Gli Ori di Napoli brillano per una sera in Costiera Amalfitana a Positano


Nel cuore della splendida Positano, in Costiera Amalfitana, mercoledì 5 settembre alle ore 20.30 presso il ristorante “Ohimà Brasserie” si terrà un nuovo appuntamento con i sapori.
“GLI ORI DI NAPOLI A CENA”, è questo il nome dell’evento che si terrà a Positano dai coloriti piatti della tradizione culinaria partenopea, realizzati sapientemente dallo chef Emanuele Mosca.
L’atmosfera elegante del ristorante della famiglia Collina “Ohimà Brasserie” a Positano, insieme alla posteggia napoletana con Gianni Migliaccio e Paolino Coppetto, faranno da cornice alle deliziose portate dello chef Mosca e ai vini in abbinamento, accuratamente selezionati.
MENU
Insalatina di Per e ò Muss
Braciolina di Manzo, Polenta fritta ed estratto di Ragù Napoletano
Selezione di fritto napoletano
-Montanara
-Fiore di Zucca
-Parmigiana in Carrozza
-Alici ripiene di Provolone del Monaco
Pasta Mista ai tre Fagioli e Salsiccia Pezzente
Baccalà in tempura ai sapori Mediterranei
La Pastiera
Pasticceria Mignon Napoletana
Vini in abbinamento selezionati da “Ohimà Brasserie” di Positano
Il costo della cena è di 85 euro a persona, vini inclusi.
Per info e prenotazioni:
Ohimà Brasserie a Positano
Via Cristoforo Colombo, 17 Positano SA
Tel.089-811691
www.ohimabrasserie.it

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Precedente Museo Cappella Sansevero: bando per la borsa di ricerca sulla figura di Raimondo di Sangro
Successiva Calcio. Prime critiche per Ancelotti

Articoli Suggeriti

L’Angelo Bianco, il nuovo liquore a base di carciofo bianco

I vini premiati dell’XI Concorso Enologico di Vitignoitalia in degustazione a Villa Minieri a Nola

Cucina: Antonio Falanga, dopo 50 anni di “progetti insieme”, diventa un food YouTuber

ESTATE FIORENTINA AL MUSEO: IL SECONDO APPUNTAMENTO

Location on top: Villa Gervasio

I Grani antichi siciliani sposano i dolci della tradizione Napoletana