“FERRAGOSTO CON L’ARTE”. XVI EDIZIONE: TUTTI I GIOIELLI IN ESPOSIZIONE


Giunta alla XVI edizione, Ferragosto con l’arte è ormai una consolidata tradizione che fu ideata e promossa dal marchese Pierluigi Sanfelice di Bagnoli, componente della Deputazione della Cappella di San Gennaro, e che si ripete ogni 15 agosto – dal 2004 – per offrire ai napoletani e ai turisti la possibilità di ammirare, il giorno dell’Assunta, uno dei patrimoni artistici più importanti al mondo.

Per l’intera giornata si terranno, poi, visite guidate gratuite condotte anche dal direttore Paolo Jorio nel Museo del Tesoro di San Gennaro. Si potrà conoscere così la storia del Santo effettuando visite guidate proprio all’interno della storica Cappella.

Filmati con Dolby Surround in un allestimento completamente rinnovato, tutti i gioielli esposti e un percorso emozionale saranno l’itinerario impareggiabile che i visitatori potranno ammirare per conoscere più approfonditamente, proprio grazie alle visite guidate comprese nel prezzo speciale di 3 euro, opere uniche al mondo: la leggendaria mitra gemmata ricca di 3964 pietre preziose, il collare di San Gennaro in diamanti, gemme e gioie realizzato in 250 anni con i doni dei più importanti regnanti europei, il calice di oro, rubini, smeraldi e diamanti donato da re Ferdinando IV, la croce in diamanti e smeraldi regalata da re Umberto I, la pisside gemmata di re Ferdinando II e tanti altri gioielli e capolavori d’argento che rappresentano non solo la straordinaria storia di fede di un popolo verso il proprio santo Protettore, ma anche l’essenza della grande cultura e della antica civiltà napoletana.

Il Marchese Pierluigi Sanfelice ne ricorda così l’idea iniziale: “Ricordo come fosse adesso che a Ferragosto del 2003 percorrevo le vie del centro storico per andare ad assistere in Duomo alla solennità dell’Assunta presieduta dal Cardinale Michele Giordano. Quello che mi colpì più d’ogni altra cosa furono i gruppi di turisti che vagavano sotto un sole cocente, senza un’apparente meta, tra bar in massima parte chiusi come i ristoranti, saracinesche dei locali commerciali abbassate; insomma, una desertificazione incombente, con turisti in fila alle poche fontanelle, mentre le poche oasi di fresco erano rappresentate dalle Chiese. Pensai, allora, a quanto sarebbe stato importante – anche per l’economia della città – se in quel giorno tutte le attività, sia culturali che commerciali, fossero state aperte per accogliere i turisti. L’anno successivo, il 2004, ne parlai con il Direttore del Museo di San Gennaro Paolo Iorio e ci accordammo per una apertura straordinaria del Museo il giorno di Ferragosto, con biglietto a metà prezzo e inoltre visita guidata gratuita da me accompagnata nella Cappella. Chiedemmo all’Assessore comunale Giulia Parente di darci una mano per divulgare la notizia. Il 15 agosto del 2004 alle 9,30 del mattino, alle porte del museo di San Gennaro vi erano talmente tanti turisti che l’Assessore inviò squadre di addetti all’ordine pubblico per regolamentare il flusso alla biglietteria. Chiamammo questa manifestazione “Ferragosto con l’Arte”, essendo così i primi ad adottare un siffatto programma seguito poi da tantissime altre iniziative cittadine”.

L’iniziativa del giorno di Ferragosto, che tanto successo ha avuto nelle passate edizioni, grazie all’impegno costante del Direttore del Museo, Dott. Paolo Iorio è diventato infatti un immancabile “appuntamento con l’arte” nonché un’importante ed efficace operazione di promozione turistica da offrire ai napoletani e ai numerosissimi turisti ospiti nel capoluogo campano.

Il programma è realizzato in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli.

Per informazioni, 081-294980. Museo: via Duomo 149, Napoli (ingresso laterale al Duomo)

Il Museo del Tesoro di San Gennaro ad agosto sarà aperto tutti i giorni dalle ore 9,30 alle 17,30

 

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Precedente BORRIELLO: REMISE EN FORME CON ONDA COOLWAVES
Successiva BORRIELLO: REGOLE DI BELLEZZA PER UN’ESTATE IN CITTA’

Articoli Suggeriti

A Brusciano un incontro sulle bonifiche ambientali

“I Cjarsòns, tradizione carnica”, goloso appuntamento col raviolo

Domani i Congressi Provinciali del Coisp di Napoli, Salerno e Avellino

Pizze come canzoni da gustare a cena, l’idea vincente per una serata

PEROL CARNI, da domenica parte la rivoluzione di MASANIELLO

Théâtre de Poche, in scena: Il sogno