LORENZO DE CARO: È NAPOLETANO L’ASTRO NASCENTE DEI WEB INFLUENCER


Alla conquista del web a suon di follower. Ha quasi 100mila seguaci su Instagram e 20mila su Twitter, il salotto buono dei social network e il suo blog è tra i più cliccati in Italia. Lorenzo de Caro, napoletano, è uno degli influencer più seguiti sul web, e racconta sullo schermo dello smartphone o del pc le intuizioni di un giovane internauta con la giusta dose di narcisismo. Una cronaca tradotta in forma di immagini e di look, tanto da essere stato il primo web influencer italiano scelto da Ferrero come testimonial della Nutella sui social. 

Un’irruzione del reale nel virtuale cominciata nel 2013 quando ha creato un blog per raccontare di moda, di vip e di movida napoletana. Il successo di click è stato immediato e la carriera di influencer è iniziata. Notato dai grandi marchi, sono cominciate le richieste di collaborazioni con brand di successo, che lo hanno scelto come testimonial per le loro campagne e per gli eventi esclusivi come Puma, Magnum Algida, Cristian Louboutin. E poi gli inviti alle fashion week con posto in prima fila tra i direttori delle riviste di moda e i fashion editor provenienti da tutto il mondo.

Vive tra Napoli e Milano e gira il mondo per mostrare e raccontare le nuove tendenze ai suoi fan 2.0. Ha 25 anni, è lui l’astro nascente dei web influencer italiani. Studente in Scienze della Comunicazione all’Università Suor Orsola Benincasa, collabora con testate nazionali scrivendo di moda e lifestyle e ha lavorato con il re delle cravatte Maurizio Marinella per il Progetto Restaura Napoli. “Fotografo e scrivo la moda, per i miei articoli cerco notizie interessanti su nuove app e tecnologia – spiega Lorenzo – racconto di viaggi, feste e sfilate con amici e personaggi noti”.  

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 + undici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Precedente Aria di novità nel mondo del vino campano: arriva Mata Falanghina
Successiva Torna al Teatro Augusteo la II edizione dello spettacolo musicale Bentornata Piedigrotta

Articoli Suggeriti

Presentato il libro di Maurizio Braucci: ‘Insegnare al Principe di Danimarca’

VOLLEY TALENT, AL VIA IL PROGETTO DI PARTENOPE E ARZANO

San Giorgio a Cremano, progetto “Nove –Arte e scienza

GUERRIERO LU.VO ARZANO, SCONTRO DIRETTO CON MAGLIE

Il caso di Pompei raccontato nel nuovo volume della Fondazione Enzo Hruby

GUERRIERO LUVO ARZANO, STOP A LATINA