Vecchi pneumatici prendono vita nell’arte


“Na tazzulella 'e cafè”,

Nella società in cui viviamo, il problema dei rifiuti è purtroppo, uno di quelli da risolvere… troppi gli scarti ed i rifiuti che ci circondano ogni giorno.

Il riciclo, negli ultimi anni, è diventato indispensabile tanto che alcune menti eccelse, tipo quella dello scultore estone, Villu Jaanisoo, si svegliano la mattina con un’idea fissa su come intervenire sulla questione ambientale e la portano a termine.

Infatti, l’artista negli ultimi anni ha pensato bene di riutilizzare, sotto forma di arte, vecchi pneumatici che spesso si notano qua e là in giro per le città, appoggiati ai cassonetti o lungo le strade di periferia e di trasformarli in vere opere d’arte.

Una delle sue recenti sculture è Elephant, un pachiderma fatto di acciaio e pneumatici usati. Prima ancora dell’elefante, ha “scolpito” un’enorme anatra, un altrettanto enorme gorilla e delle gigantesche palme.

Questi monumenti al riciclo si potranno ammirare in alcuni parchi pubblici della Finlandia. Anche da un oggetto così banale come la ruota di un’auto, può venir fuori una grande opera d’arte.

Meditiamo su queste seconde vite che si possono dare ai vecchi oggetti più disparati

Buona pausa caffe!

Elena Simonetti

Foto: By Unsplash Free Images

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sedici + 20 =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente Non solo mimose…
Successiva Mamma da grande voglio fare il Rumorista!

Articoli Suggeriti

Riprendono i Notturni d’arte dell’Associazione culturale MIRABILE INGEGNO

JAZZ SAMBA di STAN GETZ e CHARLIE BYRD al New Around Midnight di Napoli

GABRIELE MAINETTI AL GIFFONI FILM FESTIVAL

Agenzia Promoter presenta a Longarone il premio Vajont: per non dimenticare

Vasariano: razionalizzazione delle visite e stato di agitazione

SBARCHI: E’ EMERGENZA UMANITARIA