Le api e l’immunità di “sciame”


Gli entomologi si sono a lungo interrogati su come fanno le Api ad evitare che nei loro alveari, così affollati, si diffondano delle malattie. Uno studio recente pubblicato sul Journal of Experimental Biology da Gyan Harwood dell’Università dell’Illinois, Urbana-Champaign, ha spiegato questo mistero.

Sicuramente il tutto dovuto ad un vigoroso sistema immunitario, ma con un’inventiva pari a quella degli umani.

Infatti sono arrivati alla conclusione che è l’ape regina che “vaccina” le sue uova, trasferendo in esse, prima ancora di depositarle, le proteine che agiscono da antigeni. Queste proteine sviluppano la risposta immunitaria protettiva, che arriva alla regina direttamente dalla pappa reale, di cui si ciba, prodotta dalle stesse api.

Le api nutrici, trasmettono gli antigeni anche alle larve nei primi giorni della loro nascita, quindi le neonate risultano “vaccinate” 2 volte… A pensarci bene, queste piccole amiche laboriose hanno scoperto da tempo ciò che al momento si sta cercando di fare in tutto il mondo… vaccinare 2 volte poichè la prima dose attiva la risposta immunitaria, la seconda la rafforza, per raggiungere finalmente l’immunità di gregge.

Morale… si può imparare dal mondo animale… quindi proteggiamolo!

Buona pausa caffè!

Elena Simonetti

Foto: By Unsplash Free Images

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × 5 =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente E BISCUTTIN : la ricetta dei biscotti della nonna
Questa è la storia più recente

Articoli Suggeriti

Romeo e Giulietta in scena nel chiostro di San Lorenzo Maggiore

FAI Giovani Napoli: presentazione della compagine giovane e del calendario 2014

A Napoli arriva la Città del Sorriso

Brusciano, il consiglio comunale sospende il puc

‘Noi Donne nell’Universo’, un evento dedicato all’universo femminile

A Venezia la tecnologia premia il cinema