Napoli Film Festival: 28 le opere in concorso


Sono 28 le opere selezionate nel concorso SchermoNapoli Corti della 23esima edizione del Napoli Film Festival, diretto da Mario Violini, che si svolgerà dal 26 settembre al 1° ottobre 2022 con proiezioni e incontri all’Istituto Francese di Napoli.

Ben 1205 cortometraggi hanno chiesto di partecipare al festival attraverso l’iscrizione alla piattaforma internazionale “Film Freeway”, tra questi sono giunti al rush finale 169 lavori poi valutati dal comitato composto dai critici Giuseppe Borrone e Ignazio Senatore e lo stesso direttore Violini che hanno deciso quali film sottoporre alla giuria 2022 composta dal regista Guido Lombardi, il critico Antonio Fiore e la giornalista Ilaria Urbani, che assegnerà il Vesuvio Award al regista della migliore opera e menzioni speciali alle opere, agli autori e ai protagonisti che si sono particolarmente distinti.

Molti i volti noti al grande pubblico coinvolti nei film come Renato Carpentieri, Teresa Saponangelo, Lello Arena, Denise Capezza, Antonia Truppo, Lino Musella, Filippo Scotti, Salvatore Misticone, Corrado Taranto, Giacomo Rizzo, Denise Ailser e numerosi altri.

Questi i 28 cortometraggi selezionati: “Amarena” di Alberto Palmiero, “Assenza di peso” di Marco Sardella, “Beyond dreams” di Fabio Ruffo e Daniele Violante, “Bisaccistan” di Vito Nicoletta,  “Confetti” di Maddalena Stornaiuolo, “Dante” di Antonio Riccardo Santorelli, “Dell’Attesa” di Adriano Vessichelli, “Destinata coniugi Lo Giglio” di Nicola Prosatore, “Enchantment” di Chiara Caterina, “Fishman” di Nicolas e Raffaele Spatarella, “Gioia” di Eduardo Castaldo, “Il ritratto di Fernanda” di Marco Benincasa, “Incontro con Federico Fellini” di Giuseppe Alessio Nuzzo, “Io tu e i miei amici” di Fabrizio Cicero, “La caccia” di Davide Mastrangelo, “La Challenge” di Carlo Alessandro Argenzio, “La passeggiata” di Alessandro Derviso, “La terra dei giochi” di Mauro Di Rosa, “Le stagioni della vita” di Francesco Maglioccola, “Leggero Leggerissimo” di Antimo Campanile, “Miraggio” di Marianna Adamo, “Nei miei occhi” di Emanuele Lanza, “Questo è l’anello” di Luigi Marmo, “Indagine sulla ricerca dell’altro” di Serena Petricelli, “Scètate” di Saverio Francesco Galdo e Salvatore Carmine De Simone, “Sotto Pressione” di Marco Sardella e “Un due tre stella” di M. Deborah Farina.

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 − tre =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente GRAZIE ALL’ACCADEMIA AUGE RICONOSCIUTA UNA NUOVA PROFESSIONE:TECNICO ESPERTO FISCALE!
Successiva Arriva a Taranto Ego Festival: 12 chef internazionali, masterclass e “Cozza in the City”

Articoli Suggeriti

Cake Design Week fa tappa a Napoli

GUERRIERO LUVO ARZANO, CALIENDO RESTA IN PANCHINA

McDonald’s, ragazzi da applausi. Vittoria salvezza a Salerno

Firenze, alla Fortezza da Basso l’ottava edizione di Danzainfiera

Elezioni Regionali 2020: intesa “Pensionati d’Europa” e Lega

NUOVE APP DA PROVARE PER CITTADINI E TURISTI