CASATIELLO BROCCOLI, SALSICCIA E PROVOLA: BUONO ANCHE DOPO PASQUA


Le festività pasquali sono ormai passate ma durante questo periodo non poteva mancare sulle tavole dei napoletani il “casatiello”!
Se si parla di casatiello, tutto riporta a quello classico che si prepara a Napoli con salumi, strutto e le uova sode in superficie.
Fondamentalmente, in altri paesi del Sud, per casatiello, oltre quello classico napoletano, si intende anche qualsiasi altro impasto con la stessa forma a ciambella, decorato o meno e con i più svariati ripieni.
Sono quelle preparazioni che si fanno spesso durante l’anno, come piatto unico, come aggiunta alle preparazioni di buffet per le feste o per gite fuori porta.
Io vi propongo la mia versione con “sasicc e friarielli”, ovvero broccoli e salsiccia, che poi anche quelli sono simbolo di pieno Sud, in aggiunta con la provola che la si trova ottima in vari caseifici.
Si possono usare i friarielli o le cime di rapa. La differenza è che le cime di rapa sono un ortaggio appartenente alle crucifere della Brassica rapa campestris e comprendono foglie, steli e fiori.
I friarielli, invece, pur appartenendo alla stessa famiglia, sono una sottovarietà più tenera, dagli steli esili e sottili.
La provola è un formaggio di latte vaccino, a latte crudo e a pasta cotta o a pasta semicotta e filata.
In genere ha la forma di una sfera schiacciata, dal peso di circa mezzo chilo.
Una provola ottenuta da latte bufalino viene prodotta in Campania.
È il latticino di origini campane del quale possediamo le più antiche documentazioni, ed è di conseguenza rappresentata nei presepi napoletani sin dal 1600.
Ingredienti:
  • Uno spicchio di aglio
  • 2 salsicce
  • 1 kg di friarielli o cime di rapa
  • 600 gr di farina 00
  • 300 ml di latte
  • 1 cubetto di lievito di birra fresco
  • 80 ml di olio di semi
  • 4 uova
  • 50 gr di parmigiano grattugiato
  • 1 cucchiaio raso di sale
  • 1 pizzico di pepe
  • 500 gr di provola fresca
  • Burro quanto basta per imburrare
Preparazione.
Saltare in padella le salsicce sbriciolate senza pelle ed i friarielli con un po’ di olio evo e l’aglio. Togliere quindi l’aglio, sminuzzare con delle forbici i friarielli e lasciare da parte a raffreddare.
In una ciotola mettere la farina e versare il latte tiepido in cui avremo sciolto il lievito di birra ed impastare.
Poi aggiungere l’olio di semi sempre impastando, le uova, il parmigiano, il sale ed il pepe. Impastare fino ad ottenere un panetto morbido.
Poi aggiungere i friarielli con le salsicce, la provola tagliata a dadini e continuare ad impastare amalgamando bene tutto.
Se necessario aggiungere ancora altra farina: regolarsi con l’impasto.
Imburrare uno stampo per ciambella, versare l’impasto, coprire con un panno e far lievitare 2 ore.
Trascorse le 2 ore, cuocere in forno già caldo a 180 gradi per 45/50 minuti.
Regolarsi in base al proprio forno, deve essere dorato in superficie.
Se vi fa piacere seguitemi sulla mia pagina instagram cuciniamobyanna (le ricette di Anna).
Annamaria Leo

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

14 − 2 =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente LA GENOVESE: UNA RICETTA TUTTA NAPOLETANA !
Questa è la storia più recente

Articoli Suggeriti

OLIMPIA RACCONTA: viaggio nella storia delle Olimpiadi

Inaugurata oggi la X Florence Biennale

Cinema: ‘120 Battiti al minuto’ al Duel Village

Tutti in cucina per la Befana dei bimbi di Padre Massimo

Il complesso del Formello e Storie di giocattoli con locus iste

IN BRASILE CESARE BATTISTI TIENE CONFERENZE ALL’UNIVERSITA’