150 OPERATORI AMICI CONTRO IL BULLISMO


Chi di noi non è stato da adolescente molestato dal bullo di turno quando eravamo ancora sui banchi di scuola? Chi per un motivo futile, (io portavo gli occhiali e i miei cari compagni, soprattutto i maschietti, mi prendevano in giro a volte in modo pesante, e questo mi ha portato un condizionamento tale che solo da pochi anni, riesco a portare liberamente gli occhiali in pubblico) chi invece per qualcosa di più importante, come per sesso, religione, status economico, ecc….

Infatti, secondo il Telefono Azzurro, ogni giorno nel 49,9 per cento delle classi italiane, vengono compiuti atti di violenza psicologica e fisica. Ma fermare questa violenza nelle scuole è sempre stata una missione impossibile… fino ad oggi. Infatti sto parlando degliOperatori Amici”. Tutto nasce da un idea di Ersilia Menesini, docente di Psicologia dello sviluppo dell’Università di Firenze: 150 piccoli psicologi, in quattro anni, sono stati formati a Carpi, vicino Modena, per combattere il fenomeno del bullismo.

Gli adolescenti preferiscono confidarsi con i loro coetanei piuttosto che con un adulto, e da qui l’idea di formare dei ragazzi che non solo vengono in aiuto delle vittime, ma anche in aiuto dei bulli che, scaricando la loro rabbia ed aggressività verso i ragazzi più deboli, hanno bisogno anch’essi di un angelo custode che può capirli, magari perchè lui stesso è stato in passato un bullo.

Questo potrebbe essere una buona pratica da copiare in tutte quelle scuole dove il fenomeno del bullismo è purtroppo molto presente.

Autrice: Elena Simonetti

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Precedente GAMBIT UNA COMMEDIA TUTTA DA RIDERE
Successiva Pallavolo femminile, Marianna Guerriero Arzano protagonista a Bari

Articoli Suggeriti

Apicoltura Casentinese : Bilancio positivo nel 2013

Nasce la startup Chef Luigi

BANDO IDEE 2015 DELLA FONDAZIONE CARIPT: TERMINATA LA VALUTAZIONE DEI PROGETTI PRESENTATI

ITALIA/MOSCA: FIRMATO AD EXPO 2015 ACCORDO DI COLLABORAZIONE SULLA RICERCA AGROALIMENTARE

Laboratori di arteterapia al Museo del Sottosuolo di Napoli

Sezione Didattica: dopo le vacanze nuove opportunità per le famiglie