Sogno Reale, un progetto di Cappuccio per il Campania Teatro Festival


Il Sogno Reale” è un progetto di Ruggero Cappuccio per il Campania Teatro Festival, a cura di Marco Perillo, dedicato alle meraviglie dell’epoca borbonica. Un focus su un periodo storico senza precedenti, i cui fasti e i cui primati, a Napoli come nel resto del Sud Italia, attraggono, incantano e accendono riflessioni ancor oggi.

Sette scrittori italiani ( Viola Ardone, Wanda Marasco, Marco Perillo, Silvio Perrella, Elisabetta Rasy,  Pierluigi Razzano, Emanuele Trevi) hanno realizzato per il Campania Teatro Festival sette racconti ispirati a personaggi, storie, aneddoti e luoghi relativi all’epoca borbonica. Questi racconti saranno interpretati da sette attori ( Euridice Axen, Sonia Bergamasco, Alessio Boni, Iaia Forte Alessandro Preziosi, Lina Sastri ) nella splendida cornice della reggia di Capodimonte, Giardino dei Principi.

Il progetto prevede inoltre la redazione e pubblicazione di una guida stampata dei siti borbonici in Campania commissionati e realizzati dai Reali e destinati alle diverse attività: residenze, riserve di caccia e pesca, attività agricole, industriali, scientifiche e innovative, collezioni d’arte e musica. La guida, edita da EDITORI PAPARO, sarà distribuita gratuitamente al pubblico che seguirà gli spettacoli in programma al Festival.

Questo focus reale e immaginario sul secolo del Regno è completato dalla condivisione di iniziative e di progetti speciali da parte dei 14 siti che hanno aderito al progetto IL SOGNO REALE con esposizione di elementi materiali e immateriali pertinenti e riconducibili all’Epoca.

“Napoli Napoli. Di lava, porcellana e musica” al Museo di Capodimonte

Il Palazzo Reale di Napoli al tempo di Carlo di Borbone

Il Mann all’epoca dei Borbone

“Stelle di re. Capodimonte, la terrazza di Napoli sull’universo” all’Osservatorio Astronomico

 Galleria Borbonica, alla scoperta del percorso di Ferdinando II

“Francischiello. L’ultimo re di Napoli” a Villa Campolieto

“Viaggio nella Storia da Carlo di Borbone a Pio IX”nellaReggia di Portici

“La linea ferroviaria Napoli-Portici” al Museo di Pietrarsa

Alla scoperta del Teatro Antico di Ercolano

L’Itinerario Borbonico di Pompei

Viste borboniche nel Parco Archeologico di Paestum

Apertura straordinaria della Real Casina di Caccia di Persano

La vita a San Leucio al tempo del “Codice”

Sotto le stelle di Carditello

 

PER INFO

mail: [email protected]cell: 3406063508 (dal lunedì al venerdì dalle 10.30 alle 18.0

 

Programma letture – Museo e Real Bosco di Capodimonte – Giardino dei Principi ore 21,00

13 Giugno 2021 -Sonia Bergamasco – Il gilet di Silvio Perrella

17 Giugno 2021 – Alessandro Preziosi – Il Consulto di Wanda Marasco

20 Giugno 2021 – Lina Sastri – Le Regine immaginarie di Elisabetta Rasy

1 Luglio 2021 – Iaia Forte – Mia nonna e i Borboni di Emanuele Trevi

3 Luglio 2021 – Euridice Axen – Agata e la regina di  Pier Luigi Razzano

5 Luglio 2021 – Claudio Di Palma – Il pentimento del principe d’Elbeuf di Marco Perillo

11 Luglio 2021 – Alessio Boni – Un sogno di fuga  di Viola Ardone

 

 

IL SOGNO REALE

14 EVENTI SPECIALI NEI LUOGHI BORBONICI

PER IL CAMPANIA TEATRO FESTIVAL

 

“Napoli Napoli. Di lava, porcellana e musica” al Museo di Capodimonte

 

A Capodimonte la messa in scena più completa e trasversale del periodo in cui hanno dominato i Borbone a Napoli. L’allestimento racconterà la storia di Napoli capitale del Regno nel corso del Settecento e oltre, dagli anni di Carlo di Borbone a quelli di Ferdinando II. La mostra è una sintesi di tutte le arti, e illustra la pluridisciplinarità tipica della nostra contemporaneità: un viaggio multisensoriale all’interno della Reggia borbonica, trasformata per l’occasione in un vero e proprio spettacolo teatrale. La mostra è inserita nel prezzo del biglietto del museo. Per informazioni: 081 7499130 (dal lunedì alla domenica, dalle ore 8.30 alle 19.30, ultimo ingresso 18.30, giorno di chiusura il mercoledì) e www.museocapodimonte.beniculturali.it.

Per ogni spettacolo allestito al Museo e Real Bosco di Capodimonte, si riceverà in omaggio un biglietto per il Museo

 

Il Palazzo Reale di Napoli al tempo di Carlo di Borbone

L’itinerario, disponibile online sulla pagina Facebook @PalazzoRealeNapoliUfficiale e in due visite guidate, intende valorizzare gli apparati decorativi settecenteschi realizzati nella reggia napoletana per volontà di Carlo di Borbone al fine di adeguare il Palazzo alle esigenze di una corte europea.

Le visite in presenza, a cura del direttore di Palazzo Reale Mario Epifani, saranno effettuate dai Servizi Educativi lunedì 14 giugno 2021 alle ore 11, 11.30, 12 e domenica 11 luglio 2021 alle ore 11 in gruppi di massimo 10 persone. Visite gratuite, con biglietto d’ingresso al museo; appuntamento allo scalone d’onore. Per informazioni: www.musei.beniculturali.it e www.coopculture.it. Telefono: 081 5808255.

I possessori di un biglietto del CTF21 avranno diritto a un accesso al museo al costo di 4 euro

 

Il Mann all’epoca dei Borbone

Il Museo Archeologico Nazionale di Napoli offre al pubblico del Campania Teatro Festival una visita guidata legata alla valorizzazione delle radici borboniche del Museo. La visita avrà la durata di circa un’ora. Le visite si svolgeranno ogni venerdì alle ore 17, fino al termine del Campania Teatro Festival. In particolare, la visita del 2 luglio avrà per tema “Dagli scavi borbonici al Mann per conoscere la vita di un gladiatore”. La prenotazione obbligatoria si effettua telefonicamente al numero dei Servizi Educativi: 081 4422329, dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 15. Per informazioni: www.museoarcheologiconapoli.it.

I possessori di un biglietto del CTF21 avranno diritto al ticket ridotto per l’accesso al Museo (10 euro)

 

“Stelle di re. Capodimonte, la terrazza di Napoli sull’universo” all’Osservatorio Astronomico

L’Osservatorio Astronomico di Capodimonte è l’unica sezione nell’Italia meridionale peninsulare dell’Istituto Nazionale di Astrofisica, il principale ente di ricerca italiano per lo studio dell’Universo. Nel luglio di duecento anni fa, il 28 luglio 1821, re Ferdinando visitò per la prima volta l’Osservatorio di Napoli e qualche giorno dopo anche suo figlio Francesco, A duecento anni dalla reale visita è stata allestita una mostra iconografica, esponendo incisioni e stampe, così come il suo diario con le prime osservazioni fatte a Capodimonte; nonché il Cinquecentesco orologio astronomico (1567) già parte della Collezione Farnese che Carlo di Borbone trasferì da Parma a Napoli.  La mostra, inaugurata il 10 giugno in occasione dell’eclisse di Sole, resterà aperta fino al 20 luglio, ricorrenza dello sbarco sulla Luna. Per informazioni: www.oacn.inaf.it. Telefono: 081 5575511.

 

Galleria Borbonica, alla scoperta del percorso di Ferdinando II

La Galleria Borbonica è considerata il vanto dell’ingegneria civile borbonica in sotterraneo ed il suo percorso consente di visitarla e di apprezzarla come una vera e propria opera d’arte. È possibile entrare dall’accesso monumentale all’interno del parcheggio Morelli o da Vico del Grottone, a pochi metri da Piazza del Plebiscito, attraverso una scala realizzata nel Settecento. Le visite sono disponibili venerdì, sabato, domenica e nei giorni festivi alle 10, 12, 15 e alle 17. Prenotazione obbligatoria. Lingue disponibili Italiano e Inglese. Possibilità di scegliere tra due diversi ingressi dal quale iniziare la visita. Ingresso 1: vico del Grottone, 4. Ingresso n 2: via Domenico Morelli, 61. L’uscita è in via Morelli numero 6. Per info e prenotazioni: www.galleriaborbonica.com. E-mail: [email protected]. Telefono: 081 7645808 e 366 2484151.

I possessori di un biglietto del CTF21 avranno diritto all’accesso al Percorso Standard al costo di 5€

 

“Francischiello. L’ultimo re di Napoli” a Villa Campolieto

La Fondazione Ente Ville Vesuviane propone per “Il Sogno Reale” la rappresentazione teatrale di Franceschiello – l’ultimo re di Napoli per la messa in scena a cura de Il Demiurgo. Lo spettacolo è ambientato il 13 febbraio 1861 e racconta l’ultima partenza di Francesco II delle due Sicilie dall’avamposto di Gaeta, ultimo baluardo del suo regno, verso il suo esilio. In una narrazione atemporale e onirica lo spettacolo viaggia avanti e indietro nel tempo attraverso il dialogo tra Francesco II e sua moglie Maria Sofia. Regia e drammaturgia Francescoantonio Nappi; con Antonio Torino, Roberta Astuti, Antonio D’Avino, Sara Guardascione, Nicola Le Donne. Biglietto d’ingresso 15 euro.

Lo spettacolo si terrà sabato 3 luglio in due rappresentazioni, alle 19.30 e alle 21.30, nell’esedra di Villa Campolieto a Ercolano. Per informazioni e prenotazioni: www.villevesuviane.net. E-mail: [email protected]. Telefono: 081 7322134.

I possessori di un biglietto del CTF21 avranno diritto a un accesso alla villa costo di 4 euro

 

“Viaggio nella Storia da Carlo di Borbone a Pio IX”nellaReggia di Portici

Per il progetto “Il Sogno Reale” la Reggia di Portici propone lo spettacolo Viaggio nella storia da Carlo di Borbone a Pio IX a cura dell’associazione “Karma” per il testo e la regia di Antonio Ruocco. Accompagnati da una dama del Settecento, lo spettacolo condurrà in un viaggio nel tempo attraverso cento anni di storia. Dalle origini con Carlo e Maria Amalia, fino alla caduta del regno con l’Unità d’Italia. S’incontreranno i personaggi di Re Carlo, Maria Amalia, Ferdinando di Borbone, il fratello Filippo, fino a Ferdinando II e Papa Pio IX.  Lo spettacolo si terrà nella Reggia di Portici sabato 19 e 26 giugno e sabato 3 luglio alle 17, alle 19 e alle 21. Per info e prenotazioni: www.centromusa.it. E-mail: [email protected]. Telefono: 351 2847206.

I possessori di un biglietto del CTF21 avranno diritto a un accesso al museo al costo di 3 euro.

 

“La linea ferroviaria Napoli-Portici” al Museo di Pietrarsa

Il Museo di Pietrarsa propone una mostra sul progetto della prima linea ferroviaria italiana, la Napoli-Portici. Mediante un viaggio espositivo si racconta nel dettaglio la nascita della strada di ferro che da Napoli a Portici raggiungeva la città di Nocera, con una diramazione per Castellammare.  La visita guidata Pietrarsa Borbonica sarà a cura dell’associazione “Karma”. La vistita al museo sarà arricchita da una serie di spettacoli teatrali sulla famiglia dei Borbone; da Franchischiello, l’ultimo re di Napoli e Filippo di Borbone, storia di un quasi re, di ballo Sguardi sull’Ottocento, e I colori della regina dedicato a Maria Carolina, e di danza Il viaggio e Il corpo nelle immagini, tableaux vivants del dipinto Inaugurazione della nuova strada di ferro seguita in Napoli del pittore Salvatore Fergola (1796-18740). Per info, dettagli, date e prenotazioni: www.fondazionefs.it. E-mail: [email protected]. Telefono: 081 472003.

I possessori di un biglietto del CTF21 avranno diritto a un accesso al museo più visita guidata al costo di 4 euro

 

Alla scoperta del Teatro Antico di Ercolano

Il Parco Archeologico di Ercolano dà appuntamento per la giornata di mercoledì 23 giugno sui suoi canali social per un tour virtuale alla scoperta del Teatro Antico di Ercolano. Un’appassionante passeggiata sotterranea, guidata dal Direttore e dai Funzionari del Parco, un viaggio nella passione borbonica per la scoperta di questo sito meraviglioso e ancora poco conosciuto che accompagnerà la community social là, dove nasce l’archeologica contemporanea.

Appuntamento sui canali del Parco il 23 giugno:

Facebook: https://it-it.facebook.com/parcoarcheologicodiercolano

Instagram: https://www.instagram.com/ercolanoscavi/

Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCgpO_-ANFzlATc0CbObaQzg

Per informazioni: www.ercolano.beniculturali.it

 

L’Itinerario Borbonico di Pompei

Gli Scavi di Pompei , dal 12 giugno al 12 luglio propongono un itinerario speciale attraverso i luoghi degli scavi che sono stati interessati dai Borbone. Con i Borbone fu riportata alla luce buona parte della città antica, grazie a scavi organizzati sempre più in estensione, creando una sorta di “museo all’aperto” nel quale i reperti dissepolti vennero raccolti prima al Museo della Reggia di Portici e poi al Real Museo di Napoli. Le visite saranno svolte nel pieno rispetto delle normative anti-Covid. Per informazioni, orari, costi e prenotazioni: www.pompeiisites.org. Infopoint: 081 8575347. Centralino: 081 8575111.

 

Viste borboniche nel Parco Archeologico di Paestum

La scoperta degli scavi di Paestum avvenne in modo casuale durante il regno di Carlo di Borbone. La sua eco ebbe presto risonanza in tutta Europa, tanto che presto l’antica Poseidonia divenne una delle principali mete del Grand Tour aristocratico. Per “Il Sogno Reale”, il Parco Archeologico di Paestum e Velia, offre ai visitatori un percorso speciale, in collaborazione con le guide turistiche di Paestum, con un particolare focus sull’epoca borbonica. Il tour sarà fruibile tutti i giorni, previa prenotazione, ed è previsto, oltre al biglietto d’ingresso del Parco l’aggiunta di un sovrapprezzo per la visita guidata. Per informazioni, orari, costi e prenotazioni: www.museopaestum.beniculturali.it. E-mail: [email protected]. Telefono 0828 811023.

 

Apertura straordinaria della Real Casina di Caccia di Persano

Una delle grandi delizie di epoca borbonica in territorio salernitano è la Real Casina di caccia di Persano, nel comune di Serre, che durante il mese del Campania Teatro Festival potrà essere visitata dal pubblico previo appuntamento tutti i sabato e domenica mattina a cura dell’associazione “Open Eventi”. Per informazioni e prenotazioni: [email protected]. Telefono: 334 6945187.

 

 

La vita a San Leucio al tempo del “Codice”

In occasione del Campania Teatro Festival, il Real Belvedere di San Leucio ha organizzato l’evento “La vita a San Leucio al tempo del “Codice”. Saranno organizzate delle visite guidate teatralizzate, nel corso delle quali vari personaggi condurranno i visitatori all’interno delle sale del Museo della seta narrando alcuni aspetti poco conosciuti legati al Codice delle Leggi leuciano, opera di grande spessore sociale voluta dal re Ferdinando IV di Borbone e dalla consorte Maria Carolina d’Austria. Alla fine della visita, gli ospiti verranno accompagnati in caffetteria dove sarà offerta una delizia borbonica.Le visite si svolgeranno venerdì 18, sabato 19 e domenica 20 giugno e venerdì 25, sabato 26 e domenica 27 giugno, con tre turni di visita al giorno per un numero massimo di 15 persone per gruppo. Le visite partiranno alle ore 19; alle ore 19,45 e alle ore 20.30.  Necessaria la prenotazione via mail: [email protected]. Per informazioni: www.belvederedisanleucio.it. Telefono: 0823 273151/2.

 

 

Sotto le stelle di Carditello

Il Real Sito di Carditello è una residenza borbonica dedicata alla caccia, all’allevamento dei cavalli di razza reale e alla produzione agricola sperimentale. Venerdì 18 giugno si terrà l’evento “Le stelle di Carditello” in collaborazione con l’Osservatorio Astronomico di Capodimonte. Saranno effettuate osservazioni integrate visitando gli orologi solari, come al tempo dei Borbone. L’evento si terrà alle ore 20 (biglietti a cura dell’agenzia Le Ali della Libertà; per informazioni: 339 7080456).

Sabato 3 luglio si terrà invece la “Festa dei gelsi di Carditello”, dalle 18 presso l’area pic-nic. Accesso libero con degustazioni a pagamento. Vi sarà l’inaugurazione dell’attrazione “Volare sull’Arte”.

A seguire, dalle ore 21.00 concerto dei Coma Cose nel galoppatoio. Per informazioni: 338 8926323.

 

 

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 + 5 =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente Intelligenza artificiale VS quella umana
Questa è la storia più recente

Articoli Suggeriti

Ztl a S. Maria Capua Vetere, Confcommercio ‘interroga’ i commercianti

Napoli Horror Festival, arriva in città la kermesse tra spettacoli e mostre

DAL SANTUARIO DI VENERE ALL’ARCHEOLOGIA INDUSTRIALE: VISITA GUIDATA

Il Mart mette online i disegni di Ettore Sottsass Sr

MORTE DI DUE STRANIERI, SOLO LA FORTUNA DECIDE IL DESTINO DEI POLIZIOTTI

Quattordici giornate di trotto e galoppo all’ippodromo di Agnano