I Superagers: a 60 anni con un cervello da ventenne


Una nuova ricerca pubblicata su Cerebral Cortex che ha sottoposto circa 40 persone di età superiore a 60 anni e altrettante con un’età media di 25 anni, a un test di memoria, durante il quale è stata effettuata una risonanza magnetica funzionale.

Il risultato del test non ha riportato alcun declino cerebrale dei 60enni rispetto ai venticinquenni del gruppo, anzi la risonanza ha rilevato che il cervello degli over 60 mentre apprendeva riusciva a ricordare nuove informazioni.

La struttura del cervello dei Superagers assomiglia molto più al cervello dei giovani adulti quindi senza l’atrofia cerebrale tipicamente osservata negli anziani.

Una memoria allenata, lo si è sempre detto, rende più giovani ed attivi con una mente sempre lucida.

Bene, con la speranza di rientrare nei Superagers, vi auguro buona pausa caffè!

Elena Simonetti

Foto: By Unsplash Free Images

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × 4 =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente "Prontuario per candidato sindaco", l'irriverente decalogo di Enrico Parolisi
Questa è la storia più recente

Articoli Suggeriti

Giorgio Faletti è morto

Mirco Marchelli “Scena muta per nuvole basse” a Palazzo Fortuny

Toni Zarpellon in mostra presso Milano Art Gallery

A NAPOLI IL PRIMO CONGRESSO CULTURALE MERIDIONALISTA

Le Zirre Napoli® non si ferma!

Loredana Daniele, rinviata uscita del suo primo disco