Al via la XXI edizione di Armonie d’Arte Festival


Armonie d’Arte Festival presenta con orgoglio ed emozione le nuove preziose sinergie che aprono nuovi scenari per il futuro e che renderanno ancora più speciale la XXI edizione, il cui programma verrà presentato ufficialmente il 13 luglio a Roma, nella Sala Nassiriya del Senato della Repubblica.

La primissima novità è l’accordo tra la Fondazione Armonie d’Arte, la Provincia e il Comune di Catanzaro. L’amministrazione provinciale e comunale, che erano già nel Comitato d’indirizzo della Fondazione, hanno deliberato un protocollo d’intesa che potenzia il Festival nel territorio catanzarese, creando un vero e proprio distretto culturale: il territorio borgese, con il Parco Archeologico Nazionale Scolacium, e quello di Catanzaro, con il Parco Internazionale della Scultura e della Biodiversità Mediterranea, si intersecano nel segno di un Festival che ne diventa lo straordinario strumento di promozione internazionale.

E, infatti, il Festival nasce a Scolacium e per 20 anni ha vissuto in simbiosi con esso riportandolo al mondo; ora, però, avverte la necessità etica di aggiungere al suo cammino il nuovo particolarissimo spazio che è il Parco Internazionale della Scultura e della Biodiversità Mediterranea di Catanzaro, che si distingue per la sua unicità a livello europeo, per l’inedita compresenza di quattro simboli dal valore fortemente contemporaneo che rimandano a quattro temi fondamentali del nostro tempo: natura, cultura, salute e pace.

<<Da un lato – sottolinea il direttore artistico Chiara Giordano – Scolacium, “qui, dove il tempo passa e rimane, ci alimentiamo di memoria”, dall’altro, il Parco della Biodiversità, “qui, dove il tempo corre e rincorre, ci nutriamo di futuro”.>>

Un Festival e due parchi, quindi, saranno lo scenario naturale e perfetto di spettacoli di musica, teatro, danza e non solo, con la permanente identità colta e di profilo internazionale.

Altra importante novità è la partnership con la società “My World” che, se da una parte è un moderno strumento di cashback, dall’altra, rappresenta una competitiva opportunità di indotto socio-economico che il Festival può attivare anche a favore del territorio stesso. My World è presente in 53 paesi da 20 anni e oggi il suo network ha marchi leader nei vari settori commerciali; tutto ciò determina un’importante visibilità per il Festival che, a sua volta, diventa un prodotto da vivere. Il sistema sarà attivo dal primo agosto e tutte le info saranno disponibili sul sito armoniedartefestival.com.

Il terzo partenariato culturale, fondamentale per l’internazionalizzazione del brand Festival e, quindi, del brand Calabria, è con la Consulta dei Calabresi del Mondo, il cui vice presidente è Salvatore Tolomeo, coordinatore generale di tutti consultori presenti negli altri paesi. <<Questo accordo – afferma Chiara Giordano – è la testimonianza del profilo internazionale del Festival e, nello stesso tempo, è un punto di partenza per un networking forte e costruttivo con quei calabresi che con successo, umano e professionale, rappresentano felicemente questa terra a livello globale; una loro terra comunque, piena di bellezza naturale, di storia antica e valori fondativi e fondamentali della cultura occidentale; una terra da cui sono partiti in tanti, come semi al vento, per fecondare altre terre che, grazie a loro, sono diventate belle e grandi.>>

LE DICHIARAZIONI

Sergio Abramo, presidente della Provincia di Catanzaro: Armonie d’Arte è un evento di grande spessore artistico e culturale, siamo felici di accogliere in città Chiara Giordano e le sue iniziative dalla grande ricaduta a livello internazionale. Grandissimi gli sforzi per portare avanti una manifestazione di questo livello e, per questo, chiedo alla Regione di lavorare di più e meglio per tranquillizzare coloro che creano e promuovo la cultura nel nostro territorio. L’attività degli enti, Regione, Provincia e Comune, devono essere in sinergia per continuare a dare vita a questi eventi.

Elisabeth Sacco, sindaco di Borgia: il nostro Comune si identifica con Armonie d’Arte e viceversa ma il Festival appartiene al mondo e siamo felici che possa ampliare la sua magia sempre più. Siamo onorati che le radici di Armonie d’Arte siano a Scolacium, nel territorio borgese: insieme continueremo a crescere.

Roberto De Donno, manager delegato della società My World: da meridionale sono orgoglioso di lavorare per questo Festival. Distribuiremo a tutti gli spettatori di Armonie d’Arte una card che sarà uno scrigno di informazioni ma anche di agevolazioni e promozioni.

Salvatore Tolomeo, presidente della Consulta regionale dei Calabresi nel Mondo: dopo la proposta di Armonie d’Arte sono giunte adesioni da Melbourne, dalla California. I calabresi sparsi nel mondo sono tantissimi e faranno sentire il loro entusiasmo. La politica, in questa regione, deve dare attenzione a chi ha a cuore la Calabria e deve creare una regia per sostenere la cultura sul territorio.

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × 1 =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente Carcere Santa Maria Capua Vetere: il parere della Conferenza Nazionale dei Poli Universitari Penitenziari
Questa è la storia più recente

Articoli Suggeriti

Dalla Pirfenidone benefici per la Fibrosi Polmonare Idiopatica

BORRIELLO: IL PEELING RIGENERANTE

Agricoltura, Organizzazione produttiva Solco Maggiore punta a recupero cultura stagionalità

Ambra Angiolini ed Edoardo Leo in scena al Diana di Napoli con “Ti ricordi di me”

Depurarsi dopo le feste con i prodotti del territorio

Immigrazione, il Coisp nel Cda, Cie e Cara di Pian Del Lago