FESTA “DIAMO LUCE ALLA VITA” AL CIRCOLO POSILLIPO


“Diamo luce alla vita!”  La Villa Mon Plaisir si è illuminata  di bellezza e solidarietà nella fantastica serata che ha segnato la ripresa delle attività sociali del Circolo Nautico Posillipo, accendendo nuove luci rossoverdi sulle mura dell’antico sodalizio partenopeo – grazie ad Unico Energia, il cuiPresidente Aldo Arcangeli socio del Circolo  nautico ha ricevuto unatarga onorifica per la gentile concessionedell’impianto di illuminazione con i colori sociali del Circolo -con cui si è dato il via al ritorno del Posillipo e della Città di Napoli alla vita, sociale, solidale e sportiva.

“Abbiamo affrontato mesi difficili e dolorosi” – ha affermato il valente presidente del Posillipo Vincenzo Semeraro, “e con questa occasione vogliamo simboleggiare il ritorno alla vita attraverso la luce ma soprattutto attraverso le personalità di rilievo che danno lustro alla Città.”

Infatti, la manifestazione – voluta dal comitato organizzatore grandi eventi del CNP composto da Filippo Smaldone, Nunzia Marciano e Massimo Falco– punta a valorizzare l’impegno, la solidarietà e la fratellanza tra le istituzioni del territorio (in primo luogo la Chiesa  e le personalità della diplomazia internazionale9: è stata ideata e promossa in collaborazione con la Fondazione Cultura & Innovazione e con il Console di Bulgaria avvocato Gennaro Famiglietti, presidente dell’Istituto di Cultura Meridionale e coordinatore nazionale della FENCO Federazione Nazionale dei Diplomatici e dei Consoli Esteri in Italia che ha dato un forte impulso all’evento, affiancando via via ai microfoni la spigliata e frizzante conduttrice Nunzia Marciano, Massimo Falco, il presidente Semeraro, il dinamico consigliere Smaldone, il direttore di Rai Vaticano Massimo Milone, l’on. Angela Ianaro che ha letto la lettera del ministro Luigi Di Maio.

Momento toccante della manifestazione, il ricordo dei soci scomparsidurante la pandemia da Covid19,di cui sono state tratteggiate le personalità, ai cui familiari è stata consegnata una pergamenae ai cui discepoli è stato assegnato ilPremio internazionale Posillipo – Cultura del Mare, per un simbolico “passaggio di consegne”: tra i nomi più illustri, il giornalista e pilota di aerei Eugenio de Bellis socio fondatore del circolo Posillipo e tra i maggiori esperti in Italia di aerospazio (Premio a Guido PocobelliRagosta), il Pallanuotista del Posillipo e dei Carabinieri Mario Occhiello,campione del mondo di salvamento, campione italiano dei 100 e dei 200 delfino, il Primario Emerito del Cotugno di Napoli Raffaele Pempinello, membro del consiglio direttivo della Società Scientifica Italiana di malattie infettive, indimenticabile protagonista della società napoletana e promotore di tante iniziative di solidarietà e di cultura, teatro, musica, arti figurative (Premio a Roberto Parrella), l’avvocato penalistae diacono Enrico Tuccillo, Ambasciatore a Cuba per l’Ordine di Malta e Presidente dell’Associazione degli Avvocati Europei, innamorato di Napoli, del suo mare e della squadra azzurra(Premio ad Alberto Saggiomo), il cardiologo Stefano Cammarota già primario dell’ospedale di Pozzuoli e dirigente dell’Inps(premio a Maurizio Latte). Sono poi stati assegnati iPremi Posillipo – Cultura del Mare (una statuetta argentea dello scultore Lello Esposito) al Cardinale Crescenzio Sepe(purtroppo assente) uomo di dialogo, di accoglienza, di pace, di visione del futuro, all’affascinanteConsole Generale di Tunisiaper il sud ItaliaBeya Ben AbdelbakiFraouaanimatricedelle relazioni culturali, economiche, umane tra i due paesi mediterranei, allaFondazione Grimaldi, rappresentata dal Direttore Generale Luca Marciani, per il grande contributo che la famiglia armatoriale Grimaldioffre alla cittàattraverso l’ex Istituto Bianchi (aperto ad iniziative di formazione, carità, concreta solidarietà a servizio delle famiglie, dei giovani, degli anziani di Napoli), al campione di pallanuoto Massimo Di Martire che affianca i colori del Posillipo a quelli azzurri della nazionale italiana con i quali ha vinto la medaglia d’oro nelle ultime Summer Universiadi di Napoli, nella edizione2019 Men Water Polo, a Riccardo Iuzzolino Presidente della Fondazione Cultura e Innovazione che si prodiga per la formazione e la promozione dei giovani.

Un cenno a parte va ad Amedeo Manzo presidente della Bcc di Napolie Presidente Federazione BCC della Campania, figura di primissimo piano nel campo della solidarietà in terra di Partenope, inventore del “rating umano” e fiero sostenitore della “banca di relazione” che aiuta il territorio e guarda ai più piccoli e deboli e ai giovani: la sua banca, infatti, ha “sempre i napoletani nel cuore”.

 “Sono particolarmente felice di ritirare il Premio Internazionale “Posillipo, Cultura del Mare” – ha dichiarato l’insigne ospite – qui stasera in un Circolo che, tanti anni fa, mi ha visto giovanissimo sportivo. Già allora immaginavo e sognavo una Napoli solidale che potesse offrire una “democrazia di opportunità” per tutti, giovani e meno giovani, dove ognuno – oltre che immaginare – potesse provare a costruire, senza ostacoli, il proprio futuro.

A questo ideale risponde la costruzione di una” Banca per la Cittadinanza “, che con principi di “Umanizzazione del Credito” potesse, grazie ad “arti nuove” ma con “valori antichi”, distribuire a Napoli “Fiducia e Speranza”. Ingredienti necessari, assieme alla “volontà costruttiva”,per superare le “profezie delle tenebre” che, in questi mesi, affliggono la nostra economia reale. Sono orgoglioso di essere stato definito “banchiere con l’anima” e condivido questo Premio con tutti i napoletani che pensino che “l’umiltà del percorso” e “l’ottimismo perseverante” siano fattori importanti per fare in modo che i “Sogni diventino Realtà”,così come stasera lo è stato per me.Tutti ce la possono fare ed io, nel mio piccolo, ne sono la testimonianza.”

Per il mondo della scuola è stato poi attribuito un riconoscimento alla dirigente scolastica dell’IP.S.E.O.A. Duca  di Buon Vicino, prof.ssa Carmela Musello per l’impegno e la costanza nella diffusione ai suoi studenti del tema della salvaguardia dell’ambiente e dell’ecosostenibilità: al termine della manifestazione, allietata dalla tromba di Nello Salza, collaboratore di Ennio Morricone in oltre 400 colonne sonore e dal piano di Simonetta Tancredi per rendere omaggio all’illustre Maestro, recentemente scomparso, gli invitati hanno gustato un’ottima cena predisposta dal catering “la Caffettiera” di Guglielmo Campajolacon la consulenza enologica a cura della Dr.ssa Paola Massamormile. Tutto si è svolto nel pieno rispetto delle previsioni normative previste dai Decreti Ministeriali vigenti per l’emergenza COVID-19, consentendo a oltre trecento ospiti di mantenere il giusto distanziamento.

Tra gli intervenuti, Elisabetta Garzo prima donna presidente del tribunale di Napoli, il titolare Quick Parking Massimo Vernetti con la moglie Pina Napolitano, la scienziata Annamaria Colao prima donna al vertice della Società italiana di Endocrinologia evincitrice del Geoffrey Harris Award come Miglior neuroendocrinologa d’Europa, l’avvocato Rosy Mauriello Famiglietti, Barbara NicolausMilone, vari diplomatici tra cui il console del Portogallo Maria Luisa Cusati, i consoli del Brasile Mario Luiz Piccaglia De Menezes, del Nicaragua Gerry Danesi, dello Sri Lanka Mino Capasso, dell’Austria Eugenio Patroni Griffi, del LussemburgoGiancarloIaccarino, il direttore Inps Mariella De Vivo,Valentina de Giovanni,Pino e Dada’ Rocco,Gianmaria Terrazzano,Bartolomeo Perna,  Ada Vittoria Baldi, Armida e Pasquale Malva, Silvana Lautieri presidente del Centro Studi Erich Fromm, Bruno Andreucci, Angela Procaccini, Sergio Sangiovanni, Elena, Franco e Salvatore Pempinello,Mino Cucciniello, Annamaria Braschi, Aldo Carnevale,Donatella Chiodo.

LAURA CAICO

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Precedente NTFI: Lina Sastri a Pietrelcina in prima assoluta con 'Maria Maddalena o della salvezza'
Successiva UN’ESTATE da RE. La grande musica alla Reggia di Caserta

Articoli Suggeriti

Venezia, reati in calo?

IL MUSEO MADRE E L’ANTIQUARIUM DI BOSCOREALE NEL WEEK END DI MANI E VULCANI

Ischia: nasce il progetto HOTEL SICURO

Teatro, Imprenditori di sogni presenta: “Crazy Little Thing Called Love”

Uffizi: gli artisti delle Venezie nei disegni del Gabinetto Disegni e Stampe

Il Circo De Los Horrores torna a Napoli con Cabaret Maledetto