LA STELLA DE IL VERO ALFREDO IN ROMA BRILLA NEL FIRMAMENTO DEI LOCALI STORICI D’ ITALIA


Un nuovo, prestigioso  riconoscimento per “Il Vero Alfredo”, nato 115  anni fa da un insigne chef di nome Alfredo Di Lelio, che con una semplice fettuccina al doppio burro e parmigiano confezionata per far recuperare le energie alla sua adorata moglie, fresca partoriente, fondò un italian food brand ben presto conosciuto in tutto il mondo. Un’attività, quella della ristorazione, che si tramanda in maniera brillante nella famiglia Di Lelio da ben  quattro generazioni, ad oggi esercitata con immutata passione e dedizione professionale  da Ines Di Lelio e da sua figlia Chiara Cuomo. In linea con la sua gloriosa tradizione, “Il Vero Alfredo”, con sede a Roma, in piazza Augusto Imperatore,  è stato di recente ufficialmente inserito nell’Albo dei “Locali Storici d’Italia” dall’omonima Associazione patrocinata dal Ministero della Cultura. Coadiuvate da un eccellente team che vanta come primo chef Diego Pongetti e come direttore di sala Gaetano Grassi, le patron Ines Di Lelio e Chiara Cuomo, sono pronte ad accogliere  con professionalità ed abituale savoir faire , i migliaia di turisti, provenienti da ogni parte del mondo, che nel periodo natalizio affolleranno la città di Roma, caput mundi! Immersi in un’atmosfera  magica, tra addobbi natalizi e pareti che trasudano di storia, con centinaia di ritratti dei più autorevoli rappresentanti della politica, delle istituzioni, dell’arte, della scienza e dello show biz del mondo gli ospiti potranno degustare nell’antica sede di Piazza Augusto Imperatore, le prelibatezze ispirate ai dettami di ricette originali ed innovative in un sapiente mixage tra tradizione e nouvelle cousine.  Da citare, tra i nuovi piatti proposti nel menu de “Il Vero Alfredo”: i “finger food di Alfredo”,  ovvero la classica fettuccina all’Alfredo impanata e fritta con  spuma di parmigiano, spaghetti con vongole e tarallo sbriciolato, petto d’Anatra  laccato ai frutti rossi,  filet mignon con carciofi saltati e tartufo nero pregiato, cremoso di cocco in crosta di gianduia e insalatina di ananas fresca. Grande attenzione per il menu del  Gala di fine d’anno che prevede croccantino di Fois Gras come entrèe, carpaccio  di fassona piemontese , carciofi alla romana , alici e crema dolce all’aglio nero , le maestosissime fettuccine all’Alfredo con o senza tartufo nero pregiato,  risotto ai funghi porcini  con manzo marinato  Castelmagno  e la sua demi-glace, , filetto di manzo  in crosta di sfoglia, millefoglie di patate e salsa alla senape ed infine, come dessert , semisfera di Tiramisù, terra di cacao e nocciole caramellate , brindisi di mezzanotte ed a seguire, come la tradizione docet,  cotechino e lenticchie. Ad allietare la serata, il live del musicista “Mapo”.

 PRESS OFFICE :

Maridi Vicedomini

 

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × 2 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Precedente ACERRA: IN MOSTRA "LA LEGGE DELLA NATURA" DI GIACOMO PIETOSO
Successiva Fantascienza, action e horror s’incontrano nella serie tutta italiana MONARCH

Articoli Suggeriti

E BISCUTTIN : la ricetta dei biscotti della nonna

“ L’ ORO BIANCO DEL REGNO DI NAPOLI “. Il primato europeo delle porcellane borboniche

“A tavola? Nunzia mai – Racconti gastrocomici e ricette tamarre”, Alan De Luca presenta il suo nuovo libro

SULLE TRACCE… DI SAN FRANCESCO A ROMA

Estate, aumento del rischio di intossicazioni alimentari

FEDERALIMENTARE E CIBUS LANCIANO IL PRIMO OSSERVATORIO SULL’ITALIAN SOUNDING