Cinzia Oscar, l’ultima dei grandi, torna in teatro con Fabio Brescia


Cinzia Oscar ritorna finalmente in teatro. “L’Ultima dei Grandi” (per giocare con il titolo di una sua canzone), figlia di un teatro di altri tempi, la Oscar sarà al fianco di Fabio Brescia in “Bisogna Saper Ridere“, una commedia brillante di Adriano Fiorillo,  ambientata nella sala  d’attesa di uno psicologo, dove vari pazienti si incontrano innescando un susseguirsi di situazioni e meccanismi tragicamente comici e paradossali.

Le risate sono assicurate. Cinzia è stata fortemente voluta da Fabio, che dichiara: “Sono sempre stato molto amico di Cinzia Oscar, ma non avevo mai avuto la possibilità di andare in scena con lei. Ho grandissima ammirazione per chi è custode di una tradizione che va ormai perdendosi, parliamo di quando si andava in scena tutti i giorni per tre volte e magari con due titoli in contemporanea. Ha lavorato con i più grandi ed è effettivamente lei è l’ultima rimasta seppur giovanissima! Le origini teatrali di Cinzia Oscar sono note ai più, ma oltre alla possibilità di confrontarmi con l’ultima discendente di una stagione teatrale straordinaria che purtroppo non si ripeterà mai più, è anche la sua straordinaria umanità ad avermi convinto di chiederle di lavorare con noi: Cinzia oltre che essere un’attrice ed un artista immensa, e questo non devo certamente dirlo io che non ne ho i titoli, è strepitosa, professionale e precisa, ma anche simpatica come poche. Sono certo che lavorare con lei sarà un’esperienza indimenticabile, e devo dire che mi sono chiesto spesso, assistendo a cose qui a Napoli di artisti che la conoscono bene, come mai non hanno pensato a lei per un ruolo piuttosto che per un altro. Spero che questo condiviso con Cinzia sia un progetto duraturo perché a me questa ditta Brescia/Oscar, in un contesto moderno e diverso rispetto a quando si usavano termini come “ditta”, mi piace e non poco”.

Dal canto suo Cinzia, in splendida forma e desiderosa di staccare un po’ la spina con la musica, e con l’immisurabile voglia di calcare le scene, dichiara : “Sono felice. È stata una chiamata inaspettata e non nego che ero alla ricerca della porticina giusta per tornare a respirare aria di teatro. Grazie a Fabio e a Teatroggi,  produzione dello spettacolo! Con onestà dico che è vero, spesso mi sono sentita messa da parte. Incontri colleghi attori e registi, che partono subito a raffica con una serie di complimenti, ma nel momento in cui ci sarebbe da mettere in pratica ciò che dicono di pensare, spariscono! Ricordo una telefonata di oltre un’ora con un’artista della nostra Napoli ma con rilievo nazionale, all’epoca era direttore di un teatro. Parlammo di un titolo importante che poi portò anche in scena, ma evidentemente dopo quella telefonata perse il numero! Fa parte del gioco, anche se credo che ho pagato lo scotto di essermi dedicata alla musica napoletana, ottenendo anche grosse soddisfazioni. Questo, anziché essere stato un punto di forza, spesso è stato pregiudicante. A volte mi sono sentita vittima di una sorta di “razzismo artistico”, ma sono pronta a rimettermi in gioco e a non fermarmi più”.  “Vorrei che il Teatro fosse la mia casa fino a quando il Signore vorrà!”, conclude Cinzia.

Nel cast di “Bisogna saper ridere” oltre a Fabio Brescia, anche Ciro SanninoRino Grillo e Giampietro Ianneo. Lo spettacolo è prodotto da Teatroggi e sarà in scena da fine febbraio al Teatro il Piccolo dal quale partirà un tour che toccherà molti teatri della provincia.

 

UFFICIO STAMPA

Maria Consiglia Izzo

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dodici + venti =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Precedente Amore e altre bugie: una commedia esplosiva che fa emergere la vera natura del Natale
Successiva Granchio Blu, monitoraggio in Campania: prosegue lo studio del laboratorio Genenvet della Federico II

Articoli Suggeriti

Diploma accademico per Giorgio Napolitano

Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi e Museo di Palazzo Pretorio di Prato: progetto espositivo congiunto per Lipchitz

Il mondo fashion dell’alta moda cerimonia Stella White

Museo del sottosuolo, viaggio nelle viscere e nel jazz partenopeo

TESISQUARE® inclusa nella ricerca Gartner

Immigrazione, il Coisp dopo l’incredibile situazione verificatasi a Treviso: “Gestione degli arrivi inefficiente, dilettantesca, pericolosa”