SPICCHI D’AUTORE PRESENTA ALLA STAMPA IL NUOVO MENU’


Giovedì 19 dicembre alle ore 20.00 in via Gaetano Poli 43 a Portici (NA), la Pizzeria Spicchi D’Autore presenterà alla stampa di settore il rinnovato menù invernale. L’evento è coordinato da Renato Rocco, direttore de La Buona Tavola Magazine. 

Accoglierà gli ospiti l’Antipasto dei Monzù composto da una crostatina alla finanziera, uovo alla monachina e crocchetta di crema di pollo. Le pizze, realizzate con prodotti esclusivamente di stagione a marchio DOP, IGP, PAT e SLOW FOOD, sono pura esaltazione del territorio. Per l’occasione due saranno le pizze A SCELTA in degustazione composte da quattro spicchi di gusti diversi.  

La prima pizza sarà composta da: 

  1. Uno spicchio di “Margherita” 
  1. Uno spicchio di “Zucca e Taleggio” con fior di latte, zucca e taleggio 
  1. Uno spicchio di “Raffinata” con fior di latte, noci e blu di bufala 
  1. Uno spicchio di “Lardiata” con fior di latte, lardo di colonnata e pere all’uscita 

La seconda pizza sarà composta da: 

  1. Uno spicchio di “Cetara” con fior di latte, tonno di Cetara, cipolle di Montoro e granella di pistacchio 
  1. Uno spicchio di “Ariccia” con fior di latte, porchetta di Ariccia e patate viola 
  1. Uno spicchio di “ReBaccalà” con fior di latte, pesto di pistacchio, filetti di baccalà e chips di baccalà all’uscita 
  1. Uno spicchio di “Napulè” con ragù, friarielli e polpette al ragù  

Terminano il banco d’assaggio due proposte di dolci: la classicissima Pastiera Napoletana e Le Bombette, pasta di pizza fritta guarnita a scelta tra ricotta, zucchero e limone; cioccolato bianco e pistacchio.  

Spicchi d’Autore è l’unica pizzeria ad offrire la possibilità di provare su un’unica pizza fino a 4 spicchi di gusti differenti. La combinazione degli spicchi consente quindi di non dover fare una scelta esclusiva ma di poter tranquillamente soddisfare più gusti. La base, gustosa e digeribile, delle pizze è il risultato dell’esperienza dei pizzaioli che nel tempo hanno imparato a combinare la temperatura e il grado di durezza dell’acqua, la quantità di lievito e di sale e la giusta percentuale di idratazione della pasta in modo da offrire una pizza deliziosa in tutte le stagioni. A questo vanno aggiunti altri due elementi fondamentali: la lunga lievitazione e la farina con germe di grano. La digeribilità e la leggerezza dell’impasto, che non procura sensi di gonfiore e pesantezza, sono legate alla sua lenta lievitazione di almeno 24/48 ore. Il gusto e la fragranza che ne caratterizzano il sapore sono frutto di una miscela di farine contenenti germe di grano attivo, un elemento salutare che ha effetti benefici sul corpo.

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Precedente Apertura straordinaria della Galleria nazionale di Cosenza
Questa è la storia più recente

Articoli Suggeriti

Capri Watch: nel 2013 il Capodanno è d’oro con il MultiJoy Rosè

Cultura Napoli: il festival artistico letterario con lo scopo di rendere la cultura accessibile a tutti

Palazzo Mocenigo con il suo esclusivo Percorso del Profumo inaugura tre nuovi spazi al piano terra

Antonello da Messina in mostra al Mart di Rovereto

Portici, crolla balcone. Tre morti e nove feriti

Il Pastificio Di Martino a Rio de Janeiro