Hope Generation: raccolta fondi pro staminali


“Finché c’è ricerca c’è speranza”, questo lo slogan adottato da Hope ( dall’inglese “speranza”) , un gruppo di giovani studenti napoletani della Federico II legati all’ Aiesec, che hanno messo in campo un progetto dove divertimento e solidarietà camminano insieme. Somministrare contenuti sociali e fare beneficenza attraverso eventi di intrattenimento è lo scopo della Hope Generation guidata a Napoli da Francesco Carrese che ha a tal proposito avviato una raccolta fondi attraverso l’utilizzo degli hope bond, titoli di credito atipici ( ideati sulla scia dei covered- bond finlandesi) che serviranno a finanziare attività di beneficenza.

Il primo evento firmato “Hope”  verterà sul discorso delle cellule staminali e la convulsa disciplina giuridica che la governa. Si sensibilizzerà la platea under 30 sul tema innestando altresì una raccolta firme a favore della sperimentazione. Seguirà una raccolta fondi attraverso i titoli hope bond per poi devolvere l’incasso a favore della causa, ovvero della ricerca. Il tutto si terrà il giorno 9 novembre a partire dalle ore 22 presso il Mama Ines, rinomata discoteca del vesuviano, dove nel corso di una serata di musica e cabaret, si svolgerà la raccolta firme e contestualmente la raccolta fondi pro staminali.

Ospite della serata Hope al Mama Ines sarà l’attore Pasquale Palma, in arte Vivo D’Angelo, cabarettista della scuderia del Tam e del programma televisivo in onda su Rai 2 “Made in Sud”.

Parte così la stagione delle serate a sfondo sociale del Mama Ines fashion club diretto da Massimiliano Iovine, grazie al contributo dei giovani studenti volenterosi di fare del bene divertendosi.

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Precedente Auchan offre lavoro e opportunità di stage
Successiva Pallavolo, Gaia Energy Napoli in campo contro Monterotondo

Articoli Suggeriti

Venerdì in biblioteca la presentazione di “Cara Esmeralda…” di Luigi Raffaele

GUERRIERO LUVO ARZANO ESAME CONTRO L’AGRIGENTO

Archivio Storico. Pastiera e babà: i dolci da assemblare e mangiare a casa

S.E.B.S., la Fiera dello sport fa tappa al Complesso Zeno

“Zentrum”, in biblioteca comunale una mostra fotografica a cura di tre giovani artisti

Capri: malasanità, aumento di reati e Tribunali che chiudono