8 MARZO: TORTA MIMOSA


La torta mimosa è un dolce creato a Rieti negli anni Cinquanta del Novecento. Il nome è dovuto ai pezzetti di pan di spagna sparsi in superficie, che ricordano nella forma i fiori della mimosa. Grazie al collegamento del fiore con la festa della donna, anche la torta viene spesso utilizzata per festeggiare la ricorrenza.

Prima di tutto preparare la bagna: mettere in un pentolino 200 GR di acqua, 100 GR di zucchero, 2 cucchiai di creola bum e le scorze di un’arancia. Far bollire il tutto e lasciare da parte a raffreddare.

Preparare il pan di spagna: dividere gli albumi dai tuorli (6 uova). Montare i rossi con 150 GR di zucchero. In un’altra ciotola montare gli albumi con un pizzico di sale. Unire i composti ed amalgamare delicatamente (dal basso verso l’alto) con un mestolo di legno. Aggiungere anche 90 GR di farina, 90 GR di fecola di patate, una bustina di vanillina. Imburrare ed infarinare una teglia (meglio se a cerniera), versare il composto e cuocere in forno già caldo a 180 gradi per 35 minuti (controllando la cottura facendo la prova spaghetto). Una volta cotta, tirarla dal forno e lasciar raffreddare completamente per poi toglierla dallo stampo.

Preparare la crema: separando albumi e tuorli (4 uova). Mettere i tuorli in una pentola, aggiungere 4 cucchiai di zucchero, 4 cucchiai di farina, una bustina di vanillina e la buccia grattugiata di un limone. Poi aggiungere mezzo litro di latte intero a filo e girare per amalgamare bene tutto. A questo punto, mettere la pentola sul fuoco a fiamma bassa e continuare a girare fin quando non diventa un composto bello cremoso e liscio. Quindi toglierlo dal fuoco e lasciar raffreddare. Una volta raffreddato bene il pan di spagna, dividerlo in due e scavare le due parti (soprattutto quella sotto) e lasciare da parte le briciole tolte.

Bagnare quindi il pan di spagna con la bagna fatta in precedenza iniziando dai bordi e finendo nel centro. Mettere la crema e ricoprire con l’altro disco facendo attenzione a non romperlo. Sulla superficie mettere uno strato di crema e ricoprire con le briciole messe da parte. Mettere in frigo fino al momento di servire ( più ore riposa e più sarà buona). Se si vuole l’effetto mimosa gialla, colorare le briciole con una fialetta gialla per alimenti.

 

Annamaria Leo

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciannove − 9 =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente SANREMO 70 + 1
Questa è la storia più recente

Articoli Suggeriti

Pallavolo maschile, Grande attesa per il Regional Day

#venerdìopaesmì, Jovine ospite della seconda serata del Festival di Caivano

Planta, al via la IV edizione della Fiera delle piante

Fiorella Mannoia in concerto a villa Favorita per il Festival delle Ville Vesuviane

Romano D’Ezzelino: storia e piatti tipici per il Palio delle contrade

Ippodromo, domenica halloween day