LA PRIMAVERA PREZIOSA DI SARA LUBRANO


Tralci di fiori e fili di perle. Passeggiando per le vie dello shopping elegante di Napoli, alla ricerca delle boutiques che aderiscono a “Benvenuta Primavera 2024” tra i negozi di Chiaia – l’iniziativa di 36 attività commerciali del Distretto di Chiaia (il “salotto buono” di Napoli) per presentare le nuove collezioni – immancabile è la sosta in Vico Belledonne a Chiaia 7, nel negozio di Sara Lubrano insignita nel 2022 del titolo di più giovane Maestro Artigiano orafo di Napoli: i riconoscimenti avuti nella sua giovane carriera sono tanti ma è importante ricordare anche che Sara Lubrano è la prima donna orafa nella storia ad aver realizzato un’opera per il tesoro di San Gennaro e a vedere una sua creazione entrare a farne parte. L’opera “la Mitra della rinascita” è stata elaborata da Sara interamente a mano, con la tecnica della microscultura a cera persa.
E’ la prima volta nella storia che la Deputazione del Tesoro di San Gennaro concede un tale onore a un’artista donna e ciò rende il suo lavoro ancora più prestigioso; ogni visitatore della Cappella del Duomo potrà ammirare questa mitra tempestata di rubini, smeraldi e coralli che rappresentano le ampolle, rose, tralci d’uva e lo stemma della città di Napoli, in linea con l’iconografia classica del Santo.
Nelle accattivanti vetrine e nelle luccicanti teche blindate è tutto un fiorire di gioielli artigianali realizzati con l’antica lavorazione della cera persa, esclusive creazioni progettate con grande amore e senso del colore, giacchè come lei stessa scrive “ Verde come le foglie appena nate, Marrone come i tronchi degli alberi secolari …E’ sempre la natura la mia miglior fonte di ispirazione”: collane, orecchini, bracciali emanano una luce incredibile e occhieggiano fra borse di morbidissima pelle realizzate in colori pastello e siglate da una chiusura preziosa con il logo della Maison Lubrano, new entry della stagione.
Tra le novità di questa primavera, troneggiano anche le grandi perle naturali proposte come ciondolo unico staccabile e abbinabile a tanti fili colorati di pietre naturali: medaglioni ispirati all’arte, alla tradizione pittorica italiana, rappresentazioni animalier di serpenti, meduse, arieti, cavalli, gatti, sono solo alcuni dei soggetti scolpiti in argento che escono dalle fantastiche mani di questa affermata artigiana.
Già dall’ingresso questa piccola gioielleria colpisce per l’eleganza e l’originalità: ad accogliere i visitatori un romantico tavolino bianco con due sedie filigranate che invitano a fermarsi e a godere della bellezza delle opere esposte. All’interno, luci soffuse, candele, profumi di essenze naturali, fasci di orchidee, rendono l’atmosfera incantata: ed è proprio sull’onda di questa meraviglia che pian piano si scoprono tutte le più recenti ispirazioni che Sara Lubrano ha concretizzato alternando viaggi di istruzione in Stati Uniti e in Giappone per affinare la tecnica e la fantasia – già così fervide poichè nate all’ombra del Vesuvio – che le hanno aperto la strada del successo anche a livello internazionale.

 

LAURA CAICO

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × 3 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Precedente Mister Talent of Italy, un nuovo concorso per esaltare talento e bellezza
Successiva LASERLIPOLISI, IL DIMAGRIMENTO DEFINITIVO

Articoli Suggeriti

Il Giardino dell’Ozio, il Parco Archeologico di Ercolano sperimenta la visita slow

PAN: MakeAnObject, la grande mostra antologica di Maurizio Casirati

Governo dice “no” agli Ogm sul nostro terrirorio

Inaugurata Pizza Bit Competition 2^ Edizione

Riprendono le iniziative di educazione alla legalità all’’Istituto De Filippo

Cresce l’attesa per Paolo Genovese e Luca Ward