Legora Fashion Show: a Pietrarsa la sfilata della collezione Primavera-Estate 2024


Stile, eleganza e arte tornano a dialogare insieme al Legora Fashion Show, un appuntamento sempre molto atteso a Napoli con l’intrattenimento e la socialità ma soprattutto con la moda, intesa come ricerca e armonia delle forme e della bellezza. Martedì 27 giugno 2023 dalle ore 20.00 presso il Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa Alessandro Legora presenterà la collezione Spring Summer 2024 nelle due linee Alessandro Legora e Atelier Legora. In passerella sfileranno l’amore per la donna, per le sue forme e la sua innata eleganza. I capi delle collezioni porteranno in scena una donna che nonostante le possibili imperfezioni vuole sentirsi bella, chic e sensuale allo stesso tempo e riesce ad indossare le creazioni del brand contale naturalezza e sicurezza di sé come se le fossero cucite addosso.

Il know-how e gli obiettivi

Il processo creativo rappresenta la fase più complessa e delicata per un fashion designer, la cui “lampadina” non si accende a comando e non resta accesa per un tempo limitato ma è il risultato di una graduale evoluzione espressiva che da idea si traduce in collezione.<<Oggi il ruolo del designer è diventato particolarmente complesso e sono consapevole che prima ancora che nel prodotto si debba credere in sé stessi per conquistare la fiducia dei propri collaboratori e dei propri compratori. È necessario avere chiaro da dove sono partito, chi sono oggi e dove voglio arrivare con il prodotto che sto presentando e su cui ripongo massima fiducia>>. Con queste parole Alessandro Legora presenta il suo brand nato nel 2010 con un prodotto 100% made in Italy e l’ambizione di diventare una collezione pret-à-portér italiana. Oggi, dopo 13 anni, Alessandro Legora è una media impresa che nel giro di una manciata di anni si è inserita nel fashion system con collezioni ancora rigorosamente made in Italy che conservano la sartorialità degli esordi. Nell’immediato futuro il couturier ha come obiettivo il consolidamento di un’azienda che sia riconosciuta per un prodotto legato alle tradizioni dell’artigianalità campana che sono motivo di vanto al livello internazionale, e che lo hanno insignito di riconoscimenti importanti tra cui ultimo il premio Eccellenze Campane ricevuto lo scorso dicembre dal sindaco di Napoli Gaetano Manfredi.

La cifra stilistica

Il Covid ha segnato un’epoca, ha cambiato le persone, le esigenze e il criterio di spesa. Oggi si spende per emozione e non per necessità, un capo deve essere speciale e deve riuscire nell’intento che contraddistingue il desiderio di ogni donna da sempre: sentirsi BELLA. Questa collezione punta a far sentire belle e ad emozionare le creature femminili ricordando loro che sono speciali e che devono brillare per sé stesse. <<Ho affermato tempo fa che la moda deve rivolgersi a tutti i tipi di fisicità e lo confermo con fermezza e fierezza. La mia clientela spazia per fascia d’età e fisicità e posso garantire che sono tutte meravigliosamente energiche e magnetiche le mie donne. Con un pizzico di presunzione mi riconosco il merito di aver compreso già da tempo come fare per rendere una collezione versatile senza snaturare il proprio DNA stilistico>>.

… Una donna sensuale non si misura per il peso e perl’età ma è SPECIALE e merita d’indossare un capo speciale…

La collezione Primavera Estate 24

Se la Primavera estate 2023 è stata caratterizzata dai colori forti per la prossima estate si ha l’esigenza di ritrovare una sobrietà comunque mai scontata nei colori e nei modelli. Intramontabile, il bianco e nero nella loro meravigliosa contrapposizione come il mistero che si fonde con la purezza, se poi li si abbina a comporre stampe optical a righe il match è raggiunto. Imperversa il bianco su base jersey, tessuto particolarmente amato dalle donne perché sinuoso, avvolgente qui proposto su tubini con spalline scultura a maniche a guanto e dalle scollature super femminili che lasciano spazio all’immaginazione. C’è poi il nero nel tessuto shantung impreziosito da castoni color crystal e da modelli scultorei. Grande spazio è riservato alle stampe esclusive realizzate appositamente da Legora a Como, patria della seta. Fiori protagonisti che rimandano ad un nostalgico Oriente, arricchiti da frange in seta colorate. Ed ecco che ruba la scena il caftano da sera, un capo iconico per la maison Legora che lancia anche una nuova interpretazione dello scialle, quello che una volta veniva indossato sulle spalle delle nonne mentre oggi è portato a mò di gonna. A completare l’outfit la maxi camicia maschile su tessuto chiffon che lascia intravedere le forme senza cadere nella volgarità. Ancora, giochi di piume di struzzo su tuniche, spolverini e abiti dagli spacchi vertiginosi. Tessuto caro a Legora è quello ricamato in paillettes,  declinato sui toni dell’argento, oro e blu royal. Paillettes che sembrano metalli con giochi di drappeggi, gonne asimmetriche e maxi tute. Altro colore predominante è certamente il verde che spazia dal green yellow al forestgreen ed è proprio in questa palette che troviamo tute palazzo con corpetto in raso completate a blazer costruiti da spalle insellate e bottoni gioiello o completi in paillettes con blazer di raso con tagli che richiamano un po’ quelli maschili per poi concludere con abiti da sogno con fiocchi scultura o corpetti con giochi di drappeggio.

Sempre in tema colori decisi ma di classe spicca l’effetto perlato. Poi carta da zucchero, pesca, pink, glicine e purple, quest’ultimo protagonista di un abito in taffetà e gioco di ruches sulle spalle che rivela la sapienza artigianale di mani esperte interne alla maison.

Appuntamento allora martedì 27 giugno al Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa con una collezione moderna, super femminile, avanguardista e con un ottimo rapporto qualità prezzo oggi diventato fondamentale.

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × 5 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Precedente SFILATE E PREMI AL FASHION GOLD PARTY SUMMER EDITION
Successiva 450 Gradi, la pizza con cucina ai piedi del Vulcano

Articoli Suggeriti

Pizzolato estradato dall’Italia

‘Vanvitelli sotto le stelle’, presentato il programma della rassegna

Quando è il cameraman a correre più veloce di tutti gli atleti in gara

Promoter Arte ricerca scrittori e autori

INTERNATIONAL TATTOO FEST NAPOLI 2016

Al Centro Teatro Spazio in scena “Fobos”, viaggio tra le paure dell’uomo