I tre appuntamenti: in libreria il romanzo di Antonio Borsa


“Il romanzo nasce nel periodo in cui ho incontrato una ragazza che mi ha fatto riprovare sensazioni d’amore ormai sopite da venti anni, fu amore a prima vista e ho lottato per lei in tutti i modi, sfortunatamente non è andata bene, non ero il suo tipo e non è stato facile e scrivere, che è tra l’altro la mia grande passione, mi ha aiutato tanto in quel momento di difficoltà – dichiara Antonio Borsa, l’autore del romanzo -.

“I tre appuntamenti” nasce così, con una storia personale su cui ci ho romanzato al fine di dare un degno finale ad un amore che non meritava di sparire nell’oblio. Tenevo tanto a pubblicarlo perchè il protagonista, esattamente come ho fatto io, ha rispettato la sua amata anche dopo essere stato rifiutato, anche essendo ossessionato da lei, ha accettato il rifiuto e l’ha lasciata andare come dovrebbe fare ogni persona al mondo. Viviamo in un’epoca in cui se ne sentono di tante, di innamorati che ammazzano le persone che dicono di amare e nel 2024 non è più accettabile, e libri così, che mostrano il modo giusto di comportarsi quando si è rifiutati, devono fungere da esempio perchè il femminicidio deve sparire dalla faccia della terra, mai più casi Cecchettin. E oltretutto il libro preme sul fatto che le differenze di ogni tipo debbano cessare assolutamente.”

TRAMA

Il protagonista, Dorian, si ritrova in una comitiva di gente completamente differente da lui, persone umili, totalmente opposte al suo stile benestante ma con il tempo si accorgerà che quella differenza socio culturale che c’è, in realtà non c’è, perchè quelle persone si dimostrano di cuore, generose e altruiste e quando ci sono il cuore, l’empatia e la generosità, non c’è differenza che tenga. Che una persona sia etero, gay, bianco o nero non fa differenza, se hai un cuore puro, hai vinto. E sono temi che tutti dobbiamo comprendere e imparare, affinchè certi pregiudizi tacciano per sempre.

ANTONIO BORSA

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dodici + quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Precedente Teatro Don Peppe Diana: Il "Confessore" tra mafia e camorra
Successiva “ARTE DE FURTAR", UN MANUALE SUGLI INGANNI

Articoli Suggeriti

NERANO, GRANDE SUCCESSO PER PASTA IN SPIAGGIA

Natale “rock style” coi gioielli handmade in Italy firmati Pietro Ferrante

Pallavolo, Gaia Energy Napoli cade a Messina

Su Radio Club 91 “La grande notte dei sindaci”

Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi e Museo di Palazzo Pretorio di Prato: progetto espositivo congiunto per Lipchitz

Il Coisp contro l’abolizione dei limiti di altezza per l’accesso nelle Forze di Polizia