Le Zirre Napoli: presentata ieri The Second Life


Grande partecipazione di pubblico all’evento che Le Zirre Napoli ha organizzato ieri nello store di via san Pasquale 27 per presentare la linea The Second Life nel segno del riciclo e della sostenibilità.

La chiusura di un cerchio per il brand partenopeo che da sempre fonda la propria filosofia sul rispetto della natura, degli animali e sulla ricerca e sul recupero di tessuti pregiati, destinati alla produzione di borse e accessori che si distinguono per l’unicità e lo stile inconfondibile.

Le persone intervenute hanno potuto ammirare da vicino la collezione The Second Life nata grazie ad un progetto di economia circolare realizzato con Carpisa, Logeco, Azzero CO2.

Alcuni pezzi della collezione presentati ieri sono stati ideati dagli studenti del corso di Laurea in Design per la Moda della Università Vanvitelli che hanno partecipato all’evento ricevendo complimenti e grandi apprezzamenti.

La riduzione del CO2 in questo progetto di partnership è statacertificata dalla azienda AzzeroCO2.

Un motivo in più per innamorarsene: il ricavato della vendita di questa linea sarà devoluto all’Associazione animalista del territorio campano, Le Amiche di Lu onlus le cui titolari erano presenti circondate da tanti amici a quattro zampe felici di partecipare ad un evento petfriendly.

Il tema del riciclo è molto attuale ed è considerato una priorità, un tema condiviso anche da papa Francesco nella sua Enciclica di ottobre 2020 la promozione di un’economia circolare

La promozione di un’economia circolare e l’approccio ‘ridurre, riutilizzare, riciclare’ – afferma Papa Francesco – sono anche molto in consonanza con il Consumo Sostenibile e i Modelli di Produzione promossi nel 12 punti degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite.

L’Obiettivo 12 proclamato dalle Nazioni Unite infatti mira a“garantire modelli sostenibili di produzione e consumo.

Il consumo e la produzione sostenibile puntano a “fare di più e meglio con meno”, aumentando i benefici in termini di benessere tratti dalle attività economiche, attraverso la riduzione dell’impiego di materie prime, riducendo degrado e inquinamento nell’intero ciclo produttivo, migliorando così la qualità della vita.

Tra i presenti, le attrici Cristina Donadio e Miriam Candurro.Alessandra Cirafici presidente del Corso di Laurea in Design per la Moda,Maria Dolores Morelli cattedra Design della Moda, Carla della Corte presidente di Confcommercio Campania,  Maria Elena Altieri di Altide, Giuliana Giliberti, Marina Ascione, Gisella Gallotta, Aldo e Paola Morra, Patrizia Ossani Cicchella, Serenella Signoriello, Mariolina Delfino, Sabrina Testa delle Amiche di LUonlus, Roberta Buccino Grimaldi, Carmen Roberti, Valentina Visconti, Patrizia Martinelli, Irene Iacovelli, Fabio Migliaccio, Serena Savanelli, Simona Keller.

Info:

www.lezirrenapoli.shop

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × 2 =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente PANINI AL LATTE: UNA SANA MERENDA DOLCE E SALATA
Questa è la storia più recente

Articoli Suggeriti

Expo e Territori. L’Arte di Nutrire: gli aperitivi al museo

“ PreveniAmo: studenti col cuore sano”. Campagna di prevenzione cardiovascolare per i piccoli tra i 10 e i 13 anni

Grande successo per il new opening di Motoroma

Domani cerimonia d’intitolazione Largo Nunzio Gallo

FRIZZANTE NATALE A S. PASQUALE BOULEVARD