“Premio Vita di Gelatiere” dedicato ai professionisti del gelato


L’Associazione Italiana Gelatieri, presieduta da Alberto Pica, tradizionalmente promuove, durante il Sigep, il “Premio Vita di Gelatiere”, dedicato ai professionisti di tutta Italia che si sono particolarmente distinti. In passato l´hanno ricevuto maestri del gelato tra cui Carlo Pozzi e Santo Musumeci.

Il riconoscimento è stato voluto e ideato dal Comitato esecutivo dell´Associazione e da Paolo Bellavista, per un ventennio editore e direttore responsabile della rivista Il Gelatiere Italiano, Il Pasticciere Italiano e di altre riviste dell´enogastronomia artigianale, recentemente scomparso.

A partire dal 2014, oltre al “Premio Vita di Gelatiere”, l´Associazione promuoverà anche un premio speciale, in memoria di Paolo Bellavista, significativo interprete dell´editoria di settore e titolare, per numerosi anni, di un progetto formativo e informativo trasmesso ai suoi lettori attraverso riviste e libri dai contenuti estremamente tecnici e, al contempo, innovativi.

“Quando, negli anni 80 – dice il Presidente Alberto Pica – Paolo Bellavista entrò nel mondo del gelato, ancora poco evoluto del punto di vista della comunicazione, si fece portatore di nuove idee editoriali e non solo, che puntavano a far superare l´immagine originaria dell´artigiano ´chiuso´ nel suo laboratorio, geloso dei suoi supposti segreti professionali. E se il gelato aveva già un substrato precedente sul quale lavorare, lui seppe creare un sentiero sostanzialmente meno battuto, orientato a far uscire dal proprio guscio anche i settori della pasticceria e della panificazione, questi più radicati nel tempo, ma meno aperti alle nuove tendenze al consumo.”

Il “Premio Speciale in memoria di Paolo Bellavista” premierà un’azienda o un professionista del mondo del gelato, che si è particolarmente distinto nel 2013.

La serata del “Premio Vita di Gelatiere” e del “Premio Speciale in memoria di Paolo Bellavista” si terrà martedì 21 gennaio 2014 all’Hotel Holiday Inn di Rimini.

Per informazioni: Associazione Italiana Gelatieri – Antonello Giuffrida (Via del Circo Massimo, 9 – 00153 Roma

 [email protected]

Associazione Italiana Gelatieri. L’Associazione Italiana Gelatieri nasce nei primi anni ’80 dallo storico Comitato Nazionale per la Difesa e la Diffusione del Gelato Artigianale con l’intento di promuovere e supportare l’impegno della categoria verso il rispetto delle esigenze dei consumatori per alimenti più sani, più nutrienti e più gustosi, ottenuti con metodi che non impattino sull’ ambiente. Valorizza e sostiene i professionisti che ogni giorno lavorano per fare del gelato artigianale un prodotto di eccellenza, riconosciuto in tutto il mondo. E’ presieduta da Alberto Pica, già Presidente dell’Associazione Esercenti Bar Gelaterie Pasticcerie e Pubblici Esercizi di Roma e Provincia.

Paolo Bellavista Editore specializzato in riviste professionali e imprenditore, scomparso nel 2013. Dal 1980 al 2004 ha creato e gestito numerose testate importanti in svariati settori (comunicazione, abbigliamento, sport, enogastronomia artigianale), tra cui Il Gelatiere Italiano, Il Pasticciere Italiano, Il Panificatore Italiano, Grande Cucina&Wine. Ha saputo conferire all’ editoria tecnica un nuovo approccio, creativo e contemporaneo, promuovendo il prodotto artigianale italiano di qualità e supportando la crescita professionale e d’immagine dei professionisti dell’ enogastronomia artigianale italiana.

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due + 10 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Precedente Al maschio angioino i risultati del progetto: DONNE E SCIENZA
Successiva LA GRANDE PASTICCERIA INTERNAZIONALE A SIGEP 2014

Articoli Suggeriti

Nasce il sodalizio tra Solania e l’Associazione Mani D’Oro

CAPRI HOME: LE COLLEZIONI ONLINE PER VALORIZZARE IL MADE IN ITALY

A Tutto Volley, questa sera un nuovo appuntamento

Ravello Festival, Natale in streaming: tre eventi per il nuovo anno

Visita al complesso dei Girolamini e alla Cappella del Tesoro nel Duomo

Ciro Salvo di 50 kalò a Le Strade della Mozzarella