La riscoperta della musica del ‘700 napoletano attraverso “La Voce dell’Organo”


La musica napoletana del ‘700 torna a risuonare attraverso “La Voce dell’organo” che nei due concerti di  domenica 23 ottobre ( ore 19,30) e domenica 30 ottobre (ore 19,30) presso la Chiesa dell’Immacolata al Vomero, vedrà protagonista il grande organo Mascioni del 1985, suonato da due organisti d’eccezione Enrico Viccardi e Mauro Castaldo .

I due concerti della rassegna Convivio Armonico a cura dell’ Area Arte Associazione, sono realizzati  in collaborazione con l’Ottobre Francescano della Comunità dei Frati Minori Conventuali e con la consulenza del M° Mauro Castaldo e dell’Associazione Organistica “G.M. TRABACI” di Napoli e sono indirizzati alla riscoperta della musica Napoletana del ‘700, in un percorso di ricerca tra passato e futuro, che unisce l’antico repertorio della Scuola Napoletana ad opere di compositori campani moderni e contemporanei.

Il 23 ottobre (ore 19.30) l’organista Enrico VICCARDI, eseguirà brani che  spaziano da opere dal barocco napoletano con G.M. Trabaci e A. Scarlatti a quello tedesco con J.S. Bach e J.C. H.Rinck e dall’ottocento tedesco di  J.G. Rheinberger, a quello italiano con le composizioni di F. Capocci e  M. E. Bossi.

Viccardi è titolare di Organo e Composizione organistica al Conservatorio di Parma nonchè docente alla Scuola diocesana di musica sacra «Dante Caifa» di Cremona e Presidente dell’associazione musicale Accademia Maestro Raro, direttore artistico dei “Percorsi d’Organo in Provincia di Como” e dell’Autunno Organistico nel Lodigiano. Ha al suo attivo una intensa attività concertistica e discografica pluridecennale di rilievo  internazionale.

Il 30 ottobre (ore 19.30) a conclusione del ciclo sarà ospite Mauro CASTALDO organista e compositore, titolare di Organo e Composizione organistica al Conservatorio N.Sala di Benevento e consulente della rassegna che presenterà un inedito e raffinato programma dedicato a due compositori napoletani del Novecento, Giuseppe Martucci e Rino Maione.

Castaldo ha dedicato la sua intensa carriera concertistica, nazionale ed internazionale, sia al grande repertorio che alla riscoperta di inediti di tutte le epoche: in particolare con l’Ass. “G.M. Trabaci” da lui fondata ha riportato alla luce la preziosa scrittura della più antica tradizione organistica napoletana ed il patrimonio organario ad essa correlato. È autore del libro “Il giardino dei silenziosi – Iuppiter Edizioni 2012” dedicato agli organi delle chiese di Napoli, prefazione di Mons. Vincenzo De Gregorio, la pubblicazione è stata richiesta in Svizzera ed in Olanda.

 INFO

 PRENOTAZIONI e ACCESSO nel rispetto delle normative è necessaria la prenotazione inoltrando una mail ad [email protected] , oppure tramite Whatsapp ai numeri sotto indicati. Si riceverà una conferma della prenotazione che è personale non cedibile e dovrà essere esibita all’ingresso cartacea o su smartphone. In caso di impedimento si raccomanda di disdire la prenotazione.

       CONCERTI IN SICUREZZA – L’ingresso e la partecipazione ai concerti seguono le normative vigenti in materia di Covid-19 in vigore

        Modalità di accesso: I concerti della serie LA VOCE DELL’ORGANO  prevedono  un contributo di accesso di E.1.00

        Abbonamento sostenitori a 9 concerti della seconda parte E. 25.00

 

Segreteria organizzativa

081 19018227 – 350 9273606 – 345 8526889

website: www.areaarte.eu

mail: [email protected] / [email protected]

Convivio Armonico continuerà la sua programmazione con altri cinque appuntamenti  dal 5 novembre con  un ricco programma di concerti in chiese del centro storico di Napoli, con i cicli Suoni in Basilica e Suoni nei Luoghi Sacri (Basilica Reale di S. Francesco di Paola, Chiesa di S.Orsola a Chiaia) e in spazi di cultura nel centro antico con il ciclo Musica Nel Corpo di Napoli si esibiranno artisti conosciuti e giovani interpreti in un repertorio antico e moderno.

La stagione si arricchirà di momenti di presentazione di pubblicazioni discografiche ed editoriali inedite sulla musica strumentale del ‘600 e ‘700 Napoletano e italiana, oltre ad iniziative volte a far conoscere ai giovanissimi il patrimonio musicale napoletano.

 Il ciclo di concerti è dedicato alla memoria della cantante e artista PINA CIPRIANI

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

8 − 4 =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente Il ritorno a scuola in presenza degli studenti ed i consigli della Dott.ssa Conza
Questa è la storia più recente

Articoli Suggeriti

Fipav Campania, compatti verso il futuro. Irpinia-Sannio insieme per Cattaneo-Pasciari

Mariglianella: Nella V edizione di “R…Estate con Noi” una grandiosa “Pedalata Mariglianellese”

Cantine aperte a Natale da Villa Matilde

Le scuole medie di Brusciano tra i banchi dell’assise regionale

Il Wedding Day Atelier Signore e Luis Mas promosso da TUTTOSPOSI

Oggi la Giornata mondiale della pasta