialista in Ortopedia, Antonio Vitale, ha compiuto un excursus sui metodi di tutela della muscolatura del patrimonio osseo, soffermandosi su quelli più recenti in materia. Ha evidenziato l’importanza dell’assunzione di cibo sano e di una dieta che rallenti i danni del tempo, aggravati soprattutto dall’assunzione in eccesso di carboidrati e grassi. Ha pure raccomandato di praticare una idonea e costante attività fisica, pure attraverso semplici esercizi. Ciociaro e Vitale si sono confrontati sulle virtù e sui limiti dal punto di vista nutrizionale, delle pietanze campane maggiormente in uso nei mesi invernali, rifacendosi anche alle conclusioni del precedente incontro, dedicato alle pietanze secolari delle festività natalizie. Grande interesse nella platea per le diete compensative di comprovata efficacia, per salvaguardare la forma fisica. Innanzitutto, “evitare gli eccessi, gli accumuli, la sommatoria indiscriminata di pietanze”. Servono equilibrio e buon senso per contrastare gli effetti dell’accumulo di cellule adipose derivato dalle tentazioni, salate e dolci, frequentemente in tavola nei mesi freddi e della richiesta puntuale da parte dell’organismo di assumere cibi particolarmente calorici, che al contrario, non suscitano particolare attrazione nella stagione estiva anzi, vengono spesso addirittura evitati. Pietanze calde, tavola apparecchiata con tutto ciò che verrà consumato: così si favorisce il senso di sazietà, agendo attraverso gli occhi sul cervello, prima ancora che sullo stomaco. Inoltre: attenzione al sale ed ai condimenti.
Tra i consigli, l’uso moderato di spezie che rendono più appetitosi gli alimenti poveri. Va segnalata fra gli eventi, la capsule di sensuali abiti da sera by Psico Paris e presentazione di Jnferno, essenza preziosa, nelle versioni white e black, a cura di Titti Petrucci, interpretata da una Natascia Ummaro; hair creative director internazionale Napoli/Canada, Claudio De Martino. Apprezzata la mostra di opere pittoriche su tema e su pannelli da riciclo del partenopeo Ambrogio Bosco; l’esposizione di monili semi preziosi di Luce Gioielli, by Lucia Varrella. Ampi consensi ha registrato, come nelle precedenti edizioni, la consueta manifestazione charity di #InsiemeperilTerritorio con cenone/spettacolo, ospitata sempre da “Ma che Bontà”, destinata ai piccoli colpiti dalle tragedie della vita, privi dei genitori, reduci da zone di guerra, Progetto AbitiAmo, guidato da Padre Massimo Ghezzi con i suoi volontari. Prese tutte postazioni, interne ed esterne, incluse perfino quelle al banco. Protagonisti rispettivamente dello spettacolo e del cenone stellato a base di pescato fresco locale e prodotti pregiati del territorio, noti artisti e famosi chef. Sul palco: Maria S. Movchan, cantante lirica internazionale (Russia, Cina, Centro Europa); Gennaro De Crescenzo con le sue delicate melodie; per la tradizione, Rosaria Scaglione con la Napoli Allegra, insieme al duo Salvatore Colaceci e Giusy Di Bonito, al piano bar; per la musica classica napoletana, gli eccellenti maestri Antonio Vitale e ed il bravissimo Luca Allocca con la sua chitarra. Performance teatrale di Angelo Iannelli, amato Pulcinella e Ambasciatore del Sorriso. A presentare, la brava conduttrice tv Magda Mancuso. Partecipazione di Giada Cinquegrana, Miss Grand International Italy, finalista al Mondiale in Indonesia, accompagnata dal manager Franco Capasso. Ph & video di Barrasso Art. Ai forni ed ai fornelli. lo stellato Fomenico Iavarone, Josè Tenuta Guerra, Torre del Greco; il campione mondiale di pizza a metro Michele Cuomo, Cerasè , Vico Equense; Giuseppe Vitiello che ha aperto la sua cucina ai colleghi chef d’eccellenza: Antonio Arfè, Antica Gastronomia Arfè 1870, Napoli; Luigi Barone, executive Villa Diamante, Napoli; Vincenzo Toppi, Amor Mio, Brusciano; Luigi Castaldo Tuccillo, Ohibì, Palma Campania; Angelo e Lino Ranieri, Totò Sapore, Napoli; Ma che bontà, Seiano; Gennaro Galeotafiore, Sapori di Napoli, Nola; Loredana Errichiello, Tratto Bianco, Santa Maria a Vico; Paolo Iovieno e Antonio Romano, Casale del Piano, Pimonte. Giovanna Baiano, Renato Liccardo, Sossio Cimmino, Pasticceria Baiano, Marano di Napoli. In accompagnamento, vini DOC, metodo ancestrale falanghina e rosso amabile, Cantine Castaldo Tuccillo, di Carmine Castaldo Tuccillo San Gennaro Vesuviano; Fiano e Greco di Tufo, Cantine Mediterranee, di Vincenzo Napolitano, Napoli; Cocktail agrumato “Ma che Bontà”; vini campani IGP spumantizzati e fermi. Perfetto coordinamento food & beverage del direttore Isacco Bifulco, alla guida d’importanti location per ricevimenti nazionali e straniere.
Gli incontri charity di #InsiemeperilTerritorio sono seguitii da Rai, Campania Felix, Freelance Tv, Televomero, Clubeconomy Tv, Positanonews. Eduardo Tv, Capri Event; dalla Stampa specializzata ed a larga diffusione, Tra il pubblico, rappresentanti dei settori Spettacolo, Enofood, Imprenditoria, Arti, Scienza, Cultura. Al pieno successo degli appuntamenti ha contribuito l’ottima scelta della location ospitante. “Ma che Bontà”, nel suggestivo ed antico borgo vicano di Seiano. Si trova, infatti, in posizione altamente favorita dal punto di vista naturale, posta fra il verde della lussureggiante vegetazione e delle coltivazioni, e l’azzurro del mare impreziosito dalle sorgenti di acqua dolce. Di rilievo pure la localizzazione strategica per i trasporti in quanto è a pochi passi dalla stazione della Circumvesuviana di Seiano e della galleria che da Castellammare porta sia verso Sorrento che Positano.
Armando Giuseppe Mandile

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × tre =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente Un MUSEO DIFFUSO per la VILLA di POPPEA
Questa è la storia più recente

Articoli Suggeriti

11 poliziotti feriti in scontri con tifoseria straniera

GRAZIE ALL’ACCADEMIA AUGE RICONOSCIUTA UNA NUOVA PROFESSIONE:TECNICO ESPERTO FISCALE!

Napoli, il “Lions Day” per Città della Scienza con oltre 4mila soci

RFI, STAZIONE DI PIGNATARO: APERTO IL NUOVO SOTTOPASSAGGIO E INNALZATO MARCIAPIEDI

ASPETTANDO IL FESTIVAL ANIMAVì: INCONTRI, PRESENTAZIONI E LA PROIEZIONE DE ‘LA STRADA DEI SAMOUNI’

Marò, 2 giugno applauso a Roma al passaggio del Battaglione San Marco