Brusciano abbraccia Giosy Romano


Aria nuova a Brusciano (Na). La ventata di cambiamento è ormai imminente. Una metamorfosi firmata Giosy Romano. Gran parte della città che ha scelto la voglia di normalità è radunata in piazza del Municipio Vecchio. Mille e più anime che si stringono intorno al candidato a Sindaco. Il balcone storico, sotto il quale la città si radunava per ascoltare Ciccio Romano è illuminato e aspetta chi si è posto l’obiettivo di continuare nel segno della sua memoria: Giosy.

Doveroso e commovente il passo d’apertura, il giusto tributo a chi adesso è accomodato su di una nuvola ad ascoltare. Citazione ricorrente anche nell’intervento di Giuseppe Negri che con Mariagiovanna De Falco hanno aperto la strada al candidato a sindaco. E poi via con i punti più importanti del programma.

Un lavoro di mesi. Le domeniche mattina trascorse ad ascoltare le esigenze dei cittadini. E così mentre c’è chi mette nel suo programma l’abolizione dell’Imu, probabilmente non sapendo neanche che queste sono cose del Parlamento nazionale. C’è chi come Romano va sul concreto annunciando: “Abbiamo in programma un condono fiscale dei tributi locali. Un grande progetto sul quale stiamo ampiamente lavorando sotto l’attenta cabina di regia diretta dall’avvocato Angelo Di Palma. Gli atti e la relativa documentazione correlata saranno prontamente messe in campo fin dal primo momento della mia elezione alla carica di Sindaco”.

Un passo importante verso quella normalizzazione tanto cara a quanti seguono Giosy Romano. Anche l’economia non è stata trascurata. Dal balcone del comizio si solleva un’affermazione importante: “Proviamo a fare decollare di nuovo le imprese. Bisogna creare i presupposti, con una politica di incentivi e detassazioni, per consentire al lavoro nella nostra area industriale di ripartire. Se dieci imprenditori assumessero dieci cittadini avremmo già creato cento posti di lavoro”.

Il cambiamento è alle porte. Mancano sempre meno giorni alle elezioni. E Giosy Romano pensa a chi non è in piazza: “Il nostro impegno non deve finire in questa piazza, tornando a casa estendiamo il messaggio a chi non è potuto essere qui. A chi ancora non ha avuto la possibilità di sapere che è possibile cambiare”.

Sorprendente la citazione conclusiva. In pieno stile Beppe Grillo, un messaggio urlato a chi si oppone alla rinascita di Brusciano: “Arrendetevi! Siete circondati!”.

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sedici + 9 =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente Saviano, inaugurazione dello stabilimento della “Molino Falco srl”
Successiva Volla come San Giorgio a Cremano: lunedì la prima “Giornata del Gioco”

Articoli Suggeriti

“Non farmi ridere, sono una donna tragica” è in scena al Teatro Vittorio Alfieri

UN’ESTATE ALL’INSEGNA DEI GIOVEDI’ DELL’ARTE

Lions: lunedì presentazione recupero palestra della scuola Ravaschieri – De Amicis

Aviaria: Coldiretti, no import pollame da Cina

Crossing Jazz al Beluga Skybar con Craig Hartley Trio

Cibi e pietanze nel mondo antico: un viaggio tra quotidiano, rituali ed etnografia